venerdì 9 dicembre 2016

Salmone selvaggio al vapore con cavoletti in agrodolce

Era da tempo che aspettavo l'occasione di parlarvi dei benefici di mangiare salmone selvaggio piuttosto che quello di allevamento e in quest'appuntamento con la rubrica Idea Menù ne ho finalmente l'opportunità! Quest'oggi abbiamo ideato un menù invernale ed ho pensato proprio di proporvi un secondo piatto a base di salmone selvaggio e vedure di stagione (ovviamente!).
Ma prima di passare alla ricetta, vorrei spiegarvi il perchè della mia scelta alimentare.
Il salmone d'allevamento è 3 volte più grasso e, nonostante questo, fornisce meno acidi grassi benefici omega 3 rispetto al pesce selvatico. L’acquacoltura è un processo intensivo, si utilizza, infatti, uno spazio esterno o interno ristretto per allevare centinaia o migliaia di pesci, i quali sono immersi in un'acqua ricca di antibiotici ed esposti, quindi, a più prodotti chimici dei loro parenti selvatici. Ai salmoni d’allevamento, viene messa nel cibo una particolare tinta colore rosso, senza la quale, la loro carne sarebbe di un colore grigio, davvero poco appetitoso. L’acquacoltura, inoltre, aumenta il numero delle preoccupazioni ecologiche, la più importante delle quali è il suo impatto negativo sul salmone selvatico. Basta pensare che recentemente è stato scoperto un particolare pidocchio di mare tipico degli allevamenti, che uccide fino al 95% degli esemplari giovani che migra vicino a questi stabilimenti.
Queste sono solo alcune delle ragioni che mi hanno spinta ad abolire il salmone d'allevamento dalla mia dieta ma se volete saperne di più, vi invito a leggere questo articolo e sono certa che anche voi ci penserete più volte prima di fare l'acquisto.
E adesso gustiamoci un piatto pieno di salute! Buon appetito!


Ingredienti a porzione:

125 g di salmone selvaggio in trancio (fresco o congelato)
200 g di cavoletti di bruxelles
3 cm di porro
50 g di uvetta gigante essiccata*
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 pizzico di sale in fiocchi al limone**
Zenzero in polvere q.b.

*Sostituibile con uvetta sultanina.
**Realizzato frullando sale integrale marino con qualche zest di limone non trattato.

Cuocere il salmone selvaggio al vapore e tenere da parte l'acqua di cottura.
Lavare i cavoletti ed eliminare la parte finale terrosa. Ridurre a fette sottili, tagliare il porro a listarelle. Ungere una padella antiaderente con l'olio e versare le verdure. Unire un mestolo di acqua di cottura del pesce e cuocere a fiamma dolce per 5 minuti, se necessario aggiungere altra acqua. Aggiungere l'uvetta ben sciacquata e l'aceto. Saltare qualche istante, salare e condire con lo zenzero a piacere. 
Servire insieme al salmone.


Un piatto che vi stupirà per i suoi avvolgenti profumi e sapori.
Ottimo per valorizzare i prodotti di stagione in modo gustoso e leggero.


Consiglio di servirlo con questo pane.


Ecco a voi tutto il menù d'inverno al completo:
Secondo Salmone selvaggio al vapore con cavoletti in agrodolce

50 commenti:

  1. Questo secondo piatto è davvero super... Leggero, profumato e gustoso, ho già l'acquolina in bocca!
    p.s. Farò tesoro del consiglio sulla scelta del salmone selvaggio da preferire a quello d'allevamento!

    IMPOSSIBILE FERMARE I BATTITI //PAGINA FB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima, sono felice della tua approvazione :-)

      Elimina
  2. Un bel piatto saporito.. e allo stesso tempo leggero e sano! baci e buon fine settimana :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia e felice inizio settimana a te <3

      Elimina
  3. peccato faticare a trovarlo quello selvaggio e poi a milano il pesce costa parecchio, mi godo il tuo sperando di poterlo assaggiare davvero prima o poi! buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il salmone selvaggio lo trovo anch'io surgelato o affumicato..in Italia è quasi impossibile trovarlo fresco!

      Elimina
  4. grazie per i suggerimenti sul salmone e x la ricetta!!
    baciotti

    RispondiElimina
  5. Importantissime queste info relative agli allevamenti intensivi. Hai fatto un' ottima scelta alimentare zietta e cucinato così il salmone deve essere buonissimo. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica, sono felice di trovarti d'accordo :-)

      Elimina
  6. Accipicchia, non si sa più cosa mangiare.... e pensare che gli allevamenti sembravano una buona risposta sia per la salute (rendendo più frequente il consumo di pesce) che per il portafogli! Speriamo di trovarlo, qui da noi, e di non dover fare come gli orsi! A prescindere, complimenti per le informazioni e per la ricetta , cara Consu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cecilia, il salmone selvaggio lo troverai facilmente surgelato o affumicato al supermercato o chiedi al tuo pescivendolo di fiducia :-)

      Elimina
  7. Io fresco, da noi, vedo solo l'altro. Selvaggio l'ho visto surgelato, (o affumicato) dici che è buono? di certo preferirei che me lo cucinassi tu :-) quel bel piatto di salute e bontà chiama.. oh se chiama! (anche il pane!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io uso quello surgelato o affumicato a seconda della ricetta. Fresco non sono ancora riuscita a trovarlo ma sicuramente è una scelta migliore che quello d'allevamento ^_*

      Elimina
  8. Selvaggio fresco o surgelato molto difficile, qualche volta Picard e affumicato selvaggio in questo periodo. Prendo nota e buona fine settimana

    RispondiElimina
  9. purtroppo l'uomo ha abusato e adesso molti alimenti non sono più tanto sani ed equilibrati,peccato,non sempre è possibile trovare e comprare alimenti sani,questo salmone selvaggio forse lo troverò in questo periodo se sono fortunata,grazie cara il tuo post è molto chiaro buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola x la visita e x aver gradito il mio post! IL salmone selvaggio lo trovi tutto l'anno surgelato..aguzza la vista al tuo supermercato ^_*

      Elimina
  10. No va beh, i tuoi piatti sono di una raffinatezza infinita!!!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    My Facebook

    My Instagram

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola e pensare che quest'impiattamento non mi piaceva neppure :-P

      Elimina
  11. Hai perfettamente ragione Consu, l' apporto nutritivo dei pesci liberi è decisamente superiore e comunque si, gli allevamenti intensivi sono dannosi sia che siano di mucche che di pesci!
    Qui non è facile trovarlo fresco, surgelato non lo so, non ho mai cercato, lo scelgo libero quando lo compero affumicato! Ottimi i cavoletti in agrodolce!
    Un abbraccio e buon we!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che surgelato lo troverai facilmente anche al supermercato! Fresco anch'io ho difficoltà a reperirlo ^_*
      Grazie Silvietta <3

      Elimina
  12. Ma che bel piatto, ricco di profumi e sapori :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, mi fa molto piacere che tu abbia gradito ^_^

      Elimina
  13. Che piatto invitante e con i cavoletti che adoro *.* devo provare assolutamente a cucinarmelo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede, non vedo l'ora di avere il tuo parere post assaggio ^_*

      Elimina
  14. Brava Consu! Io, da nutrizionista, sconsiglio sempre i pesci d'allevamento...
    Un abbraccio!

    TruccatiConEva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di trovarti d'accordo :-) Infatti anche a me ha aperto gli occhi la mia nutrizionista ^_^

      Elimina
  15. Non so se inizierei dal salmone o dai cavoletti, che peraltro sono una scoperta che ho fatto da poco. Quello che è certo è che questo piatto mi stuzzica non poco.
    Buon fine settimana,
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono felice di aver incontrato i tuoi gusti ^_^

      Elimina
  16. Wow Consu, non le sapevo queste cose sul pesce d'allevamento...D'ora in poi, sceglierò con più cura il pesce che porto in tavola! Grazie carissima per i preziosi consigli e grazie per aver condiviso questa ricetta deliziosa e ricca di nutrienti!
    Un grande abbraccio,
    Mary :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che ringraziare io te x queste belle parole <3

      Elimina
  17. una cottura che amo particolarmente, il vapore mantiene le carni morbide e il sapore integro, ottimo l'abbinamento con i cavoletti !

    RispondiElimina
  18. A casa mia adoriamo il salmone, penso proprio che presto proverò questa tua colorata e leggera versione, oh si! ( fa pure rima, eheheh.....)
    Un bacione stella e buona domenica

    RispondiElimina
  19. Una buonissima ricetta, Consu, e soprattutto grazie per tutti i consigli sul salmone. Un bacione a domani :)

    RispondiElimina
  20. Sai che anche io prediligo il selvaggio? Non sempre riesco a trovarlo, devo dirti la verità, ma prima di comprarlo, chiedo sempre :) Gustosissima ricetta, leggera e piena di gusto. Un abbraccio e buona serata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sapevo che saresti stata d'accordo con la mia scelta ^_^

      Elimina
  21. Bellissima ricetta, un accostamento leggero e delicato ma molto intrigante, complimenti!

    RispondiElimina
  22. Carissima Consuelo grazie mille per i preziosi consigli relativamente alla scelta del salmone (pesce che mi piace tantissimo ma che ho sempre trovato d'allevamento con quel colore acceso di cui parli...)credimi,ignoravo che fosse dovuto a trattamenti simili....
    Spero di riuscire a trovare quello selvatico,anche surgelato,le prossime volte guarderò bene nel banco frigo;).
    Grazie mille per l'articolo,utile e interessante da tenere sicuramente in considerazione;).
    Complimenti inoltre per la bellissima e originale ricetta,mi ispirano tantissimo gli abbinamenti che hai utilizzato,bravissima come sempre:)).
    Un bacione e buona settimana:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Rosy, vedrai che nel banco dei surgelati del tuo supermercato scoverai il salmone di cui parlo :-)

      Elimina
  23. Mi ispira moltossimo questa ricettuzza!!! E poi avrei proprio voglia di pesce!!!

    RispondiElimina