venerdì 18 marzo 2016

Il vero buccellato di Lucca

Questi giorni scorrono veloci, anche troppo per i miei gusti che amo i ritmi lenti e cadenzati. E' un momento ricco di impegni ed eventi (...di cui mi accollo spesso l'organizzazione...) e, da perfezionista quale sono, non posso che ritrovarmi con i nervi a fior di pelle e con il timore che qualcosa non vada come dovrebbe! Purtroppo sono fatta così (...e non vuole essere una giustificazione, ma un semplice dato di fatto!) e quando prendo un impegno lo porto a termine impiegando tutte le mie energie e cercando di dare sempre il massimo..sono certa che, un giorno, tutto questo mi regalerà tante soddisfazioni e mi avvicinerà sempre di più al mio sogno, quello di fare della mia passione un vero e proprio lavoro. Per il momento continuo a percorrere la mia strada senza perdere mai la fiducia e pensando sempre positivo. La fiducia in se stessi non è una cosa che si acquisisce dall'oggi al domani (...ed io devo ancora lavorare molto in merito..) ma sicuramente il sostegno della mia famiglia non è mai mancato e questo mi ha dato e mi da' la carica giusta per non mollare mai. Quindi, nonostante tutto, non potevo non dedicare un piccolo pensiero ad una figura importante della mia vita, il mio papà (o come lo chiamo io "babbo") e regalargli qualcosa che adora ma che difficilmente si prepara in casa: il buccellato.


Lo avevo preparato già in passato (qui storia e ricetta) ottenendo proprio il gusto originale di quello che si acquista nelle migliori panetterie/pasticcerie di Lucca ma l'aspetto era anni lucielontano. Siccome ci si può, e ci si deve, sempre migliorare, l'ho voluto riproporre ma con un'estetica più accattivante e vicina alla tradizione.
Ne ho preparati due, per i miei due papà, quello naturale e quello acquisito (mio suocero) che si sono sentiti coccolati come meritano!


Ingredienti x2 filoncini:

lievitino
100 g di lievito madre attivo*
200 g di acqua a t.a.
200 g di farina di tipo 1 macinata a pietra**
impasto
200 g di farina di tipo 1 macinata a pietra**
80 g di zucchero semolato
50 g di burro di ottima qualità
1 uovo
100 g di uvetta sultanina
10 g di semi di anice
1 pizzico di sale fino marino
sciroppo
30 g di zucchero di canna integrale
30 g di acqua naturale


*Rinfrescato e al raddoppio.

Lavorazione effettuata nella planetaria ma si potranno ottenere ottimi risultati anche lavorando a mano.




Preparare il lievitino impastando alla minima velocità il lievito madre con acqua e farina, con l'ausilio del gancio a foglia. Appena è tutto amalgamato, coprire la ciotola un canovaccio umido. Far maturare a temperatura ambiente (circa 20°C) per 3 ore. Nel frattempo ammollare l'uvetta in acqua.
Portare il burro e l'uovo a temperatura ambiente e setacciare la farina. Impastare il lievitino con l'uovo intero ed unire 2 cucchiai di farina per far incordare l'impasto. Aggiungere lo zucchero e poco per volta l'uvetta strizzata, alternandola a qualche cucchiaio di farina. Tra un'aggiunta e l'altra fare in modo che l'impasto si incordi nuovamente. Unire il sale ed i semi d'anice facendoli incorporare all'impasto.
Aumentare la velocità ed aggiungere i dadini di burro, uno alla volta facendo in modo che quello precedente sia completamente assorbito prima di aggiungere il successivo.
A metà operazione sarà necessario fermare la macchina e ribaltare l'impasto per non farlo surriscaldare. 
Quindi spolverare con la farina rimanente e riprendere la lavorazione fino a terminare tutto il burro. L'impasto dovrà risultare lucido e ben legato.


Rovesciare sul piano di lavoro leggermente infarinato e praticare una serie di pieghe a libro. 
Riporre in una ciotola e sigillare con pellicola trasparente. Far lievitare a temperatura ambiente (circa 20°C) per 2 ore. Quindi trasferire la ciotola in frigo da un minimo di 18 ad un massimo di 24 ore.
Rovesciare l'impasto sul piano di lavoro, inumidirsi le mani e, senza lavorarlo troppo, dividerlo in 2 filoncini. Assottigliare le estremità e sistemarli sulla teglia rivestita di carta da forno. Incidere con un coltello affilato e far riposare 30 minuti.


Nel frattempo sciogliere lo zucchero nell'acqua a fiamma moderata. Mescolare spesso fino a farlo ispessire. Farlo quindi intiepidire fuori dal fuoco. Quindi, spennellare abbondantemente la superficie dei pani con metà sciroppo.


Preriscaldare il forno a 220°C ponendo sul fondo una ciotola colma d'acqua e infornare nel ripieno intermedio. Cuocere per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 200°C e proseguire per altri 20 minuti.

Sfornare e spennellare i pani caldi con l'altra parte di sciroppo. Far asciugare nel forno caldo ventilato a 180°C per altri 10-15 minuti (senza ciotola con acqua).
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella.


Una volta freddi si conservano avvolti in pellicola trasparente in dispensa (o un luogo fresco e buio) per 5-6 giorni.
In alternativa si può tagliare a fette e congelare, prolungandone la durata fino a 3 mesi.


Il gusto speziato e leggermente dolce fa subito festa e appena scaldato sprigiona tutti i profumi della tradizione.


Si gusta a colazione, a merenda o anche dopo cena con un buon vino liquoroso.

Con questa ricetta partecipo al contest:

74 commenti:

  1. CI CREDI CHE NON L'HO MAI ASSAGGIATO??SEMBRA DELIZIOSO POI TU SEI FANTASTICA, BRAVISSIMA, UN BEL PENSIERO PER I TUOI DUE PAPA'!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Tesorino, che meraviglia ti sei superata sembra appena uscita da una pasticceria...che delizia sublime!!! Che magnifico capolavoro di dolcezza...bravissima!!!
    Un dolce abbraccio e felice weekend!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauretta, sono davvero felice di averti conquistata :-)

      Elimina
  3. Davvero bello e buono e penso che i tuoi due papà saranno davvero content, del magnifico e buonissimo pensiero che gli farai! Un abbraccio Buon Week-end :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ti garantisco che ho fatto la loro felicità :-P

      Elimina
  4. Mi credi se ti dico che non so assolutamente che sapore abbia? Devo riparare a sta vergogna!!! :D Un bascione bella mia e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un dolce della tradizione lucchese, quindi difficilmente si trova in altre parti d'Italia..puoi sempre rimediare seguendo la mia ricetta :-P
      Grazie della visita Patty e a presto <3

      Elimina
  5. è davvero bellissimo, però sai che non l'ho mai assaggiato? mi hai incuriosito molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..non ti resta che rimediare provando la mia ricetta ^_^
      Grazie Linda <3

      Elimina
  6. che bontà! io l'avevo mangiato a Viareggio e sai quante volte ho pensato di farlo? ma come dici tu per queste ricette locali o conosci chi le sa fare e ti insegna o ti affidi ad una delle tante ricette che trovi su riviste e libri famosi (ma poi.... a volte deludono) eccolo il buccellato! che sogno!!! ma perchè me lo ricordo a ciambella? mah. comunque ora so dove prendere la ricetta del vero buccellato di Lucca grazie! i due papà ne saranno stati felicissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Simo, sono felice che tu conoscessi già questo lievitato della mia tradizione :-)
      ...spero tanto che tu lo provi ^_^

      Elimina
  7. Grazie per aver partecipato con questa bella ricetta della tradizione, ho visto anche il post precedente e devo riconoscere che sei riuscita a renderlo ancora più bello, il colore e la lucentezza sono uno spettacolo!
    Grazie ancora e buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi, mi fa molto piacere il vostro gradimento :-)

      Elimina
  8. Complimenti, hai fatto un dolce favoloso, chi sa che buono, non l'ho mai mangiato, ma l'ho visto spesso e mi ero proposta di farlo. Chi sa se un giorno non lo preparo e mi sa che tra i miei appunti ho anche una ricetta che volevo provarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il buccellato di Lucca va assaggiato almeno una volta nella vita..devi assolutamente rimediare :-P

      Elimina
  9. Mai assaggiato, mi sembra speciale questo dono per i tuoi papà! Buon fine settimana

    RispondiElimina
  10. Lavorare sulla propria autostima e sulla propria capacità di dire "Sì ce la farò". E' un lavoro duro, a cui mi sto dedicando anche io, nel mio piccolo e spero di farcela. Meravigliosi i tuoi buccellati, sarebbero una coccola golosa anche per mio padre. Appena avrò casa (e planetaria con lievito madre a seguito), riprenderò a impastare e a far crescere i miei sogni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Paola, mai smettere di lavorare su se stessi e di far lievitare i sogni ^_^
      In bocca al lupo x questo percorso e grazie x la tua visita <3

      Elimina
  11. che dirti?! Che è perfetto, spiegato meravigliosamente e posso dirti solo due cose: la prima che ne vorrei una fetta proprio ora e la seconda: Chapeau!
    Bravissima!
    Un bacione e buon we

    RispondiElimina
  12. Consuelo, ma che bel pensiero hai avuto per il tuo babbo!
    Sarà sicuramente felicissimo che hai preparato con le tue mani questo dolce che lui ama tanto!
    Non ho mai avuto modo di assaggiare il buccellato, ma leggendo gli ingredienti e vedendo il risultato, deve essere davvero speciale!
    Grazie per averlo condiviso e per aver portato questo altro contributo alla raccolta di panissimo!

    Un caro saluto da me dalle mie socie condominiali!! :-)))))))))))))

    RispondiElimina
  13. Prima di tutto ti faccio tantissimi in bocca al lupo perchè i tuoi si possano avverare! ♥ Mi vedo tantissimo nei tuoi comportamenti, credo che siamo simili in molte cose, lo sai? Per queanto riguarda queste meraviglie non le ho mai assaggiate ma non ho alcun dubbio che mi piacerebbero un sacco. Ti sono venuti spettacolari, saranno ben contenti i tuoi due babbo! Bravissima Consu, ti auguro un buon fine settimana, da me c'è un tempo splendido, poprio primaverile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry, spero che le tue parole siano di buon auspicio e sono felice di averti conquistata anche con questa ricetta tanto cara alla mia famiglia <3

      Elimina
  14. Ciao Consuelo confermo il buccellato di Lucca è buonissimo, come sempre tantissimi complimenti. Auguri di una Buona Pasqua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima, mi fa molto piacere trovarti d'accordo ^_^

      Elimina
  15. Buonissimo!! Lo mangiavo quando vivevo in Toscana, a Lucca andavo spesso perchè mi piaceva molto la città!! Che bel regalo per il tuo papà, è semplicemente meraviglioso!!
    In bocca al lupo per tutto Consu, ti auguro davvero di realizzare i tuoi sogni!!
    Un bacione e buona Domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvietta, sono sicura che la tua energia positiva arriverà a destinazione ^_^

      Elimina
  16. Non immagini quanto io e te siamo simili...io sono perfezionista, pignola e, se le cose non vanno come dico io, ho i nervi a mille :-( ma siamo fatte così, e io credo sia anche un pregio, perchè alla fine, i risultati arrivano! E tu dovresti avere molta più fiducia un te stessa, perchè sei bravissima, e questo si capisce dal tuo blog, da quello che prepari con immenso amore e con tanta passione. E tutto ciò che nasce da una passione, non può che diventare qualcosa di grande e importante...basta avere pazienza, prima o poi il tuo sogno si concretizzerà, vedrai! Io te lo auguro di cuore! La tua ricetta è un dolcissimo pensiero per i tuoi due papà speciali: personalmente, non l'ho mai mangiato, ma solo guardandolo, mi viene voglia di mordere lo schermo!! ;-) Un abbraccio grande, dolce Consuelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti, non sai quanto le tue parole mi abbiano fatto piacere <3 non voglio smettere a creder nei sogni e per quanta fatica ci vorrà, io ce la voglio mettere tutta <3
      Ricambio con affetto il tuo abbraccio <3

      Elimina
  17. Cara zietta vedrai che le soddisfazioni che cerchi arriveranno , perché sei bravissima e te lo meriti!! Il tuo babbo è il suocero devono essersi leccati i baffi dopo aver gustato questa delizia. Grazie per la ricetta, un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Vero x avermi dedicato le tue parole <3<3<3

      Elimina
  18. Brava Consu! In bocca al lupo a te per i tuoi numerosissimi impegni e al tuo papà al quale hai dedicato questo dolce. Andrà tutto benissimo!
    p.s. anch'io sono come te.... capiscoooo
    Buona domenica

    RispondiElimina
  19. Conosco questo golosissimo dolce, ma non l'ho mai fatto!!! Grazie della ricetta cara Consu, il tuo è uno spettacolo, che meraviglia!!! Ti sono vicina e "in bocca al lupo"!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, apprezzo moltissimo il tuo pensiero <3

      Elimina
  20. Ciao Consuelo sei molto dolce e vedrai che i tuoi sogni si realizzeranno, la costanza e l'impegno premiano ;)! Questo dolce non lo conosco ma fatto con le tue manine sarà sicuramente eccezionale. Un bacione e buona domenica Luisa

    RispondiElimina
  21. Saranno stati entrambi felicissimi della sorpresa.
    Ho sempre sentito parlare del buccellato, ma non credo di averlo ancora mai assaggiato... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..non ti resta che rimediare :-P Sono certa che il suo sapore non ti deluderà ^_*

      Elimina
  22. favoloso,mai asaggiato,bisogna rimediare,grazie per la bella ricetta,felice domenica delle Palme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x la visita..non vedo l'ora di gustarmi la tua versione ^_*

      Elimina
  23. Immagino che i tuoi babbi saranno rimasti ben felici di ricevere questo buccellato. Io per parte mia farei anche un viaggio a Lucca per gustarmelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea, sapevo che avresti apprezzato ^_*

      Elimina
  24. Che dolce squisito, Consu, ho avuto modo di assaggiarlo in Toscana e l'ho trovato squisito! A domani, bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, sono felice di aver incontrato anche i tuoi gusti ^_^

      Elimina
  25. Qui dalle nostre parti con il termine buccellato si parla di tutt'altro dolce! Un biscotto ripieno di frutta secca: noci, mandorle fichi, buccia d'arancia e persino cioccolato. Non ne ho mai mangiati di buoni come quelli che faceva la mia mamma. Avevamo un forno a legna nella nostra casa di Mondello ed era sempre compito di mio padre prepararlo per accogliere prima il pane e la pizza e poi, quando era meno caldo i buccellati appunto o altri dolci pasquali. Anche se con ritardo faccio tanti auguri al tuo papà e mi complimento tanto per il tuo magnifico buccellato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo di questi biscotti pasquali e sono certa che siano golosissimi :-P Grazie x la visita e a presto <3

      Elimina
  26. cara! lo sai che anche mio padre adora il buccellato e pensavo di prepararglielo per il suo compleanno che sarà tra pochi giorni?
    l'ho preparato in casa soltanto una volta, buono era buono, ma non bello quanto il tuo! quello che hai fatto tu è degno di una pasticceria lucchese doc ;)
    un bacione e buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..allora la mia ricetta cade proprio a puntino :-) vedrai che non deluderà le aspettative! Aspetto il tuo responso (e quello di tuo padre..) e nel frattempo ti ringrazio x la visita <3
      Buon inizio settimana anche a te <3

      Elimina
  27. Ciao Consu, sei una ragazza fantastica! I tuoi papà saranno stati felici di questo regalo preparato con le tue mani, è un capolavoro! Non ho mai mangiato il buccellato, grazie per la ricetta<3 un bacio e buona settimana<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x le tue dolcissime parole <3<3<3
      Buona settimana anche a te :-)

      Elimina
  28. Lucca è una città dove ancora non sono mai stata e questa è una ricetta del tutto nuova ma strabiliante per la sua bontà, poi le foto passo passo sono utilissime per la realizzazione, complimenti!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  29. Ha un aspetto magnifico, mi sembra di sentirne il profumo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra, sono felice di averti presa x la gola :-P

      Elimina
  30. che bellezza queste specialità tradizionali! sono le mie ricette preferite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, mi fa molto piacere il tuo gradimento <3

      Elimina
  31. Buonissimo! Uno di quei dolci regionali così rustici e che rappresentano il territorio e le tradizioni: non posso che applaudire e prender spunto (non l'ho mai fatto nonostante me lo sia sempre ripromessa)!
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tati, vedrai che con questa ricetta non fallirai :-)

      Elimina
  32. Tutti gli auguri del mondo che tu possa davvero realizzare i tuoi sogni... Nulla di più bello di lavorare amando ciò che si fa. Ma sono certo che prima o poi di arriverai!
    Intanto hai preparato una "roba da bava"... Mai visto né assaggiato ma vedo dagli ingredienti che mi piace, poi amo tutto ciò che è ben scuretto. Dal pane ai dolci.
    Quindi... bravaaaaaa. Lore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lore, sei un vero tesoro e sono sicura che le tue parole mi porteranno fortuna ^_^
      ps: quando torni in toscana non farti sfuggire l'assaggio di questa prelibatezza ^_*

      Elimina
  33. Le ricette tradizionali sono sempre vincenti, da qualunque regione italiana provengano...ma le ricette toscane secondo noi hanno qualcosa in più (non dirlo a nessuno, però, sennò ci bandiscono da Roma!!!). Forse perché avete delle materie prime straordinarie. Forse perché sapete trasformare gli ingredienti più semplici nei piatti più stupefacenti. O forse perché noi siamo di parte, essendo innamorate della vostra regione <3 E' la prima volta che sentiamo parlare del buccellato e, visto che non abbiamo programmato gite a Lucca nell'immediato futuro, ci tocca rifare la tua ricetta per scoprire quanto è buono!!! Come deve essere la consistenza? Dalle foto sembra avere una mollica soffice e una crosta croccante. I tuoi filoni hanno un aspetto MERAVIGLIOSO!!!
    Grazie per questa preziosa ricetta :)
    P.S. Che tu sia una perfezionista si intuisce dalla cura con cui ti dedichi a questo bellissimo blog (scelta degli ingredienti, ricette buone e sane, fotografie ben studiate)! Questa cura non può che essere frutto di una grandissima passione e ottima qualità da sfruttare in campo lavorativo! Siamo sicure che riuscirai a realizzare tutti i tuoi sogni...avere fiducia in se stessi non è facile, ma noi abbiamo tantissima fiducia in te!!! Continua così, Consu :) Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie x avermi dedicato queste splendide parole..mi sono commossa :-)
      Sono felice che proverete la ricetta :-) la consistenza appena sfornato è come dite voi ma nei giorni si indurisce ed è proprio la sua caratteristica :-) Da noi usa tostarlo e zupparlo nel caffellatte la mattina ^_^ Fatemi sapere se vi è piaciuto ^_^

      Elimina
  34. Ricordo della tua ricetta dell'anno scorso era meravigliosa e anche questi filoni sono incantevoli fortunati i 2 papa' !!!!bacioni

    RispondiElimina
  35. con me codesto buccellato avrebbe vita brevissima, uscito dal forno, fotografato (forse) e maGNAto immediatamente tutto!
    un abbraccio Consu!
    p.s. ma come sei brava?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..non sapevo di questa passione x il buccellato :-P se può consolarti anche a casa mia dura pochissimo :-P
      Grazie Sandrina <3<3<3
      ps: troppo gentile <3

      Elimina
  36. Ma è fantastico Consuelo! Non conoscevo questa ricetta!!!
    Grazie!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina