lunedì 31 agosto 2015

Pane in cassetta 100% integrale senza grassi aggiunti

Qualche giorno fa ero di fronte allo scaffale dei pani in cassetta (quelli già tagliati e sigillati in buste di plastica di una nota marca..esatto proprio quella che ha come testimonial un latin lover in pensione..) e mi accingevo al riassortimento. Mentre li toglievo ad uno ad uno dallo scatolone sono stata invasa da un forte sentore di alcool. Ho subito pensato che un cliente avesse rotto l'ennesima birra di stagione, invece l'odore proveniva proprio da dove avevo le mani io. Una busta si era accidentalmente aperta ed era l'artefice di quel "gradevole profumo" così forte da farmi rischiare di sbandare tra le corsie del supermercato in cui lavoro! Presa dalla curiosità ho iniziato a leggere gli ingredienti e sono rimasta scioccata..un vero tripudio di grassi e "ingredienti strani"! Da qui è nata la mia idea di realizzarne uno in casa che potesse soddisfare i miei canoni di salute, gusto e benessere!



Mi sono armata del mio amato lievito madre (quelli confezionati non lo vedono nemmeno da lontano e non fidatevi anche se c'è scritto "lievitazione naturale"..vi garantisco che non ha niente a che fare con quella che conosciamo noi!), di ottima farina integrale macinata a pietra e mi sono messa all'opera. Ho utilizzato un olio di semi di girasole bio per il suo sapore neutro, ma niente toglie di avvalersi del buon olio extra vergine d'oliva rigorosamente italiano per ottenere un gusto più deciso! Un altro trucco per ottenere una consistenza simile a quello acquistato senza unire grassi è quello di sfruttare le proprietà della lecitina di soia
Ve ne ho già parlato in passato ma rinfrescare la memoria non fa mai male!
Per chi non lo sapesse llecitina di soia è un complesso di fosfolipidi ottenuti dai semi di soia. Viene commercializzato sotto forma di granuli, compresse o capsule come ottimo integratore per combattere il colesterolo alto e aiutare nell'eliminazione dei trigliceridi nel sangue. E' consigliata anche nel trattamenti di malattie cardiovascolari e per la metabolizzazione dei grassi. Ha tantissime proprietà benefiche per l'organismo ma quello che ho voluto approfondire è stato il suo impiego in cucina. Sciolto in acqua nella proporzione di 1:2 (es. 10g di lecitina in polvere e 20g di acqua) si ottiene un eccellente emulsionante che può tranquillamente sostituire l'impiego del tuorlo d'uovo in svariate ricette, come pasta fresca, maionese o nei lievitati. Proprio in quest'ultimi garantisce una migliore texture, fragranza e conservabilità. In questa ricetta ne ho avuto la conferma definitiva!

Ingredienti x uno stampo da plumcake 35x8x15cm:

500 g di farina integrale macinata a pietra* (+ quella per il piano di lavoro)
105 g di lievito madre attivo**
400 g di acqua 
2 cucchiai di olio di semi di girasole bio
1 cucchiaino di lecitina di soia in granuli
1 cucchiaino di sale fino marino

*Io ho utilizzato la mia amata Petra 9 del Molino Quaglia ottenuta da solo grano italiano e con dentro tutto il chicco. Una farina dal profumo unico e dai valori nutrizionali completi!

Per l'acquisto e per saperne di più visitate www.foodscovery.com
Vi ricordo che inserendo il codice ibiscottidellazia2312 avrete diritto ad uno sconto di €10,00 sul vostro acquisto.

**Rinfrescato e al raddoppio.

In una capiente ciotola, versare l'acqua, il lievito madre e la lecitina di soia. Lasciare riposare per 15 minuti. Poi con una forchetta sciogliere il lievito. Unire la farina ed il sale. Mescolare velocemente con la forchetta fino a far assorbire tutto il liquido ed infine incorporare l'olio. Far riposare l'impasto per 20-30 minuti.
Spolverare il piano di farina e rovesciarci l'impasto. Praticare una serie di pieghe a libro e riporre nella ciotola leggermente unta d'olio. Coprire con pellicola trasparente e far lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio (io ho impiegato circa 4 ore a 27-28°C).
Spolverare il piano di lavoro di farina, rovesciarci l'impasto lievitato e, con la leggera pressione dei polpastrelli, stenderlo in un rettangolo. Arrotolare dal lato più lungo (che dovrà avere la stesso lunghezza dello stampo da plumcake) e riporre nello stampo rivestito di carta da forno.
Coprire con un canovaccio umido e far lievitare fino al bordo a raggiungere il bordo (io ho impiegato circa 2 ore a 27-28°C).
Preriscaldare il forno in funzione statica a 250°C. Infornare nel ripiano più basso e cuocere per 20 minuti. Poi vaporizzare il vano con acqua e portare gradualmente la temperatura a 200°C. Proseguire per 20 minuti, in funzione ventilata, avendo l'accortezza di lasciare lo sportello a spiffero gli ultimi 10 minuti.
Sfornare e, appena lo stampo è maneggiabile, estrarre il pane e farlo raffreddare completamente su una gratella coperto con un telo di lino per mantenerlo morbido.


Una volta freddo può essere tagliato a fette. 

Per conservarlo al meglio:
-in frigorifero avvolto in pellicola trasparente, già tagliato a fette. 1 settimana.
-in freezer in sacchetti di plastica, già tagliato a fette. 3 mesi.
-in dispensa in un sacchetto di carta, lasciato intero. 5 giorni.
Un pane ottimo per confezionare dei sandwich morbidi e golosi.


Io l'ho provato con pesto di zucchine (presto su questi schermi...), rucola e bresaola..inutile dirvi che è stato un pranzetto delizioso!


Le fette tostate e spalmate di marmellata sono un'idea per iniziare la giornata con energia e la giusta dose di benessere!


Io l'ho provate con la confettura extra di more..ora non resta che mettere le mani in pasta e cercare il mix di sapori che può vi aggrada!


Con questa ricetta partecipo alla raccolta Panissimo

66 commenti:

  1. ma è fantastico Consu! Come piace a me! Lo faccio... ma resta soffice soffice?

    RispondiElimina
  2. e si il tuo pane è tutto un altra cosa..guarda che meraviglioso panino che hai fatto! io lo ammetto a volte per comodità lo acquisto..ma il tuo fatto in casa.. che lo dico a fare?? lo batte alla partenza!! ;) la prossima volta non lo prendo più e lo faccio in casa baci e buon lunedì
    vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho sempre evitato l'acquisto ma se ho convinto anche te a fartelo in casa, sono riuscita nella mia impresa :-)
      Grazie cara, vedrai che non te ne pentirai ^_*

      Elimina
  3. Caspita....eccellente questo pane, naturalmente non ha niente a che vedere con quello che si compra! Complimenti Consuelo, davvero

    RispondiElimina
  4. Devo tornare sui miei passi per fare il pane in casa. Il tuo è molto invitante sia nella versione dolce che salata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, il pane fatto in casa è tutt'altra cosa :-) non se ne può più fare a meno :-P

      Elimina
  5. Cara Consuelo,i prodotti industriali non hanno niente a che vedere con quelli che prepariamo noi in casa..i primi sono ricchi di sostanze dannose per la salute in quanto chi li produce mette al primo posto il risparmio (che li porta ad utilizzare ingredienti pessimi) e il guadagno e non sono affatto interessati alla salute dei consumatori....
    Il tuo pane è un capolavoro come tutte le meraviglie che realizzi:sei una maga dei lievitati e non mi stancherò mai di dirtelo,bravissima come sempre:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo hai ragione, oggi al primo posto c'è il guadagno e poi la salute :-( ma possiamo sempre ribellarci e riscoprire il piacere di fare le cose in casa..il benessere è garantito ^_*
      Grazie della visita Rosy e a presto <3

      Elimina
  6. Qualsiasi apprezzamento al tuo magnifico lavoro sarebbe riduttivo. Però, devo pur esprimere il mio gaudio di fronte a questa meraviglia. Ecco, lo esprimo: STRAORDINARIO!!! :)
    Grazie delle sempre precisissime indicazioni, Consu!
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te MariG..è sempre un piacere averti mia ospite :-)

      Elimina
  7. Brava come sei ,mi sembrava strano che il pane in cassetta mancasse nella tua cucina ....sei super cara zietta!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  8. Cara Consuelo, se cominci a leggere attentamente gli ingredienti di molti prodotti confezionati, smetti di comprarli e magari anche di mangiare. Certo, se il pane in cassetta te lo fai da te, usando prodotti italiani di ottima qualità, il discorso è ben diverso. Le tue fette di pane spalmate con la marmellata sono un ottimo mezzo per iniziare bene la giornata. Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Andrea..i mio carrello è sempre pieno di materie prime e mai cose già pronte e confezionate ^_*
      Grazie della visita e della tua approvazione :-)

      Elimina
  9. Spettacolo!! Da fare subito!! Oltretutto la mia pm è risorta dopo il riposo vacanziero e si è ripresa alla grande!!! Brava Consu, è davvero un pane splendido!! Buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvietta e felice settimana anche a te <3

      Elimina
  10. BELLO, BUONO ,SOFFICE E ALTO, PROPRIO COME PIACE A ME!!!!HAI AVUTO UNA GRANDE INTUIZIONE!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, sono felice di aver incontrato i tuoi gusti :-)

      Elimina
  11. Oh caspiterina, pensare che anche io l'ho sempre in casa, tocca eliminarlo!! Effettivamente il tuo ha tutta un'altra faccia, sembra spaziale..
    Un abbraccio
    Eva e Valentina the anarCHIC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo provi non tornerai più indietro ^_* Garantito!!!

      Elimina
  12. Troppo buono!!! Anch'io non sopporto quell'odore sgradevole di alcool, concordo che non c'è paragone con un bel pane fatto in casa!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, mi fa piacere sapere che la pensi come me :-)

      Elimina
  13. Taci ,sai che ho la fissa leggo ogni etichetta e praticamente nel carello non metti piu' nulla ,sei stata fantastica questo pane oltre a essere bellissimo e' un concentrato di benessere ...super super seper bravaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...anche x me è la stessa cosa..tra grassi, conservanti e compagnia bella, non c'è più niente di buono x la salute :-( meno male che con delle buone materie prime si può fare tutto in casa :-)

      Elimina
  14. Complimenti per questo delizioso pan bauletto,deve essere una vera bontà!
    Bravissima zietta hai fatto bene a realizzarlo!
    Un caro abbraccio e felice settimana!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauretta, mi fa molto piacere che tu abbia gradito :-)
      ps:...adesso devo pensare al tuo contest ^_*

      Elimina
  15. Ecco, proprio ora mi ci preparerei una bella colazione: pane burro e marmellata!!!!
    Sei mitica!!!
    xo Paola
    Expressyourself
    My Facebook

    RispondiElimina
  16. Meraviglioso il tuo pane in cassetta. Non c'è proprio paragone. Cosa darei per averlo al posto di quelli confezionati, che, aimè, ammetto di comprare (spesso ci facciamo i toast per colazione)!
    Buona settimana, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a fartelo in casa e sono sicura che non li acquisterai più. Preparazione veloce e golosissima a cui non si può rinunciare ^_*

      Elimina
  17. Vuoi mettere? Semplicemente buonissimo! Brava Consu, hai fatto un post esaustivo e molto utile. Il famoso "latin lover" della pubblicità a noi non ci convince all'acquisto, altro che!! Io con lui ci farei dell'altro ... non certo comprerei i prodotti che pubblicizza ahahahahhhh
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Hai fatto benissimo a rinfrescarci la memoria sulla lecitina!
    Anche io non sopporto il sapore industriale del pan bauletto! Ho anche avuto la sfortuna di assaggiare le focaccelle (le offrivano gratis all'uscita della mostra del libro di Torino) sono terribili! Quanto di più chimico abbia mai assaggiato ahahahahah!
    Viva l'home made!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O_O posso immaginare e mi fido del tuo giudizio..non ho il coraggio di provarle :-P

      Elimina
  19. Sei davvero la maga dei lievitati!!! questo pan bauletto è perfetto!!! ho stampato la ricetta, sono felicissima di tornare ai miei fornelli e la tua ricetta mi ha conquistata all'istante!!! Super felice di rileggerti!!
    ti abbraccio forte! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jo, non sai quanto mi facciano piacere le tue parole <3<3<3

      Elimina
  20. quel pane l'ho acquistato anch'io, ero rimasta senza il panino integrale per la cena e la panetteria l'aveva terminato. Non mi è piaciuto per niente,solito odore e ricco di di tutto quello che non può far bene. Interessante la tua ricetta :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con il tuo pensiero..metti le mani in pasta e vedrai che il risultato ti sorprenderà..influisce positivamente anche sull'umore ^_*

      Elimina
  21. Rimango sempre incantata dalle tue conoscenze e dalla tua bravura col pane!!!
    brava e ancora brava

    RispondiElimina
  22. Hai fatto benissimo a farlo ed è uno spettacolo sai! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono felice che ti sia piaciuto :-)

      Elimina
  23. E direi che l'obiettivo è stato centrato ! Guarda qui che meraviglia :)
    Un bacione Consu <3

    RispondiElimina
  24. Buonissimo, è davvero perfetto sia con il dolce che il salato, bravissima Consu!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, provala e sono sicura che ti conquisterà :-)

      Elimina
  25. Io ho avuto la stessa reazione con i biscotti per la colazione: non se ne può più di tutti quei grassi, molto meglio qualcosa di sano preparato in casa.
    E poi vuoi mettere la soddisfazione di fare un buon pane in cassetta da soli?? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo perfettamente con le tue parole..gusto, salute e soddisfazione, cosa chiedere di meglio???

      Elimina
  26. Davvero incantevole! Anche io non sopporto il pane in cassetta confezionato perchè il sentore di alcool è davvero orrendo e si ripercuote, oltre che nell'odore, anche nel sapore.
    Homemade tutta la vita! :D

    Complimentissimi :)

    RispondiElimina
  27. Le tue pagnotte mi riempiono gli occhi e la mente, grazie Consu!

    RispondiElimina
  28. Nulla a che vedere con un prodotto imbustato questo tuo pane, ma nulla a che vedere nemmeno con quei semilavorati che si fingono freschi e naturali solo perché ancora caldi...
    V.

    RispondiElimina
  29. mia cara, sto provando il tuo pane, è in seconda lievitazione, ma è molliSimo! Per maneggiarlo un po' ho aggiunto un sacco di farina, e a malapena sono riuscita a fare qualche piega in ciotola con la spatolina perché si incollata ovunque. Sarà l'impiego di farina monococco semi integrale? Eppure mi pareva morbido il giusto durante l'impasto... mah. Ce conbino sempre una...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti garantisco che le dosi sono corrette, io l'ho già rifatto 2 volte ma la seconda con la lunga lievitazione in frigorifero di 20 ore. Sicuramente dipende dalla farina, quella che ho io assorbe molti liquidi mentre quella che hai utilizzato tu non la conosco. Tienimi aggiornata sul risultato, vedrai che il sapore sarà ottimo!

      Elimina
  30. odio la correzione automatica!!! Ne combino non ce conbino, che nervoso!!!!

    RispondiElimina
  31. Ciao, è possibile, volendo, sostituire la lecitina con l'uovo? (Uno? Solo tuorlo?) Grazie e complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Giuseppe, puoi sostituire la lecitina con 1 tuorlo piccolo ed eventualmente aumentare di 1 cucchiaio circa la dose di farina se necessario :-)
      Se non vuoi utilizzare proteine animali puoi creare un'emulsione con 1 cucchiaino di semi di chia e 2 di acqua, dopo 15 minuti di riposo puoi utilizzare la miscela nell'impasto.

      Elimina