Crema di piselli con polpo grigliato

Crema di piselli e alga spirulina con polpo grigliato e pane croccante.
Non fateli i figli. Non fateli che poi vi vengono le occhiaie, le rughe, le smagliature, le bolle di sapone nella borsa, le figurine nei taschini delle camicie e le costruzioni nel letto.
Non fateli che poi vi viene voglia di farne altri. Non fateli che poi vi iniziate a fare troppe domande sul senso della vita e vi vengono le vertigini.
Non fateli che poi vi rivedrete in loro in ogni azione e avrete un rimando costante del vostro essere.
Uno lo specchio può non guardarlo, ma loro no.
Non fateli che poi al posto dei gin tonic vi ritrovate con il latte di riso in una mano e il succo di mela nell’altra.
Non fateli i figli, che poi finirete per commuovervi guardandoli dormire, trovando le loro mutande in giro, salutandoli per la prima gita.
Non fateli, altrimenti rischierete di modificare drasticamente il peso degli aspetti della vostra vita e forse vi verrà voglia di lasciare il lavoro, vendere la moto e lasciare che saltino sul divano di design.
Non fateli che poi vi ritrovate a non saper gestire alcune situazioni e a pensare a tutte le volte che avete giudicato dentro di voi altri genitori, quando voi i figli non li avevate.
Non li fate i figli, perchè vi costringeranno a tornare dai vostri genitori e sistemare tutti i sospesi.
Non fateli, che poi non vi importerà più niente di uscire, di ballare, di fare passeggiate notturne e viaggi in autostop e riuscire a farvi una doccia di mezzora diventerà la vostra massima conquista.
Non fateli i figli, che poi tocca fare i genitori e smettere di essere figli.
Non fateli i figli, che poi bisogna trasformare la coppia, bisogna ridarle forma, senso, consistenza e curarla e proteggerla come se anche lei fosse un figlio.
Non fateli i figli, o scoprirete che non avevate capito niente della vita, tutte le vostre certezze vacilleranno e si apriranno nuovi orizzonti.
Non fateli se avete paura del cambiamento. 
Non fateli se temete di smarrirvi. 
Non fateli se non siete pronti a sacrificare i vostri lussi.
Non fateli se non siete pronti a vedersi chiudere un’era e una nuova sconosciuta aprirsi.
Non fateli se avete paura di invecchiare.
Non fateli se avete paura di amare.

Ma se tutto ciò non vi appartiene,
fateli e proteggeteli.
Fateli e curateli dal mondo circostante
e da voi stessi, dai vostri punti oscuri.
Fateli e non perdete l’occasione
unica e irripetibile di crescere con loro,
di accettare la sfida della vita che si rinnova,
che sorride impotente di fronte a ciò
che non conosceva e non conoscerà
mai finchè penserà di saper tutto.
I figli insegnano e la prima lezione
riguarda il saper lasciare andare.
Lasciatevi andare e lasciate andare
ciò che non serve.
Fateli i figli, e viaggiate leggeri,
sospinti dal vento senza temere la meta,
rimanendo collegati col movimento del viaggio.
Dolce, lento, sublime, incerto, viaggio della vita.
di Emily Mignanelli

In questi giorni un po' strani, al limite dell'inverosimile, è bene capire cos'ha veramente valore. Siamo chiusi in casa e tra le nostre quattro mura c'è amore e buon cibo.
La ricetta di oggi è zero-waste, ho recuperato quello che avevo in frigo già cotto e il fondo di un sacchetto di piselli congelati. Il risultato è andato oltre le aspettative e mi sono anche improvvisata in un impiattamento gourmet, vi piace?
Ingredienti a porzione:
2 tentacoli di polpo già cotto e raffreddato*
1 tazza di piselli surgelati
1 cipollotto fresco
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 cucchiaino di gomasio
1 cucchiaino di alga spirulina in polvere
1 grattata di pepe lungo
1 fetta di pane casereccio
*Io lo decongelo intero, poi lo cuocio in pentola a pressione con pochissima acqua per circa 20 minuti (500-800g di prodotto). Lascio raffreddare nella sua acqua. Poi lo taglio a pezzi e se necessario tolgo parte della pelle.

In una grande padella antiaderente soffriggere il cipollotto a rondelle nell'olio. Unire i piselli ancora surgelati e pochissima acqua. Portare a cottura col coperchio. Versare tutto nel bicchiere del frullatore e ridurre in crema insieme all'alga, il gomasio e il pepe. Assaggiare e regolare di sale.
Nella padella usata, grigliare il polpo da entrambi i lati fino a dorare. Togliere il polpo e tostare il pane.
Servire i tentacoli sulla crema e completare con dadini di pane e un ricciolo di carota cruda.
Note e considerazioni
-Per rendere la crema di piselli più liscia, basterà passarla attraverso un colino a maglie fini.
-Questo piatto è perfetto anche come antipasto.
-Il pane che ho utilizzato è realizzato con lievito madre, siero di scarto della lavorazione della ricotta e farina di farro. Se vi incuriosisce, trovate la ricetta qui.

✨MI RACCOMANDO CERCATE SEMPRE IL LATO POSITIVO DELLE SITUAZIONI  ✨
#goodvibes

Commenti

  1. Fateli, fateli, fateli i figli senza alcun dubbio: il tuo è un messaggio bellissimo, anche la ricetta mi piace dietetica che non guasta mai. Non sempre lo trovo ma anch'io cerco il lato positivio del vivere. Buona Serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani..col passare dei giorni è sempre più faticoso pensare positivo..ma ci proviamo ^_*

      Elimina
  2. Queste riflessioni le ho trovate bellissime! La tua ricetta non è da meno!

    RispondiElimina
  3. Emozione Consu, grazie...

    E con il piatto sei stata straordinaria come al solito. Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  4. La tua ricetta si mangia con gli occhi!
    Complimenti hai impostato in un modo incantevole 😊😊😊

    RispondiElimina
  5. Sei stata bravissima: bello e buono il tuo piatto! I figli sono il nostro frutto migliore, vanno curati e coccolati, accuditi e protetti, dalla loro nascita alla nostra fine. Ci danno tante gioie e forse alcuni dolori ma vale sempre la pena. I nipoti poi non ti dico: gioia allo stato puro! Buona giornata Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry, c'è sempre tanto amore nelle tue parole <3

      Elimina
  6. BRAVA! non riesco a dire altro in questo momento di ripiegamento su noi stessi, la speranza che tutto questo sacrificio serva mi guida e mi rende più forte, ti abbraccio stretta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, vorrei avere il tuo ottimismo in questo momento..

      Elimina
  7. Wuuuuauuuuu spettacolare!!!!! A presto LA

    RispondiElimina
  8. In questo periodo ho la lacrima facile e mi hai commosso. Fateli i figli e poi lasciateli andare a vivere la loro vita ^_^
    Andrà tutto bene, basta pensare che in fondo ad ogni tunnel c'è sempre una luce!
    Dimenticavo.....questa crema di piselli è favolosa e complimenti per la presentazione!
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  9. Ma che bello!!! mi sono commossa....

    RispondiElimina
  10. in questi giorni surreali, mi hai scaldato il cuore con l'incipit del tuo post. un abbraccio

    RispondiElimina
  11. This plate looks wonderful cara!!!

    RispondiElimina
  12. Un abbinamento che mi piace moltissimo, grazie dell'idea Consu!!!

    RispondiElimina
  13. Cara Consu che parole stupende hai scritto e proprio al momento giusto, perché in periodi come questo, hanno ancora più valore !!!!Magari capitasse anche a me di recuperare in frigorifero tante squisitezze. Complimenti per l'impiattamento strepitoso e per gli accostamenti. Meglio che al ristorante !!!!!! Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanti complimenti Lisa, grazie di cuore..almeno mi hai strappato un sorriso <3

      Elimina
  14. Hai aperto il post con delle bellissime parole, chiudendolo con un piatto delizioso!
    Che ben vengano altri articoli come questi in un momento così delicato come quello che stiamo vivendo... continua a scrivere tesoro, ce la faremo!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    RispondiElimina
  15. Potrebbe tranquillamente essere il mio piatto preferito!! :)

    https://julesonthemoon.com/

    RispondiElimina

Posta un commento