giovedì 6 settembre 2018

Pane a lunga lievitazione con farina tipo2 e di castagne

Ha oggi inizio una nuova rubrica che profuma di pane appena sfornato! Con me in questo nuovo progetto altre 4 foodblogger con la grande passione comune di mettere le mani in pasta!
Ogni 15 giorni troverete sui nostri blog pani, focacce, torte rustiche e tutto quello che unisce farine di ottima qualità, lievitazione, pazienza e bontà.
Per l'occasione ho preparato un pane dai sapori davvero speciali. Ho unito due farine molto aromatiche e rustiche coltivate in Toscana, praticamente a km0! Il profumo che usciva dal mio forno era così ammaliante che non posso far altro che invitarvi a provare questo mix!


Ingredienti x1 pane:

450 g di farine di tipo 2 grano Verna*
50 g di farina di castagne*
360 g di acqua naturale a t.a.
110 g di lievito madre attivo**
10 g di sale integrale
1 cucchiaino di miele italiano di coriandolo 

*Macinata a pietra.
**Rinfrescato e al raddoppio.

Ho effettuato l'impasto in planetaria ma si potrebbe impastare anche in un capiente mixer o nella macchina del pane con la funzione solo impasto.

Versare la farina di tipo2 nella ciotola della planetaria e mescolare grossolanamente con 300g di acqua. Coprire e far riposare per 1 ora.
Aggiungere la farina di castagne, il miele, il lievito spezzettato e il resto dell'acqua. Lavorare con il gancio ad uncino fino ad incordatura, quindi far assorbire il sale.
Coprire e far riposare 1 ora.
Praticare una serie di pieghe in ciotola bagnandosi le mani con acqua fredda. Far riposare coperto 1 ora. Ripetere le pieghe ed il riposo.
Spolverare il piano di lavoro con abbondante farina di tipo2 e rovesciarci l'impasto. Praticare una serie di pieghe a libro.
Formare una palla e adagiare in una ciotola leggermente unta d'olio. Sigillare con pellicola e trasferire in frigorifero (in estate per 15 ore, in inverno da 20 a 24 ore).
Spolverare il piano di lavoro con abbondante farina di tipo2 e rovesciarci l'impasto freddo di frigo. Praticare una serie di pieghe a libro e dare la forma al pane. Spolverare un cestino*** da lievitazione, adagiarci il pane con le pieghe rivolte verso l'alto e sigillare con pellicola.
Far lievitare per 2 ore.
Preriscaldare la pietra refrattaria**** a 250°C per 30 minuti. Rovesciare il pane su una teglia rivestita di carta da forno, spolverare la superficie di farina di tipo2 e incidere a piacere.


Far scivolare il pane sulla pietra calda e cuocere per 20 minuti. Abbassare la temperatura a 200°C e proseguire la cottura per altri 20 minuti. Aprire lo sportello a spiffero per qualche istante e far fuoriuscire un po' di vapore. Abbassare la temperatura a 180°C e completare la cottura per altri 15 minuti.
I tempi e le temperature sono indicative e basate sul mio forno. Regolatevi con il vostro elettrodomestico. Il pane è cotto quando battendo un pugno sul fondo suona a vuoto.


Sfornare e far raffreddare su una gratella.


Note utili:

***Se non si possiede un cestino da lievitazione, utilizzare un capiente scolapasta rivestito con un telo di lino o cotone non trattato con detersivi.
****Se non si possiede la pietra refrattaria, utilizzare una teglia capovolta e preriscaldarla per 15 minuti. Poi cuocere il pane direttamente sopra.


Consigli di conservazione:
-temperatura ambiente- intero e chiuso in un sacchetto di carta per massimo 1 settimana. Tagliare al momento del bisogno e se necessario tostare.
-frigorifero- intero o già a pezzi, chiuso in un sacchetto da alimenti di plastica per 10-15 giorni. Tostare prima di servire.
-freezer- tagliato a fette e chiuse in un sacchetto di plastica da alimenti fino a 3 mesi. Scongelare direttamente nel forno caldo o sotto il grill. Oppure lasciare in frigorifero per 12 ore.


30 commenti:

  1. La farina di castagne é in assoluto una tra le mie farine preferite... e questo pane così rustico ed invitante è qualcosa di meravigliosoooo

    https://nettaredimiele.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Letizia :-) il profumo poi è davvero inebriante :-)

      Elimina
  2. sai che adoro i tuoi pani vero? è da un bel po' che non metto le mani in pasta. Ora con l'arrivo del fresco è ora che ricominci. Ho anche della farina di castagne che mi aspetta in dispensa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che questa ricetta non ti deluderà :-)

      Elimina
  3. Mi sembra di sentirne il profumo!!! Meraviglioso accostamento di farine! Ne gusterei una fetta anche in tutta la sua semplicità!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina :-) sono sicura che anche da solo ti conquisterebbe ^_*

      Elimina
  4. Mamma mia che pane fragrante!!!! Mi sembra di sentire il suo profumo :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Un che bel pane hai preparato Consu! Sarei curiosa di assaggiare questa farina di grano Verna ... Ne ho sentito parlare molto bene. Brava, ottima proposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi vieni a trovare ti porto al mulino ad acquistarla :-)

      Elimina
  6. COME SI FA A RESISTERE???NE VOGLIO UNA FETTAAAAA!!!!AUGURI PER LA VOSTRA NUOVA AVVENTURA, BRAVA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  7. Mi piace questa nuova rubrica, la seguirò con genuino interesse! Poi che quando vedo il tuo pane mi vengono gli occhi a cuoricino credo di avertelo già detto :-) Ciao ciao.

    RispondiElimina
  8. complimenti è davvero magnifico questo pane!! :P

    RispondiElimina
  9. Bellissima alveolatura e ottime farine!!!! Spero di tornare a panificare presto!!! smack

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia Consu, e hai detto bene il pane di castagne è proprio ammaliante!!! Un bacione

    RispondiElimina
  11. Sarò ripetitiva, ma il pane è mitico!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    RispondiElimina
  12. che spettacolo! sembra di sentirne il profumo per come lo hai presentato
    nuova recensione da me EOLO internet e telefonate illimitate
    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ha un aspetto e una lievitazione bellissima questo pane. Consuelo osso chiederti perché lo hai tagliato con così poca farina di castagne? Mi incuriosisce io ne averei messa di più ma tu sei esperta in lievitati per questo te lo chiedo. Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non volevo osare per il sapore, in casa non tutti amano la farina di castagne. Poi avevo il timore che non lievitasse bene e mi rimanesse troppo pesante. Prossima volta credo che oserò di più ^_*

      Elimina
  14. Arrivo anche io 💪 bellissimo questo pane! Un inizio fantastico 😋

    RispondiElimina
  15. Tanto lo sai: io trovo i tuoi pani semplicemente adorabili! Una carezza a quelle mani che fanno cose meravigliose e con amore.

    RispondiElimina