sabato 21 settembre 2013

Ecco il mio lievito madre!

Se ormai avete imparato a conoscermi, saprete che io non amo avere segreti e con grande entusiasmo ho il piacere di condividere tutto quello che ho imparato al corso di panificazione che ho seguito in questi ultimi due giorni.
Partiamo dal presupposto che sono profana dell'argomento e ancora non so se sarò capace di mettere in pratica questo tipo di panificazione ma ho intenzione di provarci e vedere cosa succede.
Sono partita munita di bloc notes ed ho scritto l'inverosimile (se mi avesse vista un professore delle superiori avrebbe sgranato gli occhi e non mi avrebbe riconosciuta..io ero una di quelle in ultima fila che chiacchierava ininterrottamente..ma questa è un'altra storia!)
Innanzitutto il lievito madre è un'insieme di microrganismi ed ha bisogno di nutrimento, motivo per cui è fondamentale l'uso delle farine macinate a pietra (ricche di proteine) e non quelle raffinate che purtroppo si trovano nella grande distribuzione. 
Ecco alcuni punti importanti da tenere in considerazione:
-utilizzare sempre la stessa farina per i rinfreschi o rischierete di non nutrire adeguatamente il vostro "piccolo cucciolo" e di vederlo gradualmente afflosciarsi e non fare di conseguenza il proprio lavoro;
-importantissima la temperatura dell'acqua che dovrà essere a temperatura ambiente (circa 17°C) se impastate a mano o fredda di frigo (di freezer in estate) se utilizzate l'impastatrice (anche qui capitolo a parte. La nostra maestra non tollera le planetarie moderne perché strapazzano troppo l'impasto e lo surriscaldano..ma su questo non seguirò il consiglio, a mio rischio e pericolo);
-utilizzare ciotole di plastica (non l'avrei mai detto, io ho sempre preferito quelle in vetro per non trasmettere odori agli impasti) perché è un materiale che non conduce calore;
-non lavorare eccessivamente l'impasto lievitato (altro mio errore..io l'ho sempre trattato tipo pungiball..) ma accarezzarlo come se fosse di cristallo e rispettarlo in ogni movimento, lui vi ringrazierà gonfiandosi come un palloncino;
-l'impasto deve essere sempre ben idratato quindi calcolare la quantità di acqua con cura in base alla farina che state utilizzando (ad esempio le farine integrale necessitano di molto più liquido rispetto a quelle bianche). Non c'è una regola precisa, si va ad occhio.
I rinfreschi su un lievito già attivo andrebbero fatti almeno ogni 5 giorni e si calcola pari peso di farina ed il 50% di acqua (ad esempio su 100 g di lievito madre, si aggiungono 100 g di farina e 50 g di acqua). Si impasta tutto per bene, si toglie una piccola parte (grande come un limone) che si ripone in un barattolo in frigo per la prossima volta; il resto si incide a croce e si mette a lievitare per una notte avvolto in un canovaccio pulito in uno scolapasta (in modo che possa respirare). Il giorno dopo è pronto per la panificazione. 
I tempi di riposo sono indicativi, dipende dall'ambiente in cui si fa l'operazione, va tenuto in considerazione che è pronto quando ha triplicato il proprio volume. 
Per le ricette si può iniziare con quelle già testate da altri ed appena si è presa un po' di pratica e si è entrati in confidenza con il prodotto, basterà usare la propria fantasia (ed è qui che mi diverto..troverò sicuramente pane per i miei denti)!
Il mio "sudato" bottino! 

Ed ecco a voi il mio "pupetto":
Appena rinfrescato h 21,00 ieri sera
Lo spettacolo della natura h 10,00 stamattina

Adesso sono pronta per i miei esperimenti..incrociate le dita per me, ne avrò bisogno!

64 commenti:

  1. Caspita, ma che bellezza!!
    Consu, auguri per la cura del tuo lievito, vedrai che riuscirai benissimo!!
    Grazie per avere condiviso i consigli!
    A presto e buon we!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x la fiducia <3
      Buona domenica

      Elimina
  2. Brava! Io ho tenuto il lievito madre per sei mesi ma è veramente impegnativo anche perché continuavo a provare ricette nuove e ad assaggiarle!!!! Facci sapere a te come va! Buon sabato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah…infatti più che l'impegno x questa "creatura" mi preoccupa tutto il pane che stonerò O_o!!!
      Grazie Chiara e buona domenica <3

      Elimina
  3. Ma che meraviglia!!!! E che preziosi consigli!! Anche io ho sempre usato terrine in vetro.... :/
    Che curiosità nel vedere cosa ne è venuto di quella spirale multicolore!!!!!!!!!!! E non farci attendere troppo nel pubblicare il tuo prossimo lievitato!!!! ^_^
    Un bacione tesorina bella, buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanti errori commettevo io O_o!!!
      Ho già messo in pratica questi consigli e aspettati delle copiose infornate :-P
      Grazie Erica e buona domenica <3

      Elimina
  4. Non vedo l'ora di vedere i tuoi esperimenti Consu!!!!!:) intanto grazie per questi preziosi consigli!!!! Un bacione e buon weekend!

    RispondiElimina
  5. Ciao Consu, interessante questo corso!!! Dai, vedo come vanno i tuoi esperimenti e poi magari mi butto anche io con il lievito madre ^_* Ti seguo!!!
    Bacioni, buona domenica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione questo corso mi ha affascinata :-D
      Grazie e a presto!
      Buona domenica anche a te <3

      Elimina
  6. Bellissimo corso, grazie per averlo condiviso con noi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x avermi seguita ^_^
      Buona domenica Giuliana <3

      Elimina
  7. sicuramente i tuoi esperimenti andranno benissimo!
    le nuove conoscenze unite alla tua fantasia avranno un risultato eccezionale!grazie per aver condiviso tutto questo con noi!baci simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Simo x il sostegno ^_^
      Buona domenica <3

      Elimina
  8. Sai che leggendo quello che hai scritto mi sono resa conto di essere profondamente ignorante!!! A parte le farine non da super di cui avevo il sospetto, ma io pensavo che la pasta dovesse essere lavorata molto ed energicamente per inglobare aria... invece?!! Immagino anche che si debba far lievitare al fresco e non al caldo. Aspetto un post dettagliatissimo. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu, non te la prendere, anch'io mi sono resa conto di commettere molti errori! Ma da oggi proverò a mettere in pratica quello che ho imparato e vedremo che succede!
      X la lievitazione lei ha consigliato temperatura ambiente (20-21°C) ma con tempi più lunghi si può utilizzare anche il frigo!!!! In poche parole più lentamente lievita l'impasto e più digeribile risulterà il prodotto!!!!
      Ti aspetto x gustarti i miei esperimenti :-D
      Grazie cara e buona domenica <3

      Elimina
  9. Deve essere stato molto interessante questo corso!
    Anche a me piacerebbe tanto avere il lievito madre, ma temo di non riuscire ad accudire con cura la creatura ;)
    Aspettiamo con ansia i tuoi esperimenti!
    Un bacio
    Letizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho questo timore ma mi sono buttata in questa esperienza con tantissimo entusiasmo ^_^
      Grazie Letizia e buona domenica <3

      Elimina
  10. Ciao Consu!
    Che emozione nel leggere e guardare le immagini del tuo dettagliato reportage e poi Sara Papa è una grande maestra, spesso tengo in considerazione i suoi utili consigli e ispira tante ricette. E' stupendo da parte tua aver condiviso questa meravigliosa esperienza, a dita incrociate buona pizza o panificazione. Complimenti per il tuo lievito..si attendono aggiornamenti..a te la linea!!! :))
    Baci! A presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x essere stata partecipe ^_^
      Ho già messo in pratica tutto quello che ho imparato e con un bel po' di fantasia ho già fatto 3 esperimenti..sono troppo felice di esserci riuscita!!!
      A prestissimo con le mie infornate ^_*
      Buona domenica <3

      Elimina
  11. bellissimo corso Consuelo, grazie per averlo condiviso!!! buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x essere passata :-D
      Buona domenica Fede <3

      Elimina
  12. Noooooooo!!!! Zia Consuuui! Ma sei un mito! Il corso di panificazione è una figata del trentadue!!!! È stradifficile fare il pane (e farlo buono!). Vogliamo provare pure noi. Grazie di tutta questa generosità, per condividere con noi tutte le cosine che sai! Sei la top!
    Comunque... Quel panicino attorcigliato e tutto colorato ce lo oapperemmo IMMEDIATAMENTE!

    Eva e Valentina
    WalkOnTheShinySide.com
    Walk on Facebook
    Bloglovin'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi mie care amiche! Sono felice che siate passate a gustarvi questo reportage!
      Vi farò vedere quello che ho sfornato seguendo questi preziosi consigli ^_^
      Buona domenica <3<3<3<3
      ps: quel panino me lo sono anche portata a casa..è pura poesia :-P

      Elimina
  13. uhh la la che produzione ragazza!!
    che meraviglie!
    tutto stuzzicante..
    e vai di lievito madre..ha bisogno di amore e cure, ma i risultati non hanno paragoni!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te..mi ha già dato degli ottimi risultati!!!
      Grazie Luisa e buona domenica <3

      Elimina
  14. Grazia Zia, davvero molto utile. Come ti dicevo ancora non ho intenzione di farmi spacciare la pm, diciamo che il pensiero di avere una scadenza fissa per panificare obbligatoriamente al momento mi fa desistere, non amo le imposizioni e mi piace fare le cosa quando ne ho voglia..detto questo, provando in realtà potrei scoprire che mi piace da matti e non la sentirei più come un obbligo, quello è vero...(vedi, faccio tutto da sola! xD) insomma, senza dubbio, quando deciderò di prendere un cucciolo di pm sfrutterò le informazioni che ci hai regalato :) un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avevo quel timore, ma a conti fatti panifico almeno una volta a settimana quindi non dovrebbe essere un problema…poi tanto vale provare, no??
      Secondo me ti divertiresti come una matta ^_*!!!
      Buona domenica tesoruccio <3<3<3<3

      Elimina
  15. Brava davvero!! Io qualche anno fa ho avuto una piccola esperienza con il lievito madre. Forse ho sbagliato qualcosa, perchè era vivo dopo ogni rinfresco ma il sapore che acquistava il pane aveva sempre un qualcosa di acidulo e non mi convinceva. E' che non avevo qualcuno vicino che potesse seguirmi e consigliarmi... così poi ho rinunciato :(
    Terrò d'occhio i tuoi esperimenti e i tuoi commenti... Si tratta di un figlio a tutti gli effetti!!!
    Bacioni,
    Franci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso dirti che il sapore del pane con la pasta madre è molto diverso a quello a cui siamo abituati e una piccola nota acida è normale.
      Io ci provo e poi vediamo..nel caso ho sempre del lievito di birra a disposizione per rimediare a qualche disastro :-P meglio essere previdenti ^_*
      Grazie e buona domenica <3

      Elimina
  16. Grazie infinite, zia Consu!!! Sei stata preziosissima!!! I tuoi post sono sempre imperdibili e questa volta ci hai dato una lezione impeccabile di panificazione. Grazie per aver condiviso ciò che hai imparato con noi! Sei un tesoro!
    Mille baci e buon fine settimana!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te MariG che mi segui ogni giorno con amore <3
      Buona domenica <3

      Elimina
  17. Dita super incrociate !!! vedrai quante belle soddisfazioni ! Ti abbraccio e ti auguro un felice week end :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie grazie Mary <3
      Speriamo di non combinare pasticci :-P
      Buona domenica <3

      Elimina
  18. Bella ed interessantissima lezione di panificazione! Credo che la tua attenzione al corso ti darà una miriade di gratificazioni! Brava Zia Consu e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero davvero :-D
      Grazie Marina e buona domenica anche a te <3

      Elimina
  19. Bellissimo il corso!Davvero molto utile il tuo post, graziee! :)

    RispondiElimina
  20. informazioni utilissime! a leggere le istruzioni qualcosa di giusto facevo ...menomale!allora ai tuoi prossimi panini!!! baci e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa..i prossimi post saranno lievitati :-P Ho già sperimentato 3 impasti nuovi…e chi mi ferma + :-P!!!
      Buona domenica anche a te <3

      Elimina
  21. Grazie Consu per aver condiviso con noi queste notizie ,sono molto interessanti ! Da ora in poi seguirò i tuoi consigli
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, mi dai una bella responsabilità :-P Scherzo, tutto quello che ho scritto è quello che ci ha insegnato la maestra quindi penso che non avrai problemi ^_*

      Elimina
  22. bellissimo questo post...l'ho letto con tanto interesse grazie!!!aspettiamo le tue opere

    RispondiElimina
  23. quando sono stata al corso di panificazione dopo mi sentivo quasi onnipotente!!! Questo impasto molliccio dà delle soddisfazioni enormi!! Immagino cosa riuscirai a fare!! Bacioni e buon lavoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, io ho avuto la tua stessa impressione, mista a timore di sbagliare!!! Ma come in ogni cosa mi sono buttata e per il momento sono soddisfatta dei risultati!!!
      Grazie e buona domenica <3

      Elimina
  24. Grazie per aver condiviso tutto con noi!!! Preziosi i tuoi consigli!!! Baci
    Alice

    RispondiElimina
  25. Carissima, grazie per aver condiviso con noi questa tua interessante esperienza!!!La panificazione è un campo minato...pieno di credenze e piccole superstizioni...Mi fa piacere leggere qualcosa di chiaro e ben spiegato!!
    Buon impasto...(e sono sicura che riuscirai ad accudire il piccolo magnificamente!!!)
    Buona domenica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, 6 davvero troppo gentile e fiduciosa nelle mie capacità ^_^
      Buona domenica <3

      Elimina
  26. Ma che bella esperienza deve essere stata, grazie cara di aver condiviso queste splendide immagini e i preziosi consigli. Aspettiamo novita' dalla "panificatrice zietta provetta" ^_^ Bacioni.

    RispondiElimina
  27. grazie pr tutti i consigli, anche io sto preparando il lievito madre, incrociamo le dita delle mani e dei piedi, speriamo bene,nella mia ricetta i grammi da conservare sono 50 gr poi avrò problemi per le preparazioni?aspetto tue risposte fresche di corso, buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende da cosa ci vuoi fare. Tieni presente che una volta rinfrescato avrai quasi triplicato il peso e per 500-600 g di farina dovrai utilizzare circa 150-200 g di LM e per un pane è più che sufficiente! Spero di esserti stata d'aiuto ^_*
      Buona domenica anche a te <3

      Elimina
  28. Brava Consu, vedrai quante soddisfazioni il tuo "bambino", in bocca al lupo, non vedo l'ora di vedere cosa combini! !!

    RispondiElimina
  29. Ma che spettacolo!!!! come mi piacerebbe partecipare ad un corso di panificazione!!! impazzirei di gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confesso che è il primo corso di cucina a cui partecipo e ne sono rimasta affascinata!!!

      Elimina
  30. Ne rimarrai colpita!! Il sapore del pane con il lievito madre è tutta un'altra cosa.
    Diciamo che da oggi c'è un nuovo membro della famiglia che dovrai accudire!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..è esattamente quello che temo :-P
      Grazie Ilaria <3

      Elimina
  31. Che spettacolo...grazie mille di tutti i consigli!!!!!
    Mi devo decidere...

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova Monica, ne vale la pena. Se poi non ti convince 6 sempre in tempo a tornare al lievito di birra ^_*
      Grazie a te e buona serata <3

      Elimina
  32. Non vedevo l'ora di leggere i tuoi consigli per "l'alieno".. alcuni non li conoscevo come le ciotole!! Aspetto le tue prossime ricette!! Un bacione cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come consigli posso darne ben pochi x il momento..sto facendo esperimenti di vario tipo :-) vedremo che ne uscirà fuori!
      Grazie Anita, ti aspetto <3

      Elimina