venerdì 7 aprile 2017

Pane alla farina di castagne a lievitazione naturale con impasto a caldo

Dopo avervi presentato la mia nuova "creatura", non posso che farvi gustare anche un nuovo pane! Questo l'ho fatto con il mio storico "pupetto" che non voglio soffra la gelosia della nuova arrivata giovane e frizzante, anzi, dovrà essere proprio lui a far spiccare il volo alle mie colombe! Quindi è bene che me lo tenga buono e mi impegni a coccolarlo il più possibile! Non so ancora come farò a gestire entrambi e per il momento il lavoro più pesante lo faccio fare al più grande di casa!
Come molti di voi "panificatori seriali" ho un po' di farine da smaltire prima dell'estate per evitare di incorrere nella prolificazione di farfalline & company. Quelle più "fresche" le ho già riposte nel freezer in sacchetti ermetici, le altre sto cercando di impiegarle nei miei pani a seconda di quello che mi suggerisce la fantasia.
Per quest'ultimo esperimento avevo preso di mira quel rimasuglio di farina di castagne, souvenir di una piacevole gita in Garfagnana ed ho voluto provare il metodo dell'impasto a caldo che già in passato mi aveva dato grandi soddisfazioni...


...e anche stavolta non sono rimasta delusa! Non ho fatto volutamente le incisioni prima di infornarlo per dargli la libertà di "aprirsi" dove gli pareva, una sorta di espressione artistica, ma niente toglie di dargli in aspetto più "ordinato" con dei tagli. A voi la scelta! 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a provare anche:

Ingredienti x1 pane:

Prefermento 10-12 ore
100 g di lievito madre attivo*
200 g di acqua a t.a.
200 g di farina di tipo 1**

Autolisi 2 ore
250 g di farina di castagne della Garfagnana**
250 g di acqua a 100°C

Impasto
250 g di farina di tipo 1**
5 g di malto diastatico
6 g di sale integrale

Semola rimacinata q.b.
Olio e.v.o. q.b.

*Rinfrescato e al raddoppio.
**Macinata a pietra.

Ho effettuato l'impasto nella planetaria ma si otterranno ottimi risultati anche lavorando a mano o in un capiente mixer.

Nella ciotola della planetaria con il gancio a foglia, impastare gli ingredienti del prefermento. Sigillare con pellicola trasparente da alimenti e far maturare a temperatura ambiente (circa 21°C) dalle 10 alle 12 ore.
Scaldare l'acqua e portarla a 100°C. Setacciare la farina di castagne in una capiente ciotola e versare l'acqua calda. Mescolare velocemente con un mestolo di legno, giusto il tempo di far assorbire il liquido. Coprire con un canovaccio umido e far riposare da 1 a 2 ore.
Unire la massa autolitica composta da acqua e farina di castagne, alla ciotola con il prefermento. Unire la farina e il malto, quindi con il gancio ad uncino, iniziare ad impastare fino ad incordatura, aumentando gradualmente la velocità. Incorporare per ultimo il sale e portare di nuovo in corda l'impasto.
Ungere leggermente una ciotola con olio e versarci l'impasto. Praticare una serie di pieghe e far riposare 30 minuti. Ripetere le pieghe un'altra volta e far riposare altri 30 minuti.
Spolverare il piano di lavoro con la semola, rovesciarci l'impasto e fare una serie di pieghe a libro.
Formare una palla e adagiarla in un cestino da lievitazione abbondantemente infarinato di semola (io uso un grande scolapasta con all'interno un canovaccio di lino pulito). Coprire con pellicola e far lievitare fino al raddoppio in un luogo caldo (temperatura non inferiore ai 22°C) e lontano da correnti d'aria. (Io ho impiegato circa 4 ore e mezzo).
Preriscaldare il forno per 30 minuti in funzione statica a 250°C ponendo la pietra refrattaria nell'ultimo ripiano in basso sulla griglia in dotazione. 
Per chi non avesse la pietra refrattaria, può lasciar scaldare la placca del forno capovolta.
Rovesciare il pane lievitato su una teglia rivestita di carta da forno. Spolverare la superficie con la semola ed infornare facendo scivolare il pane direttamente sulla pietra refrattaria aiutandosi con la carta sottostante.
Cuocere per 20 minuti. Poi abbassare la temperatura a 200°C e proseguire per altri 15 minuti. Completare a 180°C per altri 10 minuti e lo sportello del forno a spiffero.
Valutare sempre i tempi e le temperature in base al proprio elettrodomestico!
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella.


Una volta freddo, tagliare a fette e gustare.


Questo pane si conserva benissimo in frigorifero per 10 giorni o in freezer fino a 3 mesi. Basterà scaldarlo leggermente prima di portare in tavola per sprigionare nuovamente tutto il suo profumo ed il suo aroma.


Per chi desidera conservarlo in dispensa, basterà lasciarlo interno in un sacchetto di carta spessa. Taglia le fette nel momento del bisogno e scaldarle sotto il grill caldo del forno. Si mantiene buono e profumato fino a 1 settimana.


Un pane delizioso da servire a colazione, da solo o con un velo di sciroppo di acero. 
Ideale per il brunch, un aperitivo gourmet o semplicemente in abbinamento alle ultime corroboranti zuppe di stagione.


Con questa ricetta partecipo a Panissimo

46 commenti:

  1. Anche io ho ancora della farina di castagne da finire. Non sapevo le farine si potessero conservare in freezer, cavoli questa cosa mi aiuterebbe un bel po'. Cosa devo fare? io non ho il sottovuoto. Devo metterle in un sacco per alimenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ele, io ho avuto l'idea da un panettiere con cui ha lavorato la mia mamma. Le farine più delicate come quelle macinate fresche o quella di castagne, le conservava in frigorifero o addirittura in freezer per conservarle più a lungo e non rischiare di riempirle di farfalline. Bastano i sacchetti da alimenti di plastica ^_* e non devi scongelare ma usare subito, la farina non si congela ^_*

      Elimina
  2. E anche questa versione è meravigliosa, ma come potrebbe essere diversamente? Oggi mi rimprometto di ritornare a guardare tutte le tue ricette che mi sono persa in qst ultimi giorni. Ho trascurato un po' il
    Mio blog è quello degli altri sono stata un po' presa. Baci tesoro 😘

    RispondiElimina
  3. Allora in casa è arrivata una new entry! ho letto del nuovo arrivato...così ne curi due ora di pasta madre, io non oso nemmeno con una!credo proprio che nelle mie mani finirebbero male! e poi cosa leggo? la farina nel freezer? ma tu quante ne sai? sei troppo avanti!! tesoro questo pane deve essere buonissimo, come tutti quelli che prepari, tra l'altro non ho mai assaggiato il pane di farina di castagne, chissà che particolare! un baciotto e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia...si adesso sono mamma di due creature 😂 speriamo bene!

      Elimina
  4. Chissà l'aroma che avrà questo pane! Mi incuriosisci una volta di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, non ti resta che provarlo ^_*

      Elimina
  5. Davvero si possono conservare le farine nel freezer ? Che idea geniale, fino ad ora ho sempre cercato di far piazza pulita di tutte, prima dell'assalto di quelle malefiche farfalline !!!! Favoloso il pane con farina di castagne. Così ora invece che smaltire farine, mi tocca comprarla per provare, mannaggia a te !!!!! Buon weekend cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...dai che poi la puoi mettere in freezer :-P

      Elimina
  6. Segno anche questa..che bontà! ;)

    RispondiElimina
  7. mai assaggiato..ma immagino che sia ottimo!!!! Un abbraccio lory

    RispondiElimina
  8. i tuoi pani sono sempre speciali,grazie carissima ,alla prossima,felice weekend

    RispondiElimina
  9. Che spettacolo di pane hai realizzato!!L'aspetto e' meraviglioso e perfetto a dir poco e la sua consistenza interna lievitata benissimo!:)).
    Bravissima come sempre Consuelo,non mi stancherò mai di dirti che sei una maga della panificazione:).
    Un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy e io non smetterò mai di ringraziarti per la tua gentilezza <3

      Elimina
  10. Adoro le tue pagnotte e i tuoi esperimenti. Anche questo pane è uno spettacolo.

    RispondiElimina
  11. Le tue panificazioni sono sempre strepitose! Ora vado a dare un'occhiata alle istruzioni per dare vita alla "creatura" :)
    Mille baci!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai MariG! Vedrai che soddisfazioni che ti darà!

      Elimina
  12. Ma come fai a fare ogni volta un pane sempre più bello e perfetto sei bravissima e con la farina di castagne deve essere buonissimo.
    Un bacione e buon weekend

    RispondiElimina
  13. Castagne! mmm che nostalgia
    Buono Consu!
    Ne approfitto per augurarti un sereno fine settimana
    Ciao,
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tizi ^_^ sono felice che sia piaciuto anche a te <3

      Elimina
  14. Un altro pane speciale... immagino il sapore!
    Kisses, Paola.
    Expressyourself

    RispondiElimina
  15. Que lindura de pan, se ve fabuloso!!
    Un saludito

    RispondiElimina
  16. Meraviglioso il tuo pane Consu.. ho ancora della farina di castagne, quasi quasi lo faccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Simo...aspetto il tuo parere post assaggio ^_^

      Elimina
  17. mamma mia che capolavoro! solo dalle foto mi viene l'acquolina
    Nameless Fashion Blog

    RispondiElimina
  18. Sempre splendidi i tuoi pani!!! ^_^

    RispondiElimina
  19. Adoro tutti questi pani così diversi dalla solita rosetta bianca..tutti mi piacciono proprio tutti e questo con le castagne deve essere delizioso!
    Bacio goloso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nella, mi fa piacere essere riuscita a prenderti x la gola ^_^

      Elimina
  20. la farina di castagne Consu... che meraviglia di pane! grazie per la ricetta "vagabonda"!!!

    RispondiElimina
  21. Io lo mangerei anche così, senza nulla sopra! Deve essere delizioso :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani..infatti io l'ho semplicemente tostato e mangiato con il caffè a colazione 😋

      Elimina
  22. I tuoi pani sono sempre un capolavoro di bellezza, salubrità e bontà. Questo si abbina davvero bene con tutto ed è perfetto in ogni momento della giornata! Ho sbirciato il post relativo al contest, tema azzeccatissimo per le mie ricette... per i prossimi giorni ho in previsione un po' di post a tema pasquale, terminati quelli spero di riuscire a partecipare con un buon piatto di stagione ;) Un abbraccio e felice settimana :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, sei la benvenuta <3
      Felice settimana a te e a presto <3

      Elimina
  23. Ciaooo, siamo tornate! Dopo festeggiamenti ma acne raffreddori vari, eccoci qua a gustare un altro dei tuoi meravigliosi pani e seguire i tuoi preziosissimi consigli sulla lievitazione!
    Eh sì! Questo pane sa da fa :-**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze e bentornate!!! Siete sempre le benvenute!

      Elimina