domenica 8 febbraio 2015

Torta salata al cavolo nero e caprino

Nonostante la splendida giornata di sole, mi si prospetta una domenica casalinga a base di "pasticci" in cucina e lavoretti arretrati di casa (indovinate a cosa mi riferisco..stirare, ovviamente!!!). Il marito è ancora influenzato e fino a martedì non può mettere il naso fuori, quindi oggi salta anche il 2° corso di carnevale e un'eventuale altra gita fuori porta. Ma va bene così, perché il mio cuore si è un po' rasserenato. 
Mio nonno è stato trasferito ieri in una "casa di cura", dove dovrà permanere 15 giorni. Il prossimo passo sarà tornare a casa. I medici hanno detto che è migliorato e, nonostante abbia ancora bisogno di cure professionali, non è più necessario che  rimanga in ospedale in medicina intensiva.  
Da profana, credo che sia una bella notizia o almeno noi l'abbiamo percepita come tale e ci siamo tranquillizzati.
I miei genitori, dopo giorni di spola tra casa-lavoro-ospedale, si sono concessi una breve gita in Garfagnana. Con la scusa di fare un po' di scorta di legna per il caminetto, si sono fermati al nostro orto ed hanno pensato bene di donarmi gli unici prodotti raccolti (l'improvvisa gelata ha distrutto tutto..).
Mi sono ritrovata con 3 mazzi di cavolo nero ed ho iniziato la mia fase di smaltimento, iniziando con una bella torta salata.
Come vi ho già raccontato in passato, e come potrete appurare dal mio archivio di ricette, non sono amante di sformati, torte salate, quiche e compagnia bella. Preferisco gustarmi le verdure nature, elaborandole il meno possibile. Ma da quando ho scoperto la pasta matta, la storia è un po' cambiata e ogni tanto amo farmi questo regalo, concedendomi una torta salata a regola d'arte.
Quella che vi propongo oggi è talmente strepitosa che non posso far altro che invitarvi a replicare!


Dosi x una tortiera da ø22cm:



pasta matta*

350 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
200 ml di vino bianco
3 cucchiai di olio di semi di lino (o e.v.o.)
2 cucchiai di semi di papavero
1 pizzico di sale fino marino


ripieno

400 g di cavolo nero già cotto**
50 g di caprino fresco
3 pomodori essiccati
2 rametti di timo fresco
1 aglio intero
1 cucchiaino di olio e.v.o. 


*Con queste dosi potrebbe avanzarvi un po' di pasta, tutto dipende dallo spessore in cui verrà stesa. Ad ogni modo non scoraggiatevi, potrà essere utilizzata per confezionare golosi crakers.

**Pulire tutte le foglie dalla nervatura centrale più coriacea. Lavare accuratamente le foglie e cuocerle in abbondante acqua per 15 minuti. Strizzarle bene e riporle in frigorifero.


Setacciare la farina in una capiente ciotola. Aggiungere il sale, i semi di papavero e mescolare. Unire l'olio ed il vino, quindi iniziare ad impastare. Lavorare energicamente per circa 10 minuti o fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Formare una palla e avvolgerla in pellicola per alimenti. Far riposare in frigo almeno 30 minuti.


Ungere una padella antiaderente con l'olio, unire l'aglio sbucciato e schiacciato e le foglioline ricavate dai rametti di timo. Tritare i pomodorini e il cavolo ed unire anch'essi in padella. Saltare per pochi minuti e fuori dal fuoco incorporare il caprino. Eliminare l'aglio e far raffreddare.


Stendere 3/4 della pasta in un disco sottile e rivestirci la tortiera. Versare il ripieno e livellare. Coprire con l'altra parte di pasta stesa anch'essa in un disco sottile.

Sigillare i bordi e schiacciarli con i lembi di una forchetta. Bucherellare la superficie per evitare che in cottura gonfi e lucidare con un filo d'olio.



Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 1 ora.

Sfornare e far completamente raffreddare prima di servire.



Ottima preparata in anticipo e servita fredda a piccoli pezzi per allietare buffet, aperitivi o un pranzo take away!

Si conserva per 3 giorni in frigorifero coperta con pellicola trasparente, in alternativa è possibile congelarla.


L'abbinamento di sapori è perfettamente equilibrato, il gusto del cavolo viene smorzato ed insaporito dai pomodori secchi, mentre il caprino regala la giusta cremosità e sapidità all'insieme.
Vi consiglio di non omettere i semi di papavero dalla pasta matta, regaleranno una nota speziata e croccante assolutamente irresistibile!

68 commenti:

  1. E' bellissima! Ideona unire i semi di papavero all'impasto. Io invece adoro le torte salate, le faccio spesso e con tutto quello che mi trovo in frigo. Secondo me è un ottima idea svuotafrigo. Sono contentissima per il nonno e anche del fatto che sei più serena anche tu. Buona domenica tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry, penso anch'io che questa preparazione sia un ottima idea svuota frigo ma mio marito non ne mangia, quindi ne limito la produzione a favore della mia linea ^_*
      Buona domenica anche a te <3

      Elimina
  2. perfetta!!!!! te la copio integralmente!!! mi ha conquistata !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa davvero piacere Mimma, grazie e fammi sapere :-)

      Elimina
  3. La adoro!! E l'impasto coi semi di papavero è speciale. Sempre dita incrociate per il nonno ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Letizia, 6 sempre dolcissima <3<3<3

      Elimina
  4. Vado matta per le torte salate!!!
    Le mangerei ad ogni ora del giorno.....
    Per non parlare poi delle novità come la tua!!!
    Gnam Gnam Gnam.......
    Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia, mi fa molto piacere aver incontrato i tuoi gusti :-)

      Elimina
  5. Dev'essere buonissima! Adorabile l'aggiunta dei semi di papavero! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Iulia, mi fa molto piacere il tuo gradimento ^_^

      Elimina
  6. Anch'io faccio spesso le torte salate. Mi piace l'idea di mettere i semi di papavero nell'impasto. Il cavolo nero non lo compro mai perchè non so come utilizzarlo. Questa è un'ottima ricetta per provarlo. Alla mia famiglia piacerebbe molto. Buona domenica e buoni pasticci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e fammi sapere, vedrai che conquisterai il palato di tutti :-)
      Grazie Natascia e felice domenica anche a te <3

      Elimina
  7. Che bella idea quella dei semi nell'impasto. Una torta davvero golosa. Ti abbraccio.

    Ps sono molto contenta per tuo nonno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, le tue parole mi regalano un sorriso sincero <3

      Elimina
  8. Non sai quanto io sia felice che tuo nono si stia riprendendo, continuo a pregare per lui perché stia ancora meglio.
    I nonni sono un bene prezioso e non sai cosa darei per rivedere la mia nonna che mi viene a trovare in sogno ma è sempre irata e non ne capisco il motivo :-(
    Questa torta rustica con il caprino e la verdura è da provare e mi piace l'aggiunta dei semi nell'impasto che lo avrà reso bello croccante, immagino.
    buona domenica amica mia e una buona guarigione alla tua dolce metà.
    Ah! Una grattata anche a Miss Grey.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, che dolce che 6..mi stai coccolando come una vera amica e anche le persone che mi stanno attorno godono delle tue attenzione..6 davvero unica <3<3<3<3
      Buona domenica e a presto!

      Elimina
  9. Proprio venerdì ho comprato il cavolo nero, mi hai dato un'ottima alternativa per utilizzarlo; mi piace molto anche l'idea dei semi di papavero.
    Auguri per tuo nonno!
    Mi sono unita ai tuoi lettori fissi, spero vorrai ricambiare sul mio blog, grazie :)
    My Tester Mania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta cara, è un vero piacere conoscerti ed ho ricambiato la visita :-)
      Grazie x aver gradito, aspetto il tuo parere post assaggio :-)
      Buona serata <3

      Elimina
  10. ma quanto è bella questa torta?
    con questi semini a bella vista? semplicemente incantevole <3
    non ho mai provato la pasta matta, peccato che non possa assumere vino, dici che viene anche sostituendolo con qualcos'altro? tipo l'acqua?
    ora ti voglio a sperimentare la farinata di cavolo nero...visto che ne hai così tanto da "smaltire" XD
    sono curiosa di vedere la tua versione XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vino può essere sostituito semplicemente con acqua naturale o frizzante..ho provato entrambe le versione e mi hanno dato grandi soddisfazioni ^_^
      Grazie x aver gradito, aspetto di avere il tuo parere post assaggio ^_*
      ps: il cavolo nero è nel freezer già cotto in attesa di ispirazione..vedremo ^_*

      Elimina
  11. è interessante sia la ricetta della pasta che il ripieno con il cavolo nero

    RispondiElimina
  12. Certo che è una buona notizia , vedrai che il nonno si riprenderà presto !!!
    devo provare questa pasta matta ..... ottima la torta!!!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, mi rincuorano le tue parole <3

      Elimina
  13. Benissimo Consu, si, credo anche io sia una buona notizia, vi auguro che si risolva tutto nel modo migliore!!
    Bellissima e deliziosa questa torta, brava, i semini di papavero sono davvero una splendida idea!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvietta, sono felice che la ricetta ti sia piaciuta..x il nonno voglio pensare solo positivo..speriamo bene..

      Elimina
  14. Eccomi! Innanzitutto tantissimi auguri per il tuo nonnino, che tenerezza! Tu cerca di resistere col sorriso sulle labbra, sono sicura che andrà sempre meglio! Poi tanti complimenti per questa deliziosa torta salata, quanto mi piace!!! Buon pomeriggio, io ho già dato con lo stiro ieri ma in compenso mi sono messa a riverniciare la scala interna! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara della visita e per avermi dedicato le tue dolci parole..la giornata casalinga ha dato ottimi risultati sia in cucina che nello smaltimento della pila da stirare..evvai ^_*

      Elimina
  15. Complimenti Consu, questa torta salata è veramente buonissima io adoro il cavolo nero! Splendida idea quella di realizzare la pasta matta, prima o poi la devo provare, la tua è deliziosa con i semi di papavero!
    Bravissima come sempre!
    Sono felice per tuo nonno tanti auguri per una pronta guarigione!
    Un abbraccio e buona domenica!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, sono felice di aver incontrato i tuoi gusti ^_^ provala e vedrai che non te ne pentirai ^_^
      6 un tesoro e auguro anche a te una felice serata <3

      Elimina
  16. SONO CONTENTA DI SENTIRTI PIU' SERENA, TE L'HO DETTO CHE TUTTO SAREBBE ANDATO PER IL MEGLIO!!!BELLISSIMA LA TUA TORTA SALATA, LA PASTA MATTA L'HO PROVATA ANCH'IO ED E' DAVVERO FANTASTICA, IN PIU' CON L'AGGIUNTA DI TUTTI QUEI SEMINI UNA VERA CHICCA!!!!BRAVISSIMA!!!!BACI TESORO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, le tue energie positive sono arrivate a destinazione..6 un tesoro <3

      Elimina
  17. Ciao Consuelo dai dai che tra poco il nonnino si rimette in sesto ;)!!! Grazie a voi toscane ho scoperto il cavolo nero, presente anche qui a Milano, e mi piace davvero molto il suo sapore particolare diverso dai soliti cavoli però... E mi piace l'idea di farlo
    Finire in una torta salata, molto interessante anche i semi di papavero nell'impasto...prossima volta che la preparo le daro' questo tocchino in più, grazie cara, buona domenica ehm io domani ho l'appuntamento con il mio amico ferro da stiro :)!!! Baci Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Luisa, non invidio il tuo appuntamento di domani...io oggi ho perso 2 ore della mia vita U.U almeno per un po' non ci penso :-P
      Grazie x aver gradito la mia ricetta, sono davvero felice di averti ispirata :-)

      Elimina
  18. Cara Consuelo, sono contenta di apprendere che tuo nonno ora sta meglio, gli auguro di cuore che possa riprendersi in modo definitivo al più presto:)).
    La tua torta salata è troppo invitante e di sicuro buonissima, mi hai fatto venire l'acquolina, che meraviglia:)
    un bacione e buona domenica:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy per essere passata a trovarmi ed avermi lasciato il tuo caloroso pensiero <3<3<3
      Auguro una felice serata anche a te <3

      Elimina
  19. Ciao cara! Innanzitutto sono felice di sapere che il tuo nonnino sta meglio!!!:)
    E poi io adoro le torte salate (che non preparo quasi mai perchè a mio marito non piacciono e quindi me la devo mangiare tutta da sola) e questa con il cavolo ero è strepitosa!!!!:)
    Un bacione Consu! Ance per me domenica in casa...un po' di pulizie e una torta per festeggiare domani in ufficio il mio compleanno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, non vedo l'ora di gustarmi virtualmente la tua torta..anche x me giornata fruttuosa in cucina..poi vedrai ^_^
      ps: idem mio marito..ma si sono messi d'accordo???

      Elimina
  20. Questa notizia mi riempie il cuore di gioia....non sai quanto ne sono felice...meno male pian pianino tornera' a casa ...quello e' l'importante !!!Che torta stupenda cosi' salata e piena di cavolo che io amo!!!!!!anche noi in casa simone aveva una marea e dico marea di compiti e interrogazione e anche se abbiamo cercato di mettercela tutta tirando via piu' compiti possibili rimanevano 22 pag di geogr pero' ora so' tutto sulla Germania!!!! bacioni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...tesoro, non ti invidio U.U preferisco alla grande stirare :-P
      Grazie x aver gradito e x avermi lasciato le tue dolcissime parole <3
      Buona serata <3

      Elimina
  21. La maggior serenità familiare ti ha ispirato una ricettina favolosa ^_^ Io adoro le torte salate, come te adoro fare la pasta con le mie mani e i miei impasti preferiti sono la briseè integrale all'olio evo e la pasta matta! Leggera e versatile, a volte la uso anche per fare gli strudel dolci ;) Coi semini di papavero non l'ho mai provata, devo proprio cimentarmi...grazie per l'ispirazione :* Un buon inizio settimana, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, le tue parole mi hanno regalato un sorriso :-)
      Buon inizio settimana anche a te <3<3<3

      Elimina
  22. Ti sento un pò più serena, e questo mi fa tanto piacere!! <3
    Adoro le torte salate, e questa va replicata al più presto, finchè ci sono in circolazione ancora bei mazzi di cavolo nero! deliziosa! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mari, sono davvero felice della tua affermazione e non vedo l'ora di gustarmi la tua versione ^_^
      A presto <3

      Elimina
  23. bellissima la torta,bello il nuovo look del blog,in bocca al lupo per tutti in famiglia,un bacione

    RispondiElimina
  24. Senti.... spaghetti alla marinara... spighe di pane a lievitazione naturale... torta salata con pasta matta al cavolo nero e caprino.... ma quanto sei brava? Vai veloce come un treno... mi assento un paio di giorni e mi perdo un sacco di post... poi vengo qui e faccio una scorpacciata... sei speciale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..troppo carina Ale :-)
      Grazie x esserci <3

      Elimina
  25. Davvero eccezionale!!!! uno spettacolo di gusto e per gli occhi :-) i colori sono fantastici!!!! Complimenti!!!!
    Sono contenta che tuo nonno stia un po' meglio, vedrai, si rimetterà presto.
    Buon inizio settimana, a presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anisja, 6 troppo carina ^_^
      Buon inizio settimana anche a te <3

      Elimina
  26. deve essere troppissimo buona Consuelo!!!!
    grazie per l'idea!un bacione:)simona

    RispondiElimina
  27. Il cavolo nero lo metto nelle zuppe ma fa un figurone dentro una torta salata, brava! Almeno è un modo diverso per mangiarlo... :-)
    Dai che 15 giorni passano in fretta e presto il nonno sarà di nuovo coccolato a casa... immagino quanto ci sia legata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franci, non vedo l'ora di rivederlo tra le sue quattro mura, sostenuto dal nostro affetto :-)
      ps: prova il cavolo nero così e vedrai che ti stupirà :-)

      Elimina
  28. sono contenta di sapere che tuo nonno sta meglio.
    forza e coraggio, Consu.
    particolare questa torta salata...
    un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy, sto tirando fuori le unghie x lottare, non dubitare ^_*
      Buon inizio settimana <3

      Elimina
  29. Davvero molto buona Consu e tantissimi auguri per il tuo nonnino, bacioni

    RispondiElimina
  30. Sono davvero felice di sapere che tuo nonno si stia riprendendo!!
    Nel mio orto purtroppo non c'è niente di niente, da quando il mio papà si è ammalato non c'è nessuno che se ne occupi!!!
    Gran bella ricetta Consu, complimenti!!
    Un caro abbraccio e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen x la tua visita, il lavoro dell'orto è prezioso e dovrebbero insegnarlo anche alle nuove generazioni U.U
      Buona settimana anche a te <3

      Elimina
  31. Veramente strepitosa questa tua torta salata, cara Consuelo e tantissimi auguri di una pronta guarigione per il tuo nonnino!
    ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, 6 davvero gentile e spero che le tue parole siano di buon auspicio :-)
      Buona giornata e a presto <3

      Elimina
  32. ...mi intriga, oh se mi intriga...a partire da quella pasta matta a piccoli pois!
    Ehm...non tocchiamo il tasto stirare...che è meglio...
    buon inizio settimana!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..cara Simo, come darti torto :-P
      Grazie x aver gradito la ricetta e buon inizio settimana anche a te <3

      Elimina
  33. Ciao cara anche qs anno l'influenza è proprio noiosa, io ho la bimba ammalata....un augurio di pronta guarigione anche per tuo nonno....molto invitante questa torta salata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosita, auguro una pronta guarigione anche alla tua bimba :-)

      Elimina
  34. wow, ha l'aria di essere deliziosa! la voglio provare! i pomodori secchi stanno benissimo col caprino, ottimi abbinamenti e complimenti anche per le fotografie, davvero bellissime e invitanti!
    passa ache da me se ti va :)

    a presto,
    Michela @ boundlesskitchen.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela, mi fa davvero piacere il tuo gradimento ^_^
      Passo subito a trovarti ^_^
      A presto <3

      Elimina