martedì 6 febbraio 2018

Crema spalmabile ai ceci e carruba, ricetta vegana e proteica

Sono sempre alla ricerca di idee alternative per la colazione. Attualmente prediligo quella salata, ricca di proteine e povera di grassi per riuscire ad avere un'autonomia di fame ed energie più prolungata. Il problema è che mi annoio presto e ho bisogno di cambiare spesso per soddisfare il palato e soprattutto l'inquilino del mio pancino. Volevo un'alternativa dolce che apportasse gli stessi benefici dell'attuale colazione senza eccedere in zuccheri. Ecco che quando ho visto la ricetta da Sandra e successivamente essermi gustata con gli occhi anche la versione di Tiziana, non ho esitato a replicarla all'istante. 
Ho messo in ammollo i ceci, li ho cotti e ho seguito la ricetta modificandola a mio gusto. Ho eliminato lo zucchero e sostituito il cacao con la farina di carruba.
E non mi sono fermata qui, da questa crema ne è scaturita un'altra ricetta che vi mostrerò molto presto! Per il momento sguainate i cucchiaini e preparatevi al paradiso!


Per chi non lo sapesse...
La farina di carruba si ottiene dalla macinazione dei semi del frutto spontaneo dell'albero sempreverde del Carrubo. E' ricca di zuccheri naturali, di carboidrati, di fibre vegetali, di calcio e di ferro ma è povera di grassi. A differenza del cacao in polvere, di cui è considerata un sostituto in quanto ne ricorda il sapore, essa non contiene caffeina e colesterolo. E' inoltre una valida fonte di vitamine del gruppo B, vitamina A, magnesio e potassio. Le sono riconosciute proprietà benefiche per la salute come ad esempio antiossidanti, ipocolesterolemizzanti (riduzione delle concentrazioni ematiche di colesterolo LDL), e sazianti (in grado di ridurre la velocità di svuotamento gastrico e dunque di prolungare il senso di sazietà).


Ingredienti x1 vasetto da 300ml:

240 g di ceci già lessati e freddi*
50 g di nocciole tostate
4 cucchiai di sciroppo di acero bio
2 cucchiai di olio di riso bio
2 cucchiai di carruba in polvere

*Io ho messo in ammollo i ceci secchi per 12 ore (calcolare che 100 g di ceci secchi corrispondono a circa 290 g di ceci cotti). Poi li ho scolati bene e cotti in pentola a pressione dal momento del fischio 15 minuti. Scolati e fatti raffreddare. Prelevare poi il peso necessario per la ricetta.


In un potente cutter, frullare a crema le nocciole. Unire ai ceci in un capiente mixer insieme alla carruba e lo sciroppo di acero. 


Frullare fino ad ottenere una crema omogenea. Aprire e raschiare i bordi con una spatola per recuperare eventuale materiale e unire l'olio. Frullare ancora fino ad una consistenza setosa.


Trasferire in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e trasferire in frigorifero per almeno 1 ora prima di servire. 


Questo riposo permetterà ai sapori di stabilizzarsi e alla crema di raffreddare completamente.  


Una volta pronta si conserva in frigorifero per circa 1 settimana. Per prolungarne la durata è possibile congelarla.


Avvertenze: sappiate che crea dipendenza e che dopo aver visto l'impiego che ne ho fatto ne vorrete subito un barattolino pronto all'uso. Quindi iniziate a mettere in ammollo i ceci...

38 commenti:

  1. Posso mettere dentro il dito???? Deve essere strabuonissima :)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...hai ragione è davvero una tentazione ^_*

      Elimina
  2. Da l'idea di essere buonissima....può essere contento l'inquilino...la mamma lo tratta già molto bene...brava dolcissima mammina, un bacio, anzi 2!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..faccio del mio meglio ^_^ Grazie Cri <3

      Elimina
  3. Che crema spalmabile particolare...mi incuriosisce. Kiss
    Nuovo post “Come proteggere i nostri bambini dal freddo? Con COLMAR Originals” ora su http://www.littlefairyfashion.com

    RispondiElimina
  4. i ceci mi piacciono molto poi se dici vegan mi entusiasmo, non sono prorpio vegana ma filovegana si e questa ricettina mi garba assai. Un bis-abbraccio grande Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, mettiti all'opera perchè dopo l'assaggio non potrai più farne a meno ^_*

      Elimina
  5. I ceci nei dolci creano dipendenza secondo me! Sono talmente buoni che una volta mangiato ricette dolci con ceci non si può più fare a meno! Questa crema è stupenda! La proverò presto!
    Un abbraccio e una carezza all'inquilino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, concordo con te e se resti in zona ne vedrai delle belle ^_*

      Elimina
  6. Sai perché mi piace il tuo blog per le cose diverse che cucini ,la mia è una cucina tradizionale ,non mi piace molto sperimentare con il cibo (è stato sempre così fin da bambina) se non con cose che consumo abitualmente,ma qui da te vedo tante cose nuove ( soprattutto per me ) e mi piace vedere come le cucini le presenti e leggere le ricette imparare e conoscere nuove cose anche se magari nn le proverò ,mai dire mai!!
    Complimenti per questa crema spalmabile interessante e diversa è sempre divertente e interessante leggerti .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, le tue parole non sai che piacere mi abbiano fatto!

      Elimina
    2. Grazie Consuelo proverò con il dosatore da gelato😊

      Elimina
  7. Molto originale la tua crema spalmabile, la farina di carrube prima o poi dovrò provarla anch'io. Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. c'ho tutto! ancora un pacchettone di farina di carrube e la stevia al posto dello sciroppo e la prossima merenda/colazione mi sparo qualche cucchiaiata di questo spalmino irresistibile...mi chiedo come mai da golosone non ci ho pensato prima?!
    Belle anche le altre versioni, devo decidermi ad aggiornare la barra dei blogghi!

    Una sola piccola nota: la farina di carrube si ottiene dalla triturazione del baccello, carnoso e ricco di fibre.
    Dalla triturazione dei soli semi, i carati, si ottiene l'addensante prezioso per la pasticceria.

    Un saluto goloso, il cat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cat per aver gradito la ricetta e per la delucidazione in merito alla carruba ^_^

      Elimina
  9. in un libro vegano che ho la chiama cecinella,non ricordo gli ingredienti oltre i ceci però,brava hai fato bene a provarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola...fallo anche tu e non te ne pentirai ^_*

      Elimina
  10. Buonissimo!! Anch'io prima di Natale avevo fatto l hummus al cioccolato e subito dopo quello al caffè...e dsonoa allora li rifaccio spesso: sono un'ottima alternativa alla colazione dolce, l inquilino del tuo pancino non può che esserne felice!! Che bella questa tua versione con le carrube: la proverò sicuramente! Un bacione consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-) vedrai che anche la variante con la carrube ti conquisterà :-)

      Elimina
  11. davvero moooolto interessante questa crema, me la segno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede, mi fa molto piacere e aspetto il tuo parere post assaggio ^_*

      Elimina
  12. Interessante l'aggiunta della carruba. Ho il ragazzo più grande che ormai per via del lavoro vive da solo ed esperimenta sempre nuovi gusti. Quando torna a casa ci fa assaggiare anche a noi. Sabato ha fatto la crema di ceci con tahina e curcuma, devo chiederli se ha provato la carrube. Bravissima !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, vedrai che se gliela fai trovare pronta lo conquisterai ^_*

      Elimina
  13. è davvero particolare questa crema spalmabile e sono molto curiosa di assaggiarla per le mie colazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Linda, vedrai che anche il tuo inquilino gradirà :-)

      Elimina
  14. Particolare e golosa la tua crema splamabile con ceci , nocciole e carrube, assolutamente da provare . Ricetta segnata . Un abbraccio, buona serata , Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, ne sono felice <3 Buona serata a te <3

      Elimina
  15. Un'idea davvero alternativa, non mangio carrube da anni. Brava :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, aspetto il tuo parere post assaggio :-)

      Elimina
  16. Praticamente da leccarsi i baffi 😋

    RispondiElimina
  17. oh mamma come ho fatto a perdermi questa delizia??! sono felice che tu abbia personalizzato a tua volta la ricetta, e sono sicura che la tua versione sarà deliziosa e ancora più sana della mia :) un abbraccio grande consu!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tizi, sei stata una vera ispirazione ^_^

      Elimina
  18. Santissimi angeli, ma questa è godura pura!!!!! Devo, devo, devo provarla (e poi i biscotti, hihihihihihihi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica :-) aspetto con ansia il tuo parere post assaggio :-)

      Elimina