venerdì 18 maggio 2018

Scarola in padella con olive, acciughe e quenelle di ricotta

L'ultimo mese di gravidanza è indubbiamente il più difficile. Ti senti "ingombrante", hai il fiatone anche solo a salire una rampa di scale (...poi non si spiega come puoi continuare a fare 8 km sotto il sole senza accorgertene!), le emozioni si fanno più amplificate e gli ormoni sono ormai impazziti, tanto che tuo marito pensa di aver sposato Dottor Jekyll e Mister Hyde! Un misto di paura ed eccitazione fanno parte del tuo quotidiano e, soprattutto, dei tuoi sonni notturni che già si stanno adeguando alla presenza di un neonato insonne, viste le poche ore che chiudi occhio e riposi adeguatamente.
Mi capita di arrivare alla sera con le caviglie di Shrek e la palpebra che non ne vuole sapere di stare su, ti commuovi a guardare un cartoon e ti viene fame alle ore più impensate guardando una replica di un programma tv sulla cucina. Proprio durante uno di questi momenti di "crollo fisico-emotivo" sul divano mi è capitato di guardare Canavacciuolo all'opera in un ristorante allo sbando e la sua ricetta, semplice, delicata e gustosa, ha attratto la mia attenzione.
Al primo giro al supermercato ho acquistato il necessario e l'ho voluta provare. Ho apportato pochissime modifiche e sono andata un po' a memoria, ma il risultato è stato appagante quanto mi ero immaginata, anzi forse di più! 
E volete sapere anche una chicca?! Questo è stato il mio battesimo con la scarola mai mangiata in 34 anni di vita! Anche il mio "inquilino" nel pancione ha gradito!


Ingredienti x1 piatto unico:

1/2 cespo di scarola fresca
3 acciughe sott'olio
1 cucchiaio di olive toscane
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 cucchiaio di succo di limone
1 peperoncino fresco intero
100 g di ricotta fresca


Focaccia per servire (facoltativa)*
*Lo Chef serviva il piatto con del pane carasau.

Lavare le foglie di scarola in abbondante acqua fredda, poi strizzare bene nella centrifuga per insalate. Tagliare a losanghe.
Ungere con l'olio un capiente wok e scioglierci le acciughe a pezzetti insieme al peperoncino spezzato a metà. Unire la scarola, le olive e mescolare per far bene insaporire, quindi sfumare con il succo di limone. Mettere il coperchio e far appassire a fiamma dolce, mescolando di tanto in tanto.
Sul piatto di portata adagiare la ricotta formando delle quenelle con due cucchiai. Eliminare il peperoncino dalla scarola. Completare la composizione con la scarola insieme alle olive e delle listarelle di focaccia calda.


Un piatto unico davvero leggero e ben bilanciato nei sapori.


Perfetto anche per diventare, in dosi più contenute, un antipasto easy & chic!

23 commenti:

  1. Proprio questo inverno ho fatto un post simile a questo (pance escluse ovviamente ��) dove raccontavo di una puntata di un programma di Cannavacciuolo che preparava una bella ricetta con scarola. Anch’io non l’avevo mai mangiata e ricordo anche la puntata dove ha preparato proprio la tua ricetta. Un abbraccio. Buon w.e., Lorena

    RispondiElimina
  2. Dai Consuelo gli ultimi sforzi della gravidanza e poi ti coccolerai il tuo piccolo ometto !!!
    Strano a dirsi ma a me la scarola piace un sacco , mi piace soprattutto la pizza con le scarole ma a marito e figlio nn piace molto 😞 così io spesso mi cucino la scarola in padella come hai fatto tu ottima e gustosa

    RispondiElimina
  3. Ma siamo già all'ultimo mese ?!!!! Caspita se è volato il tempo, almeno per me, per te suppongo un po' meno !!!!!!! Mi sa che abbiamo visto lo stesso ristorante allo sbando e la ricetta è davvero squisita, posso confermare. Tanti baci Consu

    RispondiElimina
  4. E' ottima la scarola e un grande alleato salutare. E molto bella nel tuo piatto. Resisti, per fortuna non è troppo caldo :)

    RispondiElimina
  5. La scarola fa parte della tradizione della mia città ci si prepara la focaccia alla messinese, quando posso ne faccio scorta ma non la cucino mai diversamente... bellissima ricetta! A presto LA

    RispondiElimina
  6. la scarola è una bontà! se mai capitassi a Napoli, prova la pizza fritta alla scarola...da urlo.

    In tema di panze, vado a memoria perchè è passato un po' di tempo " bei regali che ci hanno fatto tanto comodo": una palla gigante gonfiabile, tipo quelle da ginnastica, per ninnare il pargolo, sedendocisi sopra, senza spaccarsi la scihena. Usata alla velocità massima, sembra faciliti la fine delle eventuali coliche che ti auguro non arrivino mai; un bel cuscinone a ferro di cavallo gigante per allattamento, comodo anche da farti regalare subito per dormire nella posizione migliore e come protezione anti caduta nel lettino e poi "buoni per le pulizie domestiche e le faccende" da amici e nonni ;O))) che tutti sono capaci di dire: "ti porto fuori il pupo"...ma "ti vengo a fare le pulizie"...la Bee, mia moglie, era categorica! e funzionava, un saluto con la panza, il cat

    RispondiElimina
  7. Mio figlio è nato con qualche settimana di anticipo, ma avevo una pancia che non sapevo come allacciarmi le scarpe :) Mi ricordo ancora il ritrovato piacere di svolgere questa semplice attività ^_^
    Io invece la scarola la mangio e adoro l'abbinamento con la focaccia ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. Ciao Consu, anch'io sono di giugno come sarà per il tuo omino allora! Resisti cara, con i tuoi delicati menu sarà più facile aspettare il lieto evento. Un super abbraccio, Sabrina.

    RispondiElimina
  9. Piatto bellissimo nella sua semplicità!
    Pure io sono diventata mamma a 34 anni! Mamma di un 3enne e a sorpresa di un neonato di 3 mesi... Senza pancia e parto solo con l'aereo ma la pesantezza dell'ultimo mese me la ricordo eccome! Immagino come possa essere nella maternità biologica. Ma stai per avere la meraviglia del mondo tra le tue braccia, e ciò fa diventare tutto molto relativo! :) Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. IN BOCCA AL LUPO PER TUTTO CONSUELO! La tua ricettina è proprio niente male!

    RispondiElimina
  11. Anche per me questo è il periodo della scarola che mi piace tantissimo, ci condisco anche la pasta. Un abbraccio grande per la tua prossima avventura che ti porterà tante soddisfazioni e finalmente potrai abbracciare la tua creatura. L'emozione più grande della vita!

    RispondiElimina
  12. buonissimo questo piatto, la scalora cotta l'ho assaggiata per la prima volta lo scorso anno quando ho provato a fare la pizza di scarola... un successone!
    come questo tuo...deve essere buonissimo! L'ultimo mese è così, pensa che prima che arrivi il caldo torrido, è tutto finito e avrai tra le braccia il tuo cucciolo! un bacione!

    RispondiElimina
  13. bellisimi e delizioso cara. baci!

    RispondiElimina
  14. A parte la quenelle la faccio identica.. ed è davvero buonissima!! baci e buona domenica :-*

    RispondiElimina
  15. E' bellissima, fresca e delicata!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  16. L'inquilino nel pancino non potrà che essere un fine buongustaio <3
    Baci!
    MG

    RispondiElimina
  17. Già nono mese.... che bello!!!!
    Il piatto è invitante e la presentazione è da rivista specializzata!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    RispondiElimina
  18. in bocca al lupo cara, vedrai che sensazione meravigliosa stringerlo fra le braccia! Idea originale e stuzzicante, te la copierò ! Un bacione

    RispondiElimina
  19. Looks so delicious. I can eat three dishes of this hahaha

    www.fashionradi.com

    RispondiElimina
  20. Interessante come ricetta.
    Nuovo post “In forma per l’estate con So Shape. Il mio trattamento di 5 giorni” ora su http://www.littlefairyfashion.com

    RispondiElimina
  21. Quanto mi piacciono questi piattini, semplici e deliziosi!

    RispondiElimina
  22. trovo che sia una ricetta leggera e super gustosa

    RispondiElimina
  23. La scarola preparata in questo modo non l'ho mai provata...sembra buonissima!

    RispondiElimina