giovedì 7 aprile 2016

Torta di riso massese (versione moderna)

Da anni mio padre decantava le lodi di questa torta di riso nella speranza che io cedessi alla tentazione di mettermi in gioco e provare a fargliela. Ammetto di essermi messa più volte alla ricerca della ricetta ma, quando leggevo 10 o addirittura 12 uova per un impasto di poco più di mezzo chilo, mi faceva male il fegato e rinunciavo. Poi ho letto la versione alleggerita di Valentina e non ho più avuto scusanti per non cimentarmi!
Qui le uova sono ridotte a 3, ho utilizzato lo zucchero grezzo di canna al posto di quello raffinato, regalando alla torta una colorazione più brunita rispetto all'originale, ed il latte è categoricamente parzialmente scremato.
Nonostante tutte le mie modifiche, gli assaggiatori hanno promosso a pieni voti questa rivisitazione, godendo anche del bis senza troppi sensi di colpa!


Questa torta di riso si prepara in prossimità della Pasqua e fa parte della tradizione culinaria di Massa e Carrara. In effetti tra le due città è ancora in corso una diatriba per aggiudicarsene la paternità, quel che è certo è che ha origine in questo territorio, in cui il faticoso lavoro nelle cave necessitava di cibi sostanziosi e calorici (da qui l'uso di tante uova che proprio nel periodo di primavera trovavano il loro picco produttivo). 
Si presenta in un sottile strato morbido e caramellato composto da riso, che serve a sostenere l'abbondante crema liscia e profumata che la caratterizza.
Tutti gli anni il 28 aprile a Mirteto, si tiene la festa di San Vitale. In quest'occasione le signore del paese preparano con cura e tradizione la torta di riso da servire insieme al Candia, a fine giornata viene scelta la migliore.


Ricetta del blog "undolcealgiorno" riadattata in base ai miei gusti.

Ingredienti:
(Dosi x1 stampo rettangolare 20x30 cm o x1 vaschetta di alluminio usa e getta da 6 porzioni)

caramello
8 cucchiai rasi di zucchero di canna grezzo (bio-equosolidale)
composto solido
500 g di latte p.s.
150 g di riso (io varietà Baldo)
100 g di  zucchero di canna grezzo (bio-equosolidale)
2 bicchieri di acqua naturale (circa 400 g)
1 stecca di cannella
1 bacca di vaniglia
composto liquido
500 g di latte p.s.
3 uova bio
100 g di zucchero di canna grezzo (bio-equosolidale)
2 cucchiai di cognac 
1 cucchiaino di scorza di limone non trattato

In una capiente pentola versare il riso, il latte e l'acqua. Unire lo zucchero, la cannella e la vaniglia incisa per la lunghezza. Mescolare e mettere sul fuoco. Cuocere a fiamma dolce per circa 30-40 minuti o fino a completo assorbimento dei liquidi. Mescolare verso fine cottura per non farlo attaccare al fondo della pentola. Togliere dal fuoco e far raffreddare. Poi eliminare le spezie e sgranare con una spatola.



Intanto mettere sul fuoco un pentolino con lo zucchero. Farlo sciogliere a fiamma bassa senza mescolare ma muovendo di tanto in tanto il pentolino fino ad ottenere un liquido ambrata e omogeneo.
Versare subito nello stampo ed inclinarlo per fare in modo che il caramello ricopra in modo omogeneo tutta la superficie. Far raffreddare a temperatura ambiente. Una volta solido ricoprire in uno strato omogeneo con il riso precedentemente preparato aiutandosi con il dorso di un cucchiaio.
A parte rompere le uovo In una capiente ciotola e sbattere con una frusta a mano insieme allo zucchero. Unire quindi il liquore, il latte e la scorza di limone. Versare il composto sul riso.
Cuocere la torta in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 1 ora e 15 minuti. Poi aprire lo sportello a spiffero e proseguire la cottura per altri 15 minuti. (Valutare i tempi di cottura in base al proprio forno. Come dire la Vale "la torta è pronta quando la superficie non è più tremolante"!!!)
Sfornare e far raffreddare a temperatura ambiente. Una volta fredda trasferire in frigorifero per almeno 3 ore (meglio tutta la notte).


Passare la lama di un coltellino lungo i bordi della torta per staccarla e rovesciare lo stampo su un vassoio da portata. Tagliare a quadrotti e servire a temperatura ambiente.


Quella che avanza si conserva in frigorifero fino a 4 giorni, avendo cura di riportarla a temperatura ambiente prima di gustarla.


Il sapore ricorda moltissimo il crème caramel ed ha la consistenza di un budino piuttosto sodo. Si mangia con la forchetta o il cucchiaio ed ha un gusto molto delicato.


Nonostante abbia ridotto le dosi di zucchero, per il mio palato (disabituato) è risultata troppo troppo dolce, quindi, semmai dovessi replicarlo, oserei a ridurlo ulteriormente.


Si serve come dessert dopo cena ma è ottimo anche come merenda per i bambini.

Con questa ricetta partecipo al "Contest Rice Blogger 2016 - Chef Giuseppina Carboni":
http://www.risateerisotti.it/
http://www.comune.lucignano.ar.it/
http://www.scuoladicucinaetoile.com/

68 commenti:

  1. Anche io come te ho scartato alcune ricette dove le uova erano proprio tante però viene poi il mpmento di prepararle,prima o poi la faccio,un abbraccio,buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In molti casi basta ribilanciare gli ingredienti x ottenere cmq un eccellente risultato ^_^

      Elimina
  2. Que bueno Consuelo que se ve tu dulce.
    Y genial!! el consumo de azúcar integral de CJ
    Un saludito

    RispondiElimina
  3. E BRAVA CHE HAI PROVATO A FARLA SEMBRA DAVVERO OTTIMA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, qui è stata spazzolata in tempi record O_o

      Elimina
  4. Ma che buona la tua versione alleggerita devo rifarla perché la adoro. Baci zietta !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica, non vedo l'ora di avere il tuo parere :-)

      Elimina
  5. Adoro le torte di riso. Questa mo' me la faccio! Bravissima dolce Consuelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potresti farmi più felice :-) Aspetto il tuo spassionato parere e grazie <3

      Elimina
  6. Consuelo che gola! Ha un aspetto magnifico! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, ricambio con affetto il tuo abbraccio <3

      Elimina
  7. ahaha ti capisco pure io rinuncio a tante ricette quando contengono tante uova mamma mia 12 uova pure io avrei rimandato a provarla :D meno male che hai trovato questa nuova versione ha un aspetto stupendo deve essere buonissima ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...siamo molto simili allora ^_*
      Grazie carissima e a presto <3

      Elimina
  8. Non ho mai avuto modo di realizzare né assaggiare le torte di riso,la tua ha un aspetto talmente goloso e invitante che mi ha fatto venire una voglia incredibile di cimentarmi nella sua realizzazione...senza ombra di dubbio è di una bontà unica e troppo goduriosa:))grazie mille per la ricetta Consuelo,bravissima come sempre:)).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Rosy, vedrai che ti conquisterà :-)

      Elimina
  9. Da provare assolutamente, dopo le torte di mele per me ci sono quelle di riso nella pole position delle golosità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..questo sono certa che non ti deluderà :-) Fammi sapere e grazie della visita <3

      Elimina
  10. non conoscevo affatto questa torta ma mi sembra molto, molto golosa! e tre uova per una torta di quelle dimensioni mi sembrano una quantità più che ragionevole, secondo me hai fatto benissimo a diminuire la quantità! mi salvo la ricetta, grazie per avermela fatta scoprire consu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Tizi, vedrai che il suo gusto caramellato ti conquisterà :-)

      Elimina
  11. che buona!! mia nonna ne prepara una versione molto simile proprio nel periodo di pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata la prima volta ma non di certo l'ultima ^_*

      Elimina
  12. L'aspetto è meraviglioso, peccato non poterla addentare cara! :D

    La Flò ♡ blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, non ti resta che andare in cucina e farla..è semplicissima ^_^

      Elimina
  13. La mia nonna ne fa una versione salata e poi quella dolce...credo che anche lei metta 3/4 uova al massimo mette un po di buccia di limone ,, poi lei la racchiude in una sfoglia di pasta sia versione dolce che salata qui da noi usa così;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sempre affascinata dalle ricette della tradizione e se c'è il riso ancora meglio ^_*
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  14. La curcuma la metti nel couscous quando lo metti in acqua scusa non l ho scritto domani lo correggo :P

    RispondiElimina
  15. Non ci crederai ma questa sera ho cucinato proprio una torta di riso...ovviamente non cosi golosa. Ricetta semplicissima la mia ma presto proverò ad arricchirla seguendo le tue indicazioni. Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che anche la tua versione è super golosa :-) Grazie Sabri e aspetto il tuo parere su questa ricetta ^_*

      Elimina
  16. Adoro le ricette della tradizione, quelle che hanno i sapori genuini di una volta, solo che pure io quando leggo quantità spropositate di uova o di burro, mi prende un colpo e lascio perdere... questa era una sfida quasi impossibile...12 uova!! Ma tu sei riuscita come sempre nell'impresa, alleggerendo a sufficienza il dolce :-D bravissima Consu! Sarebbe da provare: è pure gluten free ;-) Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti e ti assicuro che quando la rifarà la alleggerirò ulteriormente di zucchero ^_^

      Elimina
  17. In effetti anche io quando vedo una ricetta con più di 3 uova mi prende male. Sai che questa torta ha un aspetto davvero invitante? credo che la proverò presto, mi ispira.

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia!! A vole in passato le uova venivano usate in modo eccessivo, infatti il risultato è stato promosso anche con meno!! Comunque questo dolce è assolutamente da provare, buonissimo!! Grazie per la ricetta Consu!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  19. sono ottimi Consuelo!
    bacioni
    simona:)

    RispondiElimina
  20. E per fortuna che ti sei messa in gioco! questo dolce è uno spettacolo, una vera delizia, assolutamente da provare, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ani, mi fa davvero piacere il tuo parere positivo ^_^

      Elimina
  21. Anche io mi sarei tirata indietro leggendo 10, 12 uova, questa torta sarà di sicuro più leggera ma non per questo meno golosa!
    Complimenti e buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è stata apprezzato quanto la versione originale ^_^
      Grazie e felice giornata <3

      Elimina
  22. Deve essere deliziosa! Diciamo che se portassi anche la tua.....bè sarebbe sicuramente la migliore ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  23. Anche per me, la quantità di uova presenti in una torta ne ha sempre determinato la fattibilità! Sì perché mi sono sempre tifiutata di fare torte che contenessero più di tre uova, quattro solo in casi eccezionali!
    Inoltre ho sempre desiderato fare una torta di riso....sai quanto mi piacerebbe assaggiarla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova questa versione e vedrai che non ti deluderà :-)
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  24. Cara Consuelo questa e' il dolce preferito di mio marito ...anche io la amo tantissimo e la tua versione e' perfetta - 12 uova nemmeno per sogno!!!!bravissssima baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinzia, allora spetto il parere del critico di famiglia ^_*

      Elimina
  25. La torta di riso l'ho mangiata una volta taaaanto ma tanto tempo fa...questa tua è superlativa, me la segno e chissà mai se prima o poi riuscirò a replicarla!
    Un grande abbraccio e buonissima giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..non attendere quanto me..ti garantisco che ne vale la pena ^_*
      Grazie Simo e felice giornata anche a te <3

      Elimina
  26. Sai che non avevo proprio mai sentito parlare di questo dolce? Hai fatto bene a ridurre la quantità di uova, 12 sono davvero troppe in un dolce solo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marta, sono felice di trovarti d'accordo ^_^

      Elimina
  27. Sto vivendo giornate intense e di tempo ne ho pochissimo, ma un commento dinanzi a questa meraviglia non potevo ometterlo: la torta di riso (così come il budino di riso) è una cosa paradisiaca che sa d'infanzia, con un sapore delicato che è una meraviglia! E pensa che non l'ho mai fatta...
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..allora devi assolutamente rimediare ^_^
      Grazie Tati, non sai quanto mi abbiano fatto piacere le tue parole <3

      Elimina
  28. Ciao Consu!
    Son felice che il pdf ti sia piaciuto! Grazie ancora per aver contribuito!
    Per le erbe spontanee, qui da noi, alcune le vendono ormai anche al mercato, come il tarassaco, il luppolo, la silene! …Magari le trovi e ti unisci a noi in questo viaggio di scoperta!��

    su questo dolce... che dire... sbavo... amo i dolci con il riso e questo così caramelloso mi piace un sacco!!!
    Baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proverò a cercarle al mercato contadino...sarebbe un vero onore essere dei vostri anche in questa raccolta ^_^
      Grazie della visita e del tuo gradimento al mio dolce ^_^
      A presto <3

      Elimina
  29. Anche a me questa torta ha sempre ispirato, ma anche io sono sempre stata frenata davanti a certe dosi, solo a leggerle mi spaventavo!
    Dev'essere buonissima così tesoro, ha un aspetto davvero super invitante.
    Un bacino e un bellissimo w.end per voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marghe, provala e vedrai che non deluderà le aspettative ^_^
      Buon we anche a voi <3<3<3

      Elimina
  30. bella tosta ma che super bontà,amo il caramello, mio papà è di pontremoli, ne fanno una simile, buona, buon week end zietta!

    RispondiElimina
  31. diciamo che non è una torta light...
    e ben venga!
    non ho mai fatto dolci a base di riso, ma tendo a sceglierli sempre, quando c'è la possibilità di mangiarne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...allora questo non puoi proprio fartelo sfuggire ^_*

      Elimina
  32. eccomi qua XD
    bellissima e buonissima la tua versione! carina anche l'idea di proporla a testa in giù per mostrare il lato caramellato (non ci avevo proprio pensato :P)
    immaginavo, conoscendo i tuoi gusti, che sarebbe stata troppo dolce per te :P ahahahah
    è parecchio dolce anche per me che amo le cose dolci, e diciamo che la base caramellata non aiuta, ma nonostante questo la adoro :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale x questa ricetta..ha conquistato tutti ^_^

      Elimina
  33. Una bella torta golosa!!! da provare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede, vedrai che ti conquisterà :-)

      Elimina
  34. L'aspetto è davvero invitante, ma la torta di riso è carrarina :P ah ah ah e come la fa mia nonna è irripetibile, peccato che le sue dosi vadano a occhio e non si riesca a replicare. E' vero, è un'abbondanza di tutto, servono tante uova e latte intero, però una volta ogni tanto si può fare, qui è tradizione mangiarla per San Marco, ovvero ieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La paternità/maternità di questa torta è molto contesa...ad ogni modo prova anche la mia versione delight, chissà che non conquisti anche la tua nonna ^_*

      Elimina