martedì 18 settembre 2018

Schiacciata all'uva fragola con lievito madre


Chi è cresciuto in campagna ricorda con piacere i giorni di settembre passati tra le vigne e il rito della schiacciata all’uva fragola. Momenti di condivisione tra famiglie confinanti, di risate e scottature sotto il sole. Il profumo del mosto aleggiava nell’aria e la dolcissima prima spremitura era una gioia anche per i bambini che ci imbevevano il pane per la merenda. I più fortunati avevano almeno un paio di viti di un’uva gustosissima, dagli acini piccini piccini e scuri caratterizzati da un piacevole retrogusto di fragola. Da qui deriva il suo nome uva fragola. Ogni famiglia l’impiegava soprattutto per realizzarci la famosa focaccia, chiamata in Toscana "schiacciata".


Replicare la ricetta in casa è semplicissimo. Basta preparare un impasto da focaccia e arricchirlo in superficie con gli acini di questa profumatissima uva. Utilizzando farine non raffinate come la tipo 2 e seguendo una lievitazione naturale, si otterrà proprio il sapore di una volta.


Per la ricetta proseguire la lettura qui.

36 commenti:

  1. Wow la ciaccia con l'uva, meravigliosa!!!! Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..da piccola la chiamavo anch'io così ^_^

      Elimina
  2. Non l'ho mai provata, ma deve essere buonissima, come solo i sapori antichi sanno essere. Prima o poi la farò, seguendo i tuoi consigli.

    RispondiElimina
  3. Per l'uva fragola farei follie... mamma che buona questa schiacciata!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    RispondiElimina
  4. Consu il profumo arriva fin qui! Adoro l'uva fragola ma non ho mai assaggiato la famosa schiacciata...E' ora di rimediare!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...si si, devi assolutamente rimediare ^_*

      Elimina
  5. Quanto amo questa schiaccia 😋 chissà se riuscirò a farla anche quest'anno. Un bacione

    RispondiElimina
  6. fantastica!! e che colori!!Aspetto l'uva fragola con trepidazione! un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Meri! Voglio gustarmi anche la tua, mi raccomando ^_*

      Elimina
  7. Mi sembra di sentire il profumo arrivare fin qua!
    Fantastica :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  8. Il profumo e il sapore dell'uva fragola è meraviglioso, non conoscevo questa schiacciata che immagino buonissima!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala e sono certa che ti conquisterà ^_*

      Elimina
  9. sarà sicuramente una profumata golosità, e se potessi allungherei la mano :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..non sai come vorrei potertela far assaggiare..

      Elimina
  10. la foto con la teglia vuota mi piace da matti e anche la schiacciata che ahimè non mangio da anni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lilli :-) puoi sempre rimediare ^_*

      Elimina
  11. adoro questo dolce rustico, e con la pasta madre è tutta un'altra cosa, bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te Simo ^_* grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  12. Moooooolto golosa questa ricetta, la proverò sicuramente, baci, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^_^ aspetto il tuo parere post assaggio!

      Elimina
  13. Che bei ricordi ci hai narrato, mi sembrava di essere li ad assaporare il pane con l'uva ^_^ sai quest'anno volevo provare a fare la schiacciata per questo sono venuta subito nel tuo blog perché sapevo di trovarla ;) troppo buona tempestata così di piccoli rubini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale :-) mi fa davvero piacere trovarti mia ospite proprio in questo post! Spero che la proverai..aspetto il tuo parere post assaggio ^_*

      Elimina
  14. una schiacciata buonissima grazie dello spunto per la ricetta

    RispondiElimina