Galletas al vino

Galletas al vino, biscotti spagnoli al vino rosso novello.
Ho studiato lingue straniere perchè il mio sogno è sempre stato quello di trasferirmi all'esterno e viaggiare. L'idea era di riuscire a costruirne un vero e proprio lavoro.
Le cose nella realtà sono andate diversamente.
L'amore mi ha fatto mettere solide radici, ho intrapreso una strada lavorativa diversa (..tralasciamo il fatto che per più di 10 anni era quella sbagliata..) e ho viaggiato meno di quello che avrei voluto.
Spesso mi chiedo come sarebbe stata la mia vita se fossi riuscita a raggiungere il mio obiettivo e ammiro molto chi ce l'ha fatta. Come ad esempio due mie amiche, compagne del liceo, dopo essersi fatte le ossa nella caotica e multietnica Londra, si sono trasferite in Spagna e lì stanno realizzando il sogno di un'attività tutta loro.
Io per il momento (Covid a parte) mi limito a viaggiare con la fantasia, ampliando i miei orizzonti con la cucina e scoprendo sempre sapori nuovi, ricette diverse e lontane.
In occasione dell'appuntamento mensile con la rubrica "Biscotti dal Mondo", sono volata proprio in Spagna ed ho chiesto una ricetta tradizionale ad Alessandra e Barbara.
Loro mi hanno proposto questi al vino che mi hanno subito conquistata. 
Non erano una vera e propria novità per me, avevo avuto modo di assaggiarli di persona durante uno dei miei viaggi nelle Isole Canarie. Nei piccoli negozietti di prodotti caratteristici spiccavano sempre questi pacchetti di "galletas al vino". Biscotti duri di forma irregolare ricoperti di zucchero. Io gli ho dato una forma a ciambellina ed ho approfittato della recente vendemmia per dare risalto al nostro vino novello.
Ingredienti x1 teglia/35 biscotti:
250 g di farina 00 bio
80 g di zucchero semolato
80 ml di vino rosso novello
50 g di olio di semi di girasole
8 g di baking powder / lievito per dolci
1 pizzico di sale
2 cucchiai circa di zucchero di canna grezzo
Preriscaldare il forno in funzione statica a 180°C.
Setacciare la farina con il lievito nella ciotola della planetaria. Unire lo zucchero semolato. Iniziare a lavorare con il gancio a foglia, versando a filo il vino e l'olio. Per ultimo incorporare il sale.
Lavorare energicamente fino ad ottenere un impasto compatto.
Rovesciare sul piano di lavoro e impastare brevemente formando un salsicciotto. Prelevare piccole palline, formare un serpentello e chiudere le estremità a creare una ciambellina.
Passarla nello zucchero di canna e adagiare su una teglia rivestita di carta da forno o tappetino idoneo alla cottura.
Proseguire in questo modo fino a terminare l'impasto.
Infornare e cuocere per 30 minuti nel ripiano intermedio del forno.
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella.
Una volta freddi si conservano a lungo in un barattolo ermetico lontano da fonti di calore e umidità.
Sono estremamente croccanti, piacevoli e con un leggero retrogusto rustico che li rende perfetti sia per una coccola dopo pasto che per la colazione!
Ecco tutte le ricette di questa seconda uscita:
Biscotti sablèes alle nocciole al cocco e bicolore di Alida
"Barmak" (biscotti tartari senza uova con ripieno di noci) di Lucia
Mbatata (biscotti del Malawi con patate dolci e uvetta) di Miria
Oatmeal raisin cookies (biscotti statunitensi d’avena) di Simona
Galletas al vino

Commenti

  1. Sei talmente giovane che riuscirai a raggiungere i tuoi sogni, ne sono certa. Queste ciambelline mi ricordano un biscotto tipico romano, preparato appunto con il vino rosso. Devono essere squisiti.

    RispondiElimina
  2. Mi piace questa rubrica proprio perché mi fa conoscere nuove ricette !
    Devono essere deliziosi 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara :-) anche a me è piaciuto partecipare proprio per lo stesso motivo ^_^

      Elimina
  3. Ciò che conta è essere arrivati a fare ciò che ci piace e ci fa star bene. Spesso la consapevolezza di ciò di cui abbiamo bisogno, che vogliamo o che non vogliamo arriva proprio attraverso il percorso di strade che non fanno per noi ;-).
    Queste galletas mi ricordano le ciambelline al vino bianco. Chissà se anche queste sono altrettanto deliziose. Il loro colore particolare viene mantenuto anche un po' in cottura! Da provare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si..spesso si parte da A per arrivare a B invece si arriva a Z :-P la vita è imprevedibile!
      Vedrai che ti conquisteranno queste ciambelline ^_^ non ti resta che provarle :-)
      A presto <3

      Elimina
  4. Looks so tastey! Beautiful post!

    RispondiElimina
  5. Wonderful! I learn so much from you! Thank you!

    RispondiElimina
  6. Chissà: se è qualcosa che desideri fare davvero, in futuro potrai fare scelte che andranno verso la nuova direzione che vorrai la tua vita prenda. L'importante è fare delle scelte consapevoli delle quali non pentirsi. Tanto comunque si sbaglia ma se sugli sbagli non ci piangiamo su, ne traiamo lezione e motivazione, poi tutto si sistema. In passato hai semplicemente fatto scelte diverse e conquistato - tra l'altro - tanto amore....
    Ma sai che anche in Abruzzo abbiamo dei taralli al vino? Anche se tendenzialmente usiamo quello bianco. E questa rubrica è tanto carina ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Mile..l'importante è non piangere sul latte versato ma gioire della piega imprevista che ha preso la situazione ^_^ Good Vibres :-)
      Grazie cara e felice serata <3

      Elimina
  7. Io preparo delle ciambelline simili con il vino bianco, proverò anche con quello rosso ^_^
    Quando si è giovani si hanno tanti sogni che a volte cambiamo in corso d'opera, ma non per questo si deve smettere di sognare. Potrebbero ancora avverarsi ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
  8. Ciao! Ti ho scritto un messaggio su una possibile collaborazione, hai capito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ricevuto niente...questa è la mia mail
      ibiscottidellazia@gmail.com

      Elimina
  9. Proprio oggi abbiamo spillato il vino nuovo: bellissima idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non hai scuse per non provare questa ricetta ^_^ fammi sapere!

      Elimina
  10. Ma dai, anch'io ho studiato lingue! E anch'io, purtroppo, non ne ho tratto vantaggio come avrei voluto. Va bè, visto che ormai è inutile piangere sul latte versato, meglio godere del vino novello :-D e segnarsi la ricetta di queste ciambelline bellissime!

    RispondiElimina
  11. Difficile viaggiare in questo periodo, ma ecco la possibilità di conoscere e anche provare ricette di altri paesi ......., devono essere buonissimi questi croccanti biscotti!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, non ci resta che viaggiare con le papille gustative e con la fantasia ^_^

      Elimina
  12. Anche io amo tanto viaggiare, ma ovviamente mi sa che per un po' zero. Questi biscottini mi hanno fatto pensare ai nostri tarallini al vino. Un tipo di biscotto che amo molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto ricette spagnole, ricordano quelle della nostra tradizione ^_* e queste influenze mi piacciono sempre molto ^_^
      Provale e sono certa che ti conquisteranno..si fanno sgranocchiare che è un piacere :-P

      Elimina
  13. Buonissimi questi biscottini e brave le tue amiche! Del resto la Spagna è molto nelle mie corde e non vedo l'ora di poterci tornare. bacioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..anch'io non vedo l'ora di poter tornare a viaggiare...per il momento non ci resta che farlo con le ricette ^_*

      Elimina

Posta un commento