martedì 12 giugno 2018

Ciabatta multicereali a lievitazione naturale

..e le ultime "voglie" di una donna incinta!
Ormai passati i fatidici 9 mesi di gravidanza, mio marito non può di certo lamentarsi. Non sono stata per niente fastidiosa. Ho fatto sempre tutto da sola, coinvolgendolo lo stretto indispensabile per pochissimi lavori in casa, non l'ho mandato ad orari assurdi ad acquistarmi le "fragole a dicembre" (...giusto per fare un esempio...) ed ho cercato di tenere sotto controllo il più possibile gli sbalzi ormonali conseguenti alla mia condizione.
Ormai giunta alla fine mi sono venuti tutti i "vizi"...sarà che la pancia pesa ma anche chinarmi per svuotare la lavastoviglie è una vera impresta, oppure salire sullo scaleo o portare le buste della spesa per due rampe di scale. A tutto questo si è aggiunta l'insofferenza delle caviglie gonfie e la smania di vedere finalmente il mio bimbo...morale della favola, per compensare mi sono buttata sul cibo.
Ho voluto le ciliegie, il cocomero e tutti quei frutti che come primizie costano un occhio della testa. E pochi giorni fa mi sono comprata una noce di cocco.
Ho guardato su internet un modo semplice per aprirlo ma tutti prevedevano l'uso del martello, ovvero l'unico attrezzo che non ho in casa! Ho provato a batterlo con un pesante mattarello (...che ho irrimediabilmente ammaccato!), con l'apriscatole, con lo schiaccianoci, ma niente!
Alla fine mi sono ricordata di avere le chiavi del giardino della casa di sotto e indovinate!? L'ho avvolto in un sacchetto resistente e l'ho buttato con tutta la mia forza giù dal terrazzo!!!
Il rumore che ho sentito mi è piaciuto ed infatti la tecnica da "cavernicolo" aveva funzionato! Peccato che dopo poco sia rientrato mio marito dal lavoro con la sua cassetta degli attrezzi ed il martello bello in vista...spero che non mi chieda mai come ho aperto quel cocco! 
Meglio che torni a mettere le mani in pasta!


Il caldo improvviso mi ha messa in allarme sulla condizione della mia scorte di farine...dubbi purtroppo confermati dallo stato di quella di tipo2, ormai contaminata da "fastidiosi inquilini". Ho fatto un bel mix di tutto il resto ed è nata questa ricetta rustica e saporita che è andata ad arricchire la mia ricca "collezione" nel freezer delle scorte post parto!


Ingredienti x2 ciabatte di medie dimensioni:
prefermento
100 g di farina di tipo1*
100 g di acqua naturale a t.a.
65 g di lievito madre attivo**
impasto
prefermento maturo
200 g di farina integrale*
200 g di farina di tipo1*
100 g di farina di mais fioretto
340 g di acqua naturale a t.a.
10 g di sale integrale

*Macinata a pietra.
**Rinfrescato e al raddoppio.

Ho effettuato l'impasto in planetaria ma si potrà procedere anche a mano o con l'aiuto di un capiente mixer.

In una ciotola sciogliere il lievito nell'acqua aiutandosi con una forchetta. Unire la farina e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Sigillare con pellicola e far maturare per una notte a temperatura ambiente.
Versare le farine nella ciotola della planetaria insieme a tutta l'acqua. Mescolare con il gancio a foglia fino a far assorbire tutto il liquido ma senza incordare. Coprire con un panno umido e far riposare per almeno 30 minuti.
Unire il prefermento in planetaria insieme al miele. Portare ad incordatura con il gancio ad uncino, quindi unire il sale e farlo assorbire.
Rovesciare l'impasto in una grande ciotola di vetro. Inumidirsi le mani con acqua fredda e praticare una serie di pieghe in ciotola***.
Coprire la ciotola con un panno e ripetere l'operazione altre 2/3 volte ad intervalli di 40/60 minuti.
Sigillare la ciotola con pellicola trasparente e trasferire in frigorifero per 24 ore.


Spolverare generosamente il piano di lavoro con farina di mais fioretto e rovesciarci l'impasto freddo di frigorifero.
Formare due ciabatte (io mi sono ispirata a questo video per la formatura - minuto 8:19).


Far riposare per 30 minuti e nel frattempo preriscaldare la pietra refrattaria a 250°C ponendola nell'ultimo ripiano in basso sopra la gratella in dotazione del forno.


Infornare e cuocere per 20 minuti. Poi aprire a spiffero il forno e far fuoriuscire l'umidità. Richiudere e portare la temperatura a 220°C. Completare la cottura per latri 15 minuti.
Valutare sempre la temperatura ed i tempi di cottura in base al proprio forno.



Sfornare e far completamente raffreddare.



***Prendere un lembo di pasta con le mani umide ed allungatelo verso l’alto, poi riponetelo al centro dell’impasto. Girare la ciotola e prendete l’angolo d’impasto che si è venuto a creare e ripetete l’operazione fino a completamento del giro.



Una volta fredde, sarà possibile tagliarle a fette.


Suggerimenti di conservazione:
-intera-in dispensa per 1 settimana ben chiusa in un sacchetto di carta. Attenzione all'umidità che potrebbe comprometterne la sua originale friabilità. E' consigliato tagliare a fette al momento del bisogno e tostarle prima di servire.
-a fette-in frigorifero per 10 giorni-in freezer per 3 mesi. Chiuderle in un sacchetto da alimenti e passarle sotto il grill caldo prima di servire.


Ottimo come base per bruschette, per confezionare golosi panini o come base per gustose tartine.

74 commenti:

  1. Il cocco giù dal terrazzo? Io video! Dovevi fare il video!!! ahahahahaha. Gli ultimissimi periodi della gravidanza sono quelli che sembrano non finire più! A me arrivarono a dirmi (le ostetriche) di percorrere i viottoli sterrati che abbiamo qui in toscana per sollecitare il parto (ma Junio pigro allora come oggi si è preso una settimana abbondante oltre il termine prima di farsi conoscere!). Ottima questa ciabatta ai multicereali, tutto il buono dell'aroma di un buon pane. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..io ho camminato 12-13km fino a ieri quindi nemmeno quello aiuta O_o devo solo avere pazienza e purtroppo inizia a scarseggiare..
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  2. che meraviglia questa ciabatta :P :P

    RispondiElimina
  3. rustico e genuino questo pane, com'è nelle tue corde! per il resto tieni duro cara, ormai ci siamo... vedo che anche se provata dall'ingombrante pancione lo spirito di iniziativa non ti manca... e menomale che non passava nessuno sotto al tuo terrazzo ;)
    un abbraccio grande. buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...grazie Tizi :-P
      ps: mi ero accertata che i vicini sotto casa non ci fossero..

      Elimina
  4. Avrei voluto vederti Consu con il tuo bel pancione alle prese con il cocco! Il pane è buonissimo e bellissimo ecchettelodicoaffare, ormai sei bravissima nella panificazione. Baciotti a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, sei sempre molto gentile <3

      Elimina
  5. Il cocco lanciato dal terrazzo è il massimo ahahahah ! Poi tirato da una donna al nono mese di gravidanza sarebbe stato da filmare. Sempre molto invitanti i tuoi pani rustici. Auguri, Consu !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..non ci avevo pensato a fare un video..mi sa che mi devo ricomprare un cocco e rimediare :-P

      Elimina
  6. Mi piace la tecnica del cavernicolo per rompere i cocco ...la farò mia 😂😂😂.
    Bellissimo il tuo pane , fozay tra poco vedremmo il fiocco azzurro qui nel blog 😊😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..speriamo, inizio ad essere impaziente!

      Elimina
  7. La tua avventura con l'apertura 'traumatica' della noce di cocco mi ha fatto morir dal ridere... ma come diceva la mia nonna 'a situazioni estreme van bene gli estremi rimedi'...
    Grazie della favolosa ricettina!!

    https://nettaredimiele.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..anch'io la penso come la tua nonna :-P

      Elimina
  8. ahahahahahah il cocco giù dal balcone....mi sembrava di vederti con il tuo bel pancione e l'"inquilino" che scalcia per darti forza :)
    Questo pane è divino, non oso immaginare la farina di mais che scrocchia sotto ai denti......da visioni "mistiche" ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Ma che forza che sei! La storia della noce di cocco penso che rimarrà nella storia :-D queste ciabattine sono stupende! Tesoro ti mando un abbraccio fortissimo e vi penso <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti, sei sempre dolcissima <3<3<3

      Elimina
  10. mi hai fatto troppo ridere con il lancio del cocco dal balcone :)) avrei voluto essere lì a vedere la scena! però...quando si dice che la necessità aguzza l'ingegno! mi sembra di sentire il profumo di queste ciabattine appena sfornate. adoro questo genere di pane rustico con farine alternative. un bacione e...forza che manca poco <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede, sono felice di aver incontrato i tuoi gusti ^_^

      Elimina
  11. perchè, che altro modo c'è di rompere un cocco? ;O))) hai usato la tecnica dei miei figli, loro l'hanno perfezionata legando il sacchetto ad un cordino, così non doveveano fare nemmeno le scale per recuperarlo!prima del lancio meglio gridare coccoooo! molto belli e invitanti i tuoi pani, come sempre, un saluto goloso, il cat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo suggerimento, copierò sicuramente la tecnica dei tuoi figli..è assolutamente geniale :-P

      Elimina
  12. Ahahah ma sai che anche noi abbiamo rotto una volta la noce di cocco lanciandola dal balcone?! Tu riesci a far venire bene qualunque resto di farina. Probabilmente anche se impastassi con la sabbia 😁😁😁

    RispondiElimina
  13. My mum always likes to bake this :))

    RispondiElimina
  14. Ahahaha che spettacolo: volere è potere e non si può certo dire che tu ti sia persa d animo!! In effetti avresti potuto girare un video e brevettato come nuovo metodo di apertura del cocco! Questo pane è meraviglioso e ottimo per smaltire un po di scorta di farine in vista del caldo. Tieni duro che ci sei quasi è anche il tuo piccolino non vede l ora di conoscere la sua mamma❤ tanti bacetti a entrambi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro...ormai l'emozione è incontenibile e l'attesa sta diventando estenuante..

      Elimina
  15. Queste ciabatte sono davvero super tesoro, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  16. Che bello il tuo pane, come sempre, del resto, pure con la farina di mais ti riesce bene, sei troppo brava! Ricordo anch'io gli ultimi periodi di gravidanza come i più pesanti, però... Non puoi prendertela con un povero cocco! :-D

    RispondiElimina
  17. Ah ah fantastica la tecnica per aprire il cocco.
    Questa ricetta mi interessa perché cerco sempre di preparare cose ai cereali per mio marito che ha varie allergie.
    Nuovo post “Moda mare firmata TUC TUC” ora su http://www.littlefairyfashion.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, spero che questa ricetta sia utile anche x le tue esigenze ^_^

      Elimina
  18. MMMMM,BUONA,CHE FAME,QUEL PANINO è ABBASTANZA INTERESSANTE,BRAVISSIMA,NONOSTANTE LA PANCIA SEI ANCORA SUPER ATTIVA,COMPLIMENTI,UN BACIO A TUTTI E DUE ANZI TRE

    RispondiElimina
  19. beh, ci sei riuscita...hai raggiunto l'obiettivo, questo è ciò che conta ahahahaha
    E che dire di questo pane?! Che è una favola!!!!

    RispondiElimina
  20. Il tuo pane è sempre un successo garantito! Coraggio, tra un po' sarà finita e comincerà per te una nuova era!

    RispondiElimina
  21. Sei fortissima... che storia la noce di cocco!
    E poi, come panifichi tu, NESSUNA!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    RispondiElimina
  22. De vero I love this recetta. I love ciabatta!! Deliziosa!. Baci!

    RispondiElimina
  23. Sei arrivata già al nono mese e non ti sei fermata un attimo sei infaticabile e guarda che bel pane!. Chissà se il tuo piccolo sarà un gemelli come me o sconfinerà all'altro segno zodiacale!? aspetto news un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..sicuramente gemelli..ormai è solo questione di giorni!

      Elimina
  24. Che bello, sembra preso al forno, una soddisfazione, brava ....io invece ho preparato una torta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, passo subito ad assaggiare la tua torta ^_^

      Elimina
  25. Tutta da vedere con il pancione buttare giù dal terrazzo il povero cocco......ottimo modo di passare il tempo in attesa dell'importante appuntamento, ma il meglio come sempre lo dai con le mani in pasta....ottimo pane che mangerei molto volentieri!!!
    Baci

    RispondiElimina
  26. Sei arrivata al nono mese , anche se sei un pio' stanca continui a realizzare queste prelibatezze , davvero irresistibile il tuo pane . Favioloso abbinato al prosciutto crudo oppure alla bresaola . Un avbbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, questo pane è ottimo con tutto, non mi stanca mai ^_^

      Elimina
  27. Beh direi che considerando la stanchezza e il peso qualche voglia ci sta ;-) devi riguardarti tesoro, fatti ben aiutare dal maritino. Fate un po' per uno, tu metti le mani in pasta e lui ti aiuta nei lavoretti, direi che gli va fatta molto bene!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele, diciamo che in quest'ultimo mese è stato molto più collaborativo ^_^ vedremo in seguito ma sono ottimista!

      Elimina
  28. Ottimo questo pane, che meraviglia, dai consu, tieni duro!!
    Eh si, anche io l' avrei buttato giuù dalla finestra, mitica!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...grazie Silvietta, mi sento meno pazza dopo la tua confessione :-P

      Elimina
  29. Vorrei averti vista lanciare la noce di cocco! ;-)
    Dai che manca poco all'abbraccio col piccolo/a,goditi la pancia che poi ti mancherà anche se ora ti sembra impossibile! E comincia subito ad abituare l'uomo a darsi da fare che poi sarà dura!
    Il pane ha davvero un ottimo aspetto... una vita che non faccio le "stecche"... qui si sono fossilizzati sul pane in cassetta!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daria, non credo che mi mancherà il pancione..sono certa che appena avrò il mio bimbo tra le braccia non penserò ad altro ^_^

      Elimina
  30. Buon weekend cara, kiss
    Nuovo post “GOGANGA il perfetto mix tra originalità e qualità” ora su http://www.littlefairyfashion.com

    RispondiElimina
  31. Ma quanto sei brava Consu!!! Tu sei proprio forte sui pani!!!! Dovesse mai passarmi per la testa di fare una ciabatta, so da dove attingere :-D Bacione e complimenti!!!
    Federica :-)

    RispondiElimina
  32. Great post dear!

    http://www.iameleine.com/

    RispondiElimina
  33. Che meraviglia, ti è venuta benissimo! *.*

    RispondiElimina
  34. che fame mi hai fatto venire!
    comunque sei geniale! io non l'avrei pensato il lancio dal balcone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..la prossima volta non ti resta che provare questa tecnica ^_*

      Elimina
  35. Tanti auguri tesoro, sono così felice per te... so quanto lo desiderassi, sarai la mamma più dolce del mondo!!!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    RispondiElimina
  36. Bello il pane , divertente la storia del cocco io lo rompo sbattendolo con un altro cocco . Ho letto che il tuo piccolo è nato auguri a tutti voi . Valentina

    RispondiElimina