Focaccia alta in teglia con lievito madre

Focaccia alta in teglia con lievito madre.
La storia di questa focaccia è una vera odissea! 
Ma partiamo dal principio...
Mi sono lasciata ammaliare dalla foto di una meravigliosa fetta di focaccia, di quelle BOLLOSE, 
SOFFICISSIME, 
ALTISSIME, 
pubblicata da una mia amica su Instagram. Mi sono ripromessa di provarla. Ho segnato la ricetta e il primo weekend utile mi sono messa all'opera. Era molto tempo che non seguivo una ricetta in modo così (quasi) fedele che ho sfiorato la commozione! 
Siccome IO una cosa sola alla volta non la so proprio fare, ecco che ho approfittato per impastare anche la pizza. Metto le ciotole in frigo e mi organizzo le infornate del giorno successivo: a pranzo avrei cotto la focaccia e a cena la pizza. TOP sono nuovamente commossa dalla mia super organizzazione e dal weekend super fruttuoso, infatti nel contempo ero riuscita anche a preparare il brodo di Vasco per 10 giorni e la scorta di cubetti di verdure omogenizzati (magari un giorno vi racconterò anche della mia routine con lo svezzamento) da mettere in freezer. 
Seguo scrupolosamente la tabella di marcia. Metto fuori la ciotola della "focaccia", la faccio lievitare, stendo (e qui dovevo già capire che qualcosa era andato storto...), spennello, cuocio. Al taglio mi interrogo sul perchè non sia venuta BOLLOSA, 
SOFFICISSIMA, 
ALTISSIMA,
come quella della foto e mi rispondo pensando che ho usato farine meno raffinate, macinate a pietra e bla, bla, bla. 
La sera prendo la ciotola della "pizza" e qui capisco che sono proprio FUSA, COTTA e STRACOTTA! 
Morale della favola?!
Ci siamo mangiati una pizza BOLLOSA,
SOFFICISSIMA,
ALTISSIMA quanto un grattacielo (...e la sto ancora digerendo!!!).   
Non mi sono arresa e il weekend successivo mi sono rimessa all'opera ma stavolta ho metto le etichette sugli impasti...giusto per precauzione!!! 
Ingredienti x1 placca del forno:
500 g di farina 1 macinata a pietra
50 g di lievito madre attivo*
375 g di acqua
15 g di olio e.v.o.
7 g di sale fino 
emulsione
10 g di olio e.v.o.
10 g di acqua
1/2 cucchiaino di sale fino
semola rimacinata di grano duro per il piano di lavoro
*Rinfrescato e al raddoppio.
Note utili 
-Il mio lievito è idratato al 50%. Per la versione con li.co.li. utilizzare 50g di lievito e 30g in più di farina.
-Ho impastato con la planetaria dotata di gancio ad uncino. Si potrà effettuare l'impasto anche a mano facendo le pieghe in ciotola ogni mezz'ora fino ad incordatura.
Sciogliere il lievito madre con tutta l'acqua e mescolare con metà farina aiutandosi con una spatola. Far riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.

Versare il composto nella ciotola della planetaria e unire tutto il resto della farina, l'olio ed il sale. Lavorare a bassa velocità fino ad amalgamare gli ingredienti poi portare alla massima velocità e attendere l'incordatura. Potrà essere necessario fare il fermo macchina e raschiare i bordi della ciotola. A fine lavorazione l'impasto risulterà elastico e omogeneo.
Rovesciare la massa in una ciotola di vetro e praticare una serie di pieghe in ciotola con le mani umide. Ribaltare l'impasto in modo che le pieghe rimangano sul fondo.
Sigillare la ciotola con pellicola e far riposare a temperatura ambiente per 1 ora e mezza. Trasferire quindi in frigorifero per 12 ore.
Togliere la ciotola dal frigo e far lievitare fino al raddoppio in un luogo caldo (nel forno spento con la luce accesa ho impiegato circa 3 ore).
Spolverare il piano di lavoro con abbondante semola e rovesciarci l'impasto. Stenderlo delicatamente con la pressione dei polpastrelli, quindi trasferire sulla placca del forno preventivamente rivestita di carta da forno bagnata e strizzata.
Sbattere gli ingredienti dell'emulsione e spennellarla sulla superficie della focaccia.
Cuocere in forno statico a 250°C (o alla massima potenza) per 15 minuti ponendo la teglia nel ripiano più basso. Poi abbassare la temperatura a 200°C e proseguire la cottura per altri 10 minuti o fino a doratura.
Sfornare e far intiepidire.
Ottima da farcire per preparare delle gustose focaccelle take away.
Vi suggerisco di provarne un pezzetto caldo con 2 quadratini di cioccolato fondente..pura libidine!!!
Per una perfetta conservazione consiglio di tagliarla nelle pezzature che preferite (aprirla già a metà se si intende poi farcire) chiuderla in sacchetti da alimenti e congelarla. Basterà metterla fuori per qualche ora o scaldarla nel forno per averla a disposizione come appena sfornata!
Qui trovate la fonte originale.

Commenti

  1. Beh però anche la pizza super bollosa non doveva essere mica male ;-) io avrei sperimentato molto volentieri. Questa focaccia è pazzesca, davvero da provare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..anche mio marito ha gradito! Personalmente la preferisco più bassa!

      Elimina
  2. Il sapore sicuramente sarà stato ottimo anche se hai scambiato le ciotole de gli impasti, la tua focaccia e strepitosa .
    Brava!

    RispondiElimina
  3. Nonostante l'imprevisto, direi che hai fatto benissimo a non darti per vinta, visto il risultato splendido! Ciao, buona settimana.

    RispondiElimina
  4. Beh dai, di sicuro era buona anche la pizza superbollosa! Complimenti, deve essere stata molto buona anche questa focaccia.

    ps ma hai cambiato il blog? Mi sembra diverso dal solito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry, sempre molto gentile ^_^
      ps: si ho voluto dare una rinfrescata! Ti piace??

      Elimina
  5. good post 😊 would you like to follow each other? if the answer is yes, please follow me on my blog & i'll follow you back. https://camdandusler.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Delizioso, molto bello. Im hungry!!!baci!

    RispondiElimina
  7. Immagino la bontà di tutte e due!!
    Un bacione cara, buona settimana!

    RispondiElimina
  8. io non saprei rifarla, devo passare da te, vedo che hai cambiato look, adesso curioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lilli..appena capiti dalle mie parti sarei un'ospite gradita!
      ps: fammi sapere se il nuovo look ti piace ^_^

      Elimina
  9. Diciamo che hai avuto la scusa per rifarla ;)
    Con il cioccolato? Ma la proverò sicuramente (io l'adoro con il miele, ma non dirlo a nessuno) :))
    Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..ogni scusa è buona x mettere le mani in pasta!
      ps: proverò il tuo abbinamento segreto :-P

      Elimina
  10. Consu, che dire...Questa focaccia è da sballo! E' semplicemente fantastica!
    Un abbraccio forte,
    Mary

    RispondiElimina
  11. Ahahah io intanto ghigno divertita! Come al solito ti sei ripresa alla stragrande. Mitica Consu regina dei lievitati. E mi piace anche il blog dal cll. Un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  12. La fusione è comune a tutte le donne che fanno mille cose tutte insieme! Il risultato però alla fine c'è stato e seguirò il tuo consiglio di assaggiare focaccia calda e cioccolato. Un bacione a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, mi consolo! A proposito di abbinamenti interessanti, io devo ancora provare la genovese col cappuccino..prima o poi troverò il coraggio ^_*

      Elimina
  13. mi hai fatto sorridere e mi serviva proprio in questo momento :) sono sicura che anche la pizza super bollosissima sia stata stratosferica. e su questa focaccia mi ci lancerei anche adesso subito. un bacione

    RispondiElimina
  14. Il tuo racconto mi ricorda episodi simili accaduti nella mia cucina :D è che mentre facciamo tre quattro cose per volta, intanto ne pensiamo già delle altre, vero? Questa focaccia è proprio una meraviglia e poi con il cioccolato fondente... come si dice dalle mie parti, è una vera “luveria”! Proverò l’abbinamento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...1 ne penso e 1000 ne faccio :-P poi con un pupo è tutto ancora più incasinato! L'importante è prenderla sul ridere ^_*

      Elimina
  15. Aspetta solo di essere farcita... adoro!!!!!

    RispondiElimina
  16. Cose che succedono quando si è super presi.........per fortuna sai sempre come risolvere e soprattutto non molli mai!!!
    Baci

    RispondiElimina
  17. Vedo una nuova grafica... mi piacciono i cambiamenti! Le lettere sono più grandi e tutto è più spazioso... ha lievitato anche il blog, ahaha! Mi ha fatto sorridere il tuo racconto... a volte certe distrazioni sono buffe, non c'è da arrabbiarsi, si batte la mano sulla fronte, si fa una risata e via... tanto tu senza focaccia buona non resti mai. sai come rimediare :-)

    RispondiElimina
  18. sicura che la pizza super bollosa era buonissima! o no? dì la verità!! meraviglia cmq, davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...mio marito me la sta richiedendo ma il mio stomaco non so se riuscirebbe a replicare l'esperienza :-P

      Elimina
  19. Se mio marito vedesse questa meraviglia la mangerebbe tutta in 5 minuti!!!!! Ama e stra adora la focaccia!

    https://nettaredimiele.blogspot.com

    RispondiElimina
  20. Eppure la pizza altissima e bollosa mi intriga proprio tanto così come mi intriga questa focaccia. Senti ma la goduriosa idea dei quadretti di cioccolatu sun una fetta calda come ti è venuta? E' semplicemente fantastica! Un bacio

    RispondiElimina
  21. Martedì mi portano il forno nuovo, ha anche la funzione pizza e ti assicuro non vedo l'ora di farla anch'io la focaccia. Da quanto ci penso!! baci

    RispondiElimina
  22. Capita tesoro quando si ha tanto da fare... Comunque la seconda sera ha fatto "CENTRO" è qualcosa di spettacolare!!! Ps. Sarebbe bello qualche ricettina sullo svezzamento, utili per tante neo mamme, ciao amorrrr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ma sai che ci stavo pensando? Inizio a buttare giù qualche idea ^_^

      Elimina
  23. Per me resta un mistero come regolarmi con la quantità di lievito madre, qui leggo 50 grammi, in quella "metodo bonci" 120 grammi. Sono confusaaa!!! Help! Grazie per le tue condivisioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Piera, la quantità di lievito va in base ai tempi di lievitazione (più lunghi sono e meno lievito serve) e "allo stato di salute" del lievito stesso. Se il tuo lievito (si parla di pasta solida e non LiCoLi nel mio caso) è "in forma" puoi usarne anche solo 50g e ne guadagnerai di digeribilità e sapore del prodotto finito :-) se hai altre domande non esitare a chiedere!

      Elimina

Posta un commento