venerdì 22 febbraio 2013

Risotto allo zafferano e totani

Il pesce lo acquisto quasi sempre fresco e intero. Mi piace pulirmelo da sola e coccolarmelo fin dal principio. Ho la fortuna di abitare sul mare quindi anche la qualità del pescato è molto buona. Aggiungiamo anche il fatto che mi piace particolarmente preparare i risotti e il passo è breve per capire la nascita di questo piatto. Oggi avevo a disposizione 4 totani freschi e dopo la lunga ed accurata pulitura ho deciso di utilizzare i corpi dei molluschi per una futura preparazione e i tentacoli (più callosi e spesso meno apprezzati) per arricchire questo risotto allo zafferano.
L'abbinamento è stato veramente eccezionale, quindi cosa aspettate a provarlo!?!


Per una porzione abbondante:

180 gr di riso*
4 ciuffi di tentacoli di totano 
1 scalogno piccolo
1/2 bicchiere di vino bianco
1 cucchiaino di brodo granulare vegetale
1 bustina di zafferano
2 cucchiai di olio e.v.o.
peperoncino in polvere
prezzemolo q.b.

*Io utilizzo sempre la varietà Baldo. Secondo il mio giudizio è il migliore, si adatta ad ogni preparazione e non scuoce.

Sciogliere in 400 ml di acqua calda il brodo granulare con lo zafferano e tenere da parte, servirà per la cottura del riso.
Mettere l'olio e il peperoncino in una pentola dai bordi alti, aggiungere lo scalogno e i tentacoli entrambi tritati sottili al coltello. Far leggermente soffriggere e versarci il riso. Farlo tostare per 2 minuti e sfumare con il vino. Portare il riso a cottura versando poco alla volta il brodo preparato e mescolando spesso. 
Verso fine cottura spolverare con il prezzemolo.
Servire ben caldo.


A mio avviso il riso va accarezzato e cotto a fuoco medio/basso, più viene "accudito" e migliore sarà il risultato. 

2 commenti: