sabato 20 agosto 2016

Panbauletto integrale alla farina di kamut in crosta di semi misti

Dite la verità, vi sono mancati i miei lievitati??
Era un po' (...per i miei canoni, s'intende!) che non condividevo con voi una bella sfornata ma questo non significa che il mio lievito madre sia andato in ferie! Diciamo che l'impastatrice-compulsiva che è in me si è un po' impigrita ed ha coccolato i suoi impasti senza fare foto o semplicemente replicando delle ricette che già sono state pubblicate in passato in questo blog.
Il fatto di non avere scorte di farine da smaltire o da elaborare, frena un po' la mia fantasia e tendo a rimanere su pagnotte semplici e poco attraenti, che non meritano l'attenzione dell'obiettivo! Almeno fino a qualche giorno fa... 


Presa dalla smania di ripulire il freezer, non mi sono resa conto che stavo finendo le scorte di pane e, quando mi sono ritrovata tra le mani le ultime due fette, sono stata assalita dall'ansia! Mi sono imposta di non cedere alla tentazione di recarmi dal panettiere per colmare questa mancanza ed ho aggirato il problema impastando subito 1 kg di farina. Per due pasti ho cucinato piatti che non richiedessero la "scarpetta" ed il marito non ha sospettato di niente, così da avere il tempo gestionale di sfornare questi panbauletti.
A poco a poco che prendevano forma, ho sentito l'impulso irrefrenabile di fare qualche scatto e mi sto ancora dando le pacche sulle spalle per l'intuito! 
Si sono rivelate golosissime, belle e profumate, tanto che anche il resto della famiglia (...che notoriamente storce il naso dinanzi alle "farine alternative"...) è stato letteralmente conquistato! 


Ingredienti x2 panbauletti 
(stampi da plumcake 26x12x8cm)

Impasto:
500 g di farina integrale*
320 g di farina di kamut bio
180 g di semola rimacinata di grano duro*
805 g di acqua naturale a t.a.
190 g di lievito madre attivo**
1 cucchiaio di miele bio d'arancio
10 g di sale fino marino

Finitura:
1 albume da uova bio
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di semi di lino
2 cucchiai di fiocchi d'avena al naturale

Olio e.v.o. x la ciotola
Semola x il piano di lavoro

*Macinata a pietra.
**Rinfrescato e al raddoppio.

Ho effettuato l'autolisi e l'impasto nella planetaria. Si potrà lavorare anche a mano ottenendo ottimi risultati.

Versare le farine nella ciotola della planetaria e unire 600 g di acqua. Impastare brevemente con il gancio a foglia fino a far assorbire tutto il liquido. Coprire con pellicola e far riposare a temperatura ambiente per 30-40 minuti.
Unire il lievito madre, la restante acqua ed il miele. Impastare con il gancio ad uncino fino ad incordatura. Incorporare per ultimo il sale.
Ungere una capiente ciotola di plastica e versarci l'impasto. Praticare due giri di pieghe in ciotola e coprire con un canovaccio umido. Far riposare per 30 minuti a temperatura ambiente. Ripetere le pieghe e fare riposare nuovamente 30 minuti.
Spolverare il piano di lavoro con semola e rovesciarci l'impasto. Praticare una serie di pieghe a libro, formare una palla e adagiare nuovamente nella ciotola.
Sigillare con pellicola e trasferire in frigorifero per 18-20 ore. 


A parte mescolare i semi con i fiocchi.
Togliere la ciotola dal frigo e far acclimatare per 15-20 minuti. Dividere in 8 pezzature da circa 250g. Aiutandosi con un po' di semola formare delle palline e adagiarne 4 per stampo.


Spennellare la superficie con l'albume e spolverare generosamente con il mix di fiocchi e semi. 


Sigillare gli stampi con pellicola e far lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio (io ho impiegato 2 ore a 29°C).


Preriscaldare il forno in funzione statica a 250°C, eliminare la pellicola dagli stampi ed infornare nel ripiano più basso. Cuocere per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 200°C e proseguire per altri 20 minuti. Terminare la cottura a 180°C per 15 minuti.
Sfornare e, aiutandosi con la carta da forno, togliere i pani dagli stampi. Adagiare nuovamente sulla teglia e rimettere nel forno spento con lo sportello aperto.
Quando il forno si sarà completamente raffreddato, prelevare i pani e adagiare su una griglia.


Coprirli con un panno di lino asciutto e lasciar riposare per 1 notte. Il giorno dopo tagliare a fette spesse circa 1 cm e gustare!


A piacere le fette possono essere biscottate in forno a 150°C per 20 minuti, avendo l'accortezza di girarle a metà cottura. Si conservano come i biscotti in scatole di latta o barattoli di vetro per circa 15 giorni senza perdere di fragranza!


Il pane intero si conserva per 5 giorni in un sacchetto di carta in dispensa al riparo da luce e umidità. Tagliare le fette al momento del bisogno e se necessario tostare sotto il grill caldo del forno per sprigionare nuovamente tutti i suoi profumi.


Le fette già tagliate si conservano in sacchetti di plastica da alimenti in frigorifero per 10 giorni o in freezer fino a 3 mesi. Riportare sempre a temperatura ambiente prima di gustare o a piacere passare nel forno caldo qualche minuto.


Un pane morbidissimo e versatile, adatto ad accompagnare tutti i pasti della giornata. La mattina ottimo tostato e spalmato di burro e marmellata, a merenda per confezionare dei deliziosi sandwiches e bruschette  oppure durante pranzo e cena come "semplice" accompagnamento.

38 commenti:

  1. Che spettacolo!!!!!! Sei FANTASTICA con i lievitati...se lo avessi qui, ora, farei una magia....sparirebbe!!!! Complimenti! Un abbraccio e buon we!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...io l'ho dovuto congelato x evitare che questa magia accadesse :-P
      Grazie Cri ^_^

      Elimina
  2. Il pane vince su tutto! Meraviglioso!

    RispondiElimina
  3. Una meraviglia per gli occhi e, ne sono sicura, anche per il palato!

    RispondiElimina
  4. Quando panifichi tu sei over the top dolcezza!!!
    Kisses, Paola.
    Expressyourself
    My Facebook
    My Instagram

    RispondiElimina
  5. O_O che spettacolo questo pane, sei sempre bravissima complimenti! buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede e buon inizio settimana a te <3

      Elimina
  6. E cosa vuoi dire davanti a questo spettacolo di panbauletto? Senza parole ... ♥

    RispondiElimina
  7. meravigliaaaaaaaa!!! mai visto niente di piu' bello e di piu' buono!!! ottimo mix di farine !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, sono felice che ti sia piaciuto :-)

      Elimina
  8. bellissimo, ha un aspetto molto molto invitante, e quei semini......bontà, buon weel end!

    RispondiElimina
  9. un bauletto molto invitante per aspetto e per gli ingredienti di qualità che hai messo, brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Günther, mi fa molto piacere aver incontrato i tuoi gusti <3

      Elimina
  10. Che meraviglia questo pane Consu, complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  11. Questi pani sono veramente bellissimi! Brava Consuelo!

    RispondiElimina
  12. Amazing post! Have a lovely new week. :)

    STYLEFORMANKIND.COM
    Bloglovin

    RispondiElimina
  13. sto finendo gli aggettivi ormai per commentare i tuoi pani.. :-))))

    RispondiElimina
  14. Eccezionale!!!
    Mi studierò la ricetta per poterla poi farla con tutti i miei senza.
    Mi sembra di sentire il profumo intenso di quelle fette.
    L'avena sul pane è stata il colpo di grazia...e non posso sbavare sempre davanti al computer, per via delle tue foto.
    Buona domenica e a rileggerci presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, vedrai che questo mix di sapori ti conquisterà :-)
      A presto <3

      Elimina
  15. diciamo che il Mulino Bianco può andare a nascondersi ! Splendido il tuo pane !

    RispondiElimina
  16. Come sempre riesci a lasciarmi a bocca aperta sono stratosferiche ....Consuelo io so' che lavoro dovresti fare!!!!!!!!bacioni e complimenti

    RispondiElimina
  17. Bellissimo!! Mi fa venir voglia di cimentarmi nella panificazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ti assicuro che non te ne pentiresti ^_* è un antistress naturale :-P

      Elimina
  18. Sono rimasta come sempre incantata,a bocca aperta davanti a quest'altro capolavoro che hai realizzato:un pane spettacolare con un mix di farine che conferiscono un sapore buonissimo,il lievito madre che lo rende speciale ed una consistenza interna perfetta a dir poco e lievitata alla perfezione:))).Non mi stancherò mai di dirti che sei una maga della panificazione e ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti,bravissima come sempre:)).
    Un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Rosy, sei sempre esageratamente gentile :-)
      Felice settimana a te <3

      Elimina