venerdì 8 dicembre 2017

Risotto al limone

Mi capita spesso di ripensare a com'era la mia alimentazione prima che iniziassi a curarmela da sola. Fino ai 20 anni, ovvero fino a quando abitavo ancora con i miei genitori, credo di essere entrata in cucina 3 o 4 volte e sempre sotto minaccia! I miei compiti viravano da sbucciare le patate a disfare la lavastoviglie, stop! Come poi sia nata la mia passione smisurata per l'arte culinaria è ancora tutto da capire e sicuramente mettermi ai fornelli una volta nella mia casa è stata più una necessità che un piacere.
Chi veramente sapeva coccolare il cibo e lo faceva con tanto amore era mio padre. Purtroppo non poteva sbizzarrirsi come voleva perchè noi ragazzi eravamo piuttosto noiosi come gusti ma con il risotto al limone ci metteva sempre d'accordo! La ricetta credo che l'avesse scopiazzata da un vecchio libro di cucina che troneggiava nella libreria, sicuramente un vecchio regalo del corredo di nozze ma lui sapeva come renderla speciale. Con un bel sorriso portava la pentola con il risotto fumante in tavola, iniziava a porzionarlo ed il profumo avvolgente ci faceva salire l'acquolina ed era assolutamente impossibile resistergli!
Oggi proprio in balia di questi ricordi ho provato a riprodurlo per la prima volta. Con ancestrale timore di rovinarmi per sempre quel buonissimo sapore che portavo nella memoria. L'ho curato come avrebbe fatto mio padre e l'ho adattato un po' a quello che ormai fa parte della mia alimentazione, utilizzando il riso integrale ed omettendo la panna che lui invece utilizzava.
Il risultato è stato molto soddisfacente e sono tornata indietro nel tempo con un pizzico di malinconia e tenerezza.


Ingredienti a porzione:

70 g di riso Carnaroli integrale*
1/4 di cipolla rossa bio
1/2 limone bio
1 ricciolo di burro di ottima qualità
1 mestolo di brodo caldo**
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato al momento
Pepe verde macinato al momento q.b.
Prezzemolo frasco (facoltativo)

*Per ottimizzare i tempi di cottura, io cuocio più porzioni di riso insieme in pentola a pressione calcolando 20 minuti dal momento del fischio. Faccio raffreddare e divido in sacchetti da freezer in mono porzioni. Si conservano in frigorifero fino a 4 giorni o in freezer fino a 3 mesi.
Al momento del bisogno basterà far tornare il prodotto a temperatura ambiente ed utilizzare nelle proprie ricette considerando 5-8 minuti di cottura finali.
**Utilizzo un brodo granulare fatto in casa da una mia amica. In alternativa si può far bollire sedano, carota e cipolla e filtrare.

Tritare la cipolla e farla rosolare in una padella con il burro allungato con poco brodo. Unire il riso, sgranarlo bene e sfumare con il succo di limone. Farlo insaporire qualche minuto unendo poco altro brodo se necessario.
Fuori dal fuoco mantecare con il Parmigiano e trasferire nel piatto di portata. Completare con qualche zest di limone e una grattata di pepe verde. 


Se piace è ottimo con una spolverata di prezzemolo fresco, io l'ho messo solo decorativo.


Un piatto profumato e leggero, caldo e avvolgente, adatto alla tavola di tutti i giorni e a quella delle feste!


Ecco la nostra tavola dei ricordi:
Colazione Torta stracciatella di Carla
Pranzo Risotto al limone

30 commenti:

  1. Una delizia!!! Mia mamma mi ha promesso di farmelo ;)
    Abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere se vi è piaciuto ^_^

      Elimina
  2. Che bello tornare indietro a quei ricordi tanto tanto cari della nostra crescita. Anche io lo faccio sovente, non tanto per la bontà dei prodotti, ma per rievocare le sensazioni, i profumi e anche le persone che non ci sono più. Io... ecco... forse in questo frangente sono un po' una frana perché piango come una scema per cose sceme... però questi post mi commuovono (ok, hai visto, ci vuole pochissimo), in un senso del tutto personale che non vuole assolutamente intristirti! Il mio problema è che leggo in modo individuale ciò che gli altri scrivono e l'infanzia legata al cibo per me è nonna e nonno... e BUM! Disastro!
    Quindi, insomma, niente, torno normale... questo risotto sono certa sia buonissimo.
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammiro la tua sensibilità..ti rende unica <3 Grazie Robi!

      Elimina
  3. Ottimo il tuo risotto sempre belli fare memoria dei ricordi d'infanzia
    Buona festa dell'Assunta. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani, sono felice che ti sia piaciuto :-)

      Elimina
  4. Chissà che buon profumo questo risotto!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie manu..non ti resta che provarlo ^_^

      Elimina
  5. Sai che non l’ho mai cucinato al limone? Anche se ne ho lette varie versioni sui libri o web, immagino sia fresco ed invitante 😋 gnam!

    RispondiElimina
  6. Stupendo, deve avere un profumo inebriante!

    RispondiElimina
  7. Ma che buono il risotto al limone :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  8. Un risotto tesoor gustoso e pieno di ricordi e amore e con un profumo magico!!un bacione grande,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Imma, mi fa molto piacere il tuo gradimento ^_^

      Elimina
  9. Quanti ricordi può portare il profumo di un piatto ... molto particolare questo tuo risotto, da provare

    RispondiElimina
  10. Le ricette del cuore sono le migliori! Grazie per la ricetta, per aver condiviso con noi l'intimità di un ricordo e per le dritte sul riso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x essere passata a leggermi ^_^

      Elimina
  11. Che fantastico risottino! Mi sembra di sentire il profumo!

    RispondiElimina
  12. I piatti che ci ricordano le persone care sono sempre speciali e regalano emozioni profonde...
    Ottimo risotto.
    Buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, non potrei essere più in accordo con te ^_*

      Elimina
  13. E' una ricetta deliziosa e che piace anche ai bambini a mio avviso. Tra l'altro non la escluderei per un menu delle feste, vista la delicatezza e l'abbinabilità a carne e pesce. Le tue proposte sono sempre TOP! Tutto bene tesoro, solo sempre troppo di fretta!!! E tu come stai? Spero bene! Un abbraccio fortissimo :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, infatti a noi bimbi piaceva sempre :-) provalo per i tuoi pargoli, chissà che non apprezzeranno ^_^
      A presto <3

      Elimina
  14. e' bello vedere come cambiamo rispetto a quando eravamo ragazzi ed è curiosi cercare di capire il perchè poi le cose siano cambiate così di netto e soprattutto il quando preciso! ma è altrettanto bello andare a ripercorrere quei ricordi cercando di riportarli al presente, come hai fatto tu, con un piatto del cuore.
    Mi piace molto qst risotto e anche io, come te, non metterei la panna :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, sapevo che avresti captato il pensiero profondo che sta dietro questi semplici aromi <3

      Elimina
  15. Che bei ricordi anche nel tuo piatto di riso. Quando poi sono i papà a cucinare tutto diventa speciale! Un bacio grande :)

    RispondiElimina