mercoledì 25 novembre 2015

Crostata di grani antichi alle mele e cachi (senza uova e senza burro)

Chi va al mulino si infarina ed io sono tornata a casa bianca come la neve!
Sapete che sono sempre alla ricerca di prodotti di qualità e salutari, quindi potete immaginare l'importanza che riservi alla scelta delle farine che utilizzo per i miei amati lievitati! Ormai le acquisto solo al mulino o da canali sicuri ed ho bandito la 0 e la 00 dalla mia cucina da un bel pezzo. 
Al mio ultimo rifornimento mi sono lasciata ammaliare da una nuova farina, quella di grani antichi. 
Ok, so cosa state pensando, i due aggettivi sono agli antipodi ma vi assicuro che non mi sono rincitrullita! 
E' "nuova" perché hanno iniziato a produrla in quest'ultimo periodo ed è "antica" in quanto deriva da una riscoperta di grani che coltivavano prima dell'industrializzazione nella mia zona. Due mulini toscani si sono attrezzati per dare nuova vita e valore a queste coltivazioni ed io non potevo non provarla e mettermi subito all'opera!
Ho seguito il consiglio di gustarla in una crostata ma ho già in mente tanti altri golosi impieghi da lasciarvi a bocca aperta! 



I grani antichi sono quelle varietà di grano del passato rimaste autentiche e originali, non hanno subito, cioè, alcuna modificazione genetica da parte dell'uomo per aumentarne la resa. Variano da regione a regione e tra queste le più conosciute sono: Senatore Cappelli, Kamut, Saragolla, Tumminia, Grano Monococco, Gentil Rosso, Verna e Rieti. 
Non subendo una lavorazione intensiva, nascono delle farine meno raffinate, ovvero semintegrali, quasi sempre macinate a pietra, mantenendo così inalterate le proprietà nutrizionali. Essendo povere di glutine danno vita a prodotti più leggeri e digeribili. 
Scegliendo, inoltre, di acquistare queste farine si sceglie la filiera corta, si aiutano i piccoli produttori e si tutela il patrimonio storico e culturale del proprio territorio.
Non vi ho ancora convinti? Se voi poteste sentirne il profumo e l'aroma, le scegliereste ad occhi chiusi!


Ingredienti x stampo quadrato removibile da 22cm:
(oppure x1 stampo rotondo da crostata da 20cm)

pasta frolla
140 g di farina di grani antichi macinata a pietra
40 g di zucchero di canna
10 g di miele millefiori bio
45 g di latte p.s.
20 g di olio di semi di girasole bio
5 g di baking powder (o lievito per dolci)
farcia
2 cachi maturi
2 mele Golden
1/2 bicchierino di Grand Marnier*
superficie
Zucchero di canna q.b.

*Sostituibile con altro liquore a scelta. Se destinato a bambini utilizzare del semplice succo di limone.


In una capiente ciotola versare la farina , lo zucchero ed il lievito setacciato. Unire il miele ed i liquidi. Mescolare con una spatola, fino ad ottenere un composto asciutto, quindi versare sul piano di lavoro e impastare. Formare una palla e avvolgerla in pellicola trasparente.
Far riposare in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo pulire i cachi dalla buccia e ricavarne tutta la polpa. Trasferirla nel bicchiere del frullatore e ridurre in crema. Sbucciare le mele ed eliminare il torsolo, quindi tagliarle a fette sottili e regolari. Spruzzare subito con il liquore e far riposare.
Stendere la frolla in uno spessore di 3-4 mm tra due fogli di carta da forno, eliminarne quello sopra e ribaltare la sfoglia sullo stampo (se necessario unto e infarinato). Farla aderire ai bordi e bucherellare il fondo.
Versare la crea di cachi, livellare la superficie e decorare con le mele. Spolverare la superficie con zucchero di canna e infornare.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti (valutare i tempi in base al proprio forno).
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella, quindi togliere dallo stampo e tagliare a fette.



Con queste dosi si ottengono 6 fette da colazione o 12 porzioni per una piccola coccola fuori orario!


A piacere potete sostituire la crema di cachi con confettura di albicocche ottenendo lo stesso effetto cromatico!

Questa frolla risulta più morbida rispetto a quella tradizionale grazie alla presenza del lievito e all'umidità della frutta, assumendo una consistenza tale da sciogliersi in bocca!

74 commenti:

  1. La adoro tesoro! Siamo in vena di crostate speciali entrambe ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...per me le crostate hanno un fascino irresistibile :-P
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  2. Ma guarda che bella, sei stata precisissima!!!!!
    Buona giornata :*
    A presto,
    Ale
    www.golosedelizie.com

    RispondiElimina
  3. Io ho bandito la 00... la 0 ancora la uso.. più che altro per i rinfreschi della pasta madre... Chissà che particolare è questa farina di grani antichi.. e soprattutto che delizia le tue crostatine.. che ottimo ripieno!!!! smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia, approvo la tua scelta e ti consiglio di provare la farina di tipo 1 x i rinfreschi..vedrai che anche il tuo lievito avrà una sterzata di energia e gusto in più ^_*

      Elimina
  4. Ma quanto è bella!!! Non metto in dubbio che sia anche molto buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Letizia, felice che ti sia piaciuta :-)

      Elimina
  5. Questa crostata è davvero invitante!
    Complimenti splendida!

    RispondiElimina
  6. ANCH'IO USO IL MENO POSSIBILE DI FARINA 0 E FARINA 00, E ADORO USARE FARINE ALTERNATIVE, MA IO NON HO MULINI QUA VICINO!!!!MI RIFORNISCO A UN NEGOZIO BIO APPENA APERTO QUA VICINO!!!CHE CROSTATA FANTASTICA, ME NE DARESTI UNA FETTA????BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, te ne darei anche due e magari ci abbinerei qualche chiacchiera ed una calda tazza di thè :-)

      Elimina
  7. torta stupenda da vedere (mi ha catturata al primo sguardo, letteralmente, appena ho aperto la bacheca di fb) e anche light! in più preparata con ingredienti davvero sani... consuelo ti sei superata, davvero!
    un bacio e tanti, tanti complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tizi, non sai le tue parole quanto mi facciano piacere :-)

      Elimina
  8. Cara Cosnu ti capisco e la penso esattamente come te, Io ho l'ibarazzo della scelta: sono più o meno a metà strada di due paesi dove si trovano due molini che macinano farine strepitose, non sono sempre aperti in realtà, le loro farine si trovano nei negozietti locali di nicchia diciamo, ma va da sè che ci sia il ricarico del gestore negoziante.. quindi vado un po' da uno, un po' dall'altro e, in alternativa c'è sempre il consorzio agrario dove vende sfuse varie farine. In più un paio di banchetti al mercato dei coltivatori diretti si trovano altre farine locali. sai pensavo .. a quanto siamo fortunate. La zona in cui abita mio figlio, all'estero, non esiste il mercato e stanno sparendo i negozi. Tristezza, Solo centri commerciali dove trovi fragole anche a gennaio, La tua crostata è sublime mi sembra superfluo dirlo, superi sempre te stessa, e ce ne vuole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con me sfondi una porta aperta..io vado proprio alla ricerca di questi prodotti e quando posso li sostengo con l'acquisto e la pubblicità (il passa parola è il miglior veicolo!). Mi rendo conto che è una realtà che sta scomparendo e questo mi fa stare male :-(
      Grazie Simo, siamo proprio in sintonia :-)

      Elimina
  9. Che cosa affascinante quella di trovare i mulini che producono farine fuori dal comune. ..la crostata poi è bellissima. ..a quest'ora una fettina non sarebbe male!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono felice di averti conquistata :-)

      Elimina
  10. Adoro le crostate quadrate con tutte quelle fettine di mela disposte così bene poi... :)

    RispondiElimina
  11. Bellissima e tanto golosa, felice serata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e a te auguro una felice giornata ^_*

      Elimina
  12. Sono interessata anche io alle farine antiche.
    Questa crostata deve essere una delizia adoro i cachi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra, ti garantisco che con questi abbinamenti tutto diventa magico al palato ^_*

      Elimina
  13. Sono senza parole, questa crostata è un opera d'arte, oltre ad essere buona e SANA, perché fatta con ingredienti di prima scelta proprio come tu hai ben spiegato. Potrei gustarla anch'io essendo povera di glutine... quasi quasi parto ora e vengo a gustarmene una fetta! Preferisci caffè o tè?
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...con una fetta e un buon thè caldo direi che possiamo passarci il pomeriggio ^_*
      Grazie, sono felice che anche tu abbia gradito ^_*

      Elimina
  14. ah quanto vorrei poter fare come te per le farine ma non saprei dove trovarla.. magari guardando online la posso trovare e fare una delizia come la tua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il canale on line è sicuramente un ottimo sostituto in mancanza di un mulino a portata di auto ^_* Vedrai che questa farina non ti deluderà :-)
      Grazie della visita Tania e felice giornata <3

      Elimina
  15. Squisitissima!! Si, sono pienamente d' accordo con te sulle farine, ho avuto la fortuna di poterle provare e sono davvero pazzesche!!
    Un abbraccio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvietta, hai ragione, chi le prova non le dimentica tanto facilmente ^_*

      Elimina
  16. meraviglia qst farina Consu! poi adesso che mi sono lanciata in frolle nuove, non posso non provare la tua senza burro e senza uova! Eh! ;-) solo qst farina me la farai sudare, già lo so! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...vedrai che non te ne pentirai..aspetto il tuo parere ^_*

      Elimina
  17. Ormai lo avrai capito anche tu che adoro le crostate, le frolle in genere... e appena ho visto questo tuo piccolo capolavoro, ne sono rimasta rapita...una crostata fantastica, piena di frutta e soprattutto bellissima da vedere...posso solo immaginare il sapore divino... brava Consu! E grazie per questo interessante post sui grani antichi <3 Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x la visita ed il gradimento..non potevi farmi più felice ^_^

      Elimina
  18. proprio oggi sono tornata a casa con una bella scorta di farine macinate a pietra del mio mulino preferito, ma questa di grani antichi mi manca e mi incuriosisce tanto, la voglio cercare. Deliziosa e bellissima la tua crostata!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..la prossima volta non lasciartela sfuggire ^_^
      grazie Alice, sono felice di trovarti complice nell'acquisto compulsivo di farine macinate a pietra ^_*

      Elimina
  19. dammi qualunque alternativa alla farina 00 e mi ci fiondo dritta a capofitto. anche sulla tua crostata che ha l'aria di essere uno spettacolo. adoro i dolci con le mele ma mai usato i cachi. mi ispira un sacco. un bacio, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa davvero piacere di essere riuscita a conquistarti ^_^
      Grazie Fede e a presto <3

      Elimina
  20. Una golosa crostata rustica (adoro queste farine), e perfetta con i cachi, bravissima!!!

    RispondiElimina
  21. Ma quante cose imparo da te !!!! Si vede subito che la crostata deve essere buonissima!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, provala e sono sicura che non ti deluderà :-)

      Elimina
  22. Eccomi! Come promesso sono arrivata per gustare una fetta di questa favolosa crostata. Adoro le mele! E le torte con le mele! Se poi ci metti anche le farine buone e sane, dalla tua tavola non mi alzo più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...sarebbe un vero piacere avervi alla mia tavola :-)
      Grazie di cuore x il dolcissimo pensiero ^_^

      Elimina
  23. Io neppure per la pasta (quella comprata, beninteso !) uso il grano "normale", dolci a parte. Nei negozi del biologico non c'è che l'imbarazzo della scelta. E a parte gli aspetti salutistici, vuoi mettere che sapore più intenso e marcato acquistano i lievitati !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovi perfettamente in armonia con il tuo pensiero :-) Grazie Cristina x la visita :-)

      Elimina
  24. Mi intriga questo mix di frutta e poi con quella farina deve essere super!!!!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
  25. A parte la perfezione di questa crostata, mi piace tantissimo la crema di cachi sotto alle mele, mi hai incuriosito molto.
    Un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala e sarà ancora più light che con una confettura ^_*
      Grazie Daniela e a presto <3

      Elimina
  26. Ciao Consu. Sei sempre più brava, che altro posso dirti. Mi piace quando fai questi esperimenti con ingredienti insoliti. Questa crostata mi ha già lasciata a bocca aperta, non oso immaginare a quello che ci riservi prossimamente.
    A presto Manuela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..rimani sintonizzata e non te ne pentirai ^_*
      Grazie Manu <3<3<3

      Elimina
  27. Perfetta e deliziosa!! Bravissima Conusuelo!! Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  28. Bellissima, sana e di sicuro ottima! Bravissima, anch'io sto cercando di utilizzare meno possibile la farina 00 optando per farro, castagne, fioretto e integrale.. Lo so, i grani antichi non sono la stessa cosa, ma è comunque un inizio... Io non sono una panificatrice come te! :P
    Tornando alla crostata... domani mattina prendo la bretella e vengo a fare colazione da te!! Un bacino :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima Sara, è sicuramente già un buon inizio quello di bandire le farine troppo raffinate dalla propria alimentazione e sarebbe un piacere poter condividere con te anche una fetta di questa crostata :-)

      Elimina
  29. in fatto di conoscenza di grani confesso che sono una perfetta ignorante, peró prendo farine bio e che non provengono da oltre il Veneto, ma di questa crostata me ne porterei via almeno un quarto, sei fortunata che ci divide lo schermo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...la tua scelta oculata dei prodotti è sicuramente già una buona abitudine:-)
      Grazie Marti..magari potertela offrire di persona...

      Elimina
  30. sei magnifica nelle tue rivalutazioni di farine "antiche" e non!! questa crostata è bella come un quadro !!! bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, 6 troppo gentile e sono felice che tu abbia apprezzato <3

      Elimina
  31. Consu sei uno spettacolo! Anche io sono tentata da questa nuova farina, ma qui ancora non arriva.... devo dare un'occhiata sulla rete! Un bascione gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty sono sicura che on line potrai soddisfare la tua curiosità e vedrai che non tornerai più indietro ^_*
      Un abbraccio e grazie della visita <3

      Elimina
  32. mamma mia questa crostata è bellissima, poi con questi ingredienti sani e deliziosi...sarà squisita!!! anche le foto mi piacciono tantissimo!!! troooooppo bravaaaa!!!
    un abbraccio grande....ah mi sono unita ai tuoi seguaci di fb sia con il mio profilo personale che con la pagina del mio blog spero ti faccia piacere! :)
    bacissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jo x aver gradito la mia crostata, non sai come vorrei potertela far assaggiare :-)
      Grazie anche x esserti unita ai miei followers di FB, vado subito a ricambiare ^_*

      Elimina
  33. Le tue crostate sino ormai una garanzia per me.
    Interessante questo mix di farine, prenderò nota

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, mi fa davvero piacere leggere queste parole <3<3<3

      Elimina
  34. Che meraviglia Consuelo. Proprio intreressante la base golosa e sana! Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono felice che ti sia piaciuta :-)

      Elimina
  35. Mamma che buona! A me hai convinto di sicuro; anche io compro le mie farine in un mulino della mia zona, non potrei più farne a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo dubbi di trovarti in sintonia con me :-)

      Elimina
  36. Devo proprio salvare un paio degli ultimi cachi per provare questa sana, gustosa delizia :) Grazie per averla condivisa <3 Buon we cara :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Alice x il tuo gradimento..aspetto il parere post assaggio ^_*

      Elimina
  37. E' buonissima Consu! Sono d'accordo con te e a favore di queste farine, infatti ne sono alla ricerca proprio perche' povere di glutine e piu' naturali. Appena riesco a procurarmi la farina questa crostata la devo proprio fare!!!!! Complimenti belle anche le foto.Buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa, vedrai che questa farina ti conquisterà e se non la trovi prova cmq la crostata con farina integrale macinata a pietra..sono certa che saprà deliziarti ^_^

      Elimina