venerdì 9 ottobre 2015

La VERA schiacciata all'uva fragola

Non c'è niente che più mi faccia sentire a casa quanto una schiacciata con l'uva fragola! Ogni anno, nel periodo della vendemmia, le mie nonne facevano a gara a chi ne sfornava di più! Noi bambini non l'abbiamo mai particolarmente amata a causa dei semini che eravamo costretti a sputtazzare di qua e di là, ma dovevamo rassegnarci a farci merenda perché era l'unica cosa dolce che ci veniva proposta.
Da grande l'ho potuta rivalutare e apprezzare per il suo sapore rustico e per i bellissimi ricordi che mi evoca ad ogni morso, in più, con la passione che mi ritrovo per gli impasti, non è altro che un'occasione in più per mettere le mani in pasta.
Le mie nonne non cucinano quasi più e i miei parenti sono troppo presi dalla frenesia della vita moderna per mettersi a sfornare schiacciate come una volta, quindi ci penso io a riequilibrare la situazione! In questo periodo, infatti, vengo sommersa di uva fragola del pergolato della mia nonna materna ed io mi ritrovo a produrne una quantità fuori dal comune!
L'anno scorso ve l'ho proposta nella versione che amano a casa mia, cioè quella senza semi, ma stavolta con il poco tempo a disposizione, ho optato per la ricetta originale..proprio quella che sfornavano un tempo dal forno a legna della casa in campagna durante i giorni della vendemmia.


La voglia di riscoprire l'originale ricetta della tradizione toscana, è nata durante la giornata di domenica al Palazzo de' Vicari a Scaperia in occasione dell'evento annuale dell'apertura del taglio della prima forma di formaggio del "Gran Mugello Ubaldino" (momento tanto atteso anche da noi foodbloggers per la premiazione del contest "Latti da mangiare"). La festa si è conclusa con una prelibata degustazione dei prodotti caseari della fattoria "Il Palagiaccio", oltre che miele, prodotti da forno e dolci di produttori locali e a km0. La schiacciata ha concluso degnamente la bellissima giornata e, d'ora in poi assaporando il suo gusto, questo piacevole ricordo si aggiungerà a quelli che porto già dentro il mio cuore.

Ingredienti:
(Dose x2 teglie rettangolari 24x30cm o x1 placca del forno)

impasto
500 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
125 g di lievito madre attivo*
400 g di acqua
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 cucchiaino di sale fino marino
finitura
1kg di uva fragola
6 cucchiai di zucchero di canna integrale

Farina di mais x lo spolvero

*Rinfrescato e al raddoppio.

In una grande ciotola, sciogliere il lievito nell'acqua. Unire la farina ed il sale e lavorare velocemente con una forchetta. Incorporare l'olio e far riposare per 30 minuti coperto con un telo.
Spolverare il piano di lavoro di farina di mais e rovesciarci l'impasto. Praticare una serie di pieghe a libro e formare una palla.
Riporre nella ciotola leggermente unta e sigillarla con pellicola trasparente. Riporre in frigo per 24 ore.
Togliere la ciotola dal frigo e far acclimatare l'impasto per 1 ora.
Dividere l'impasto in due parti uguali e stenderle con la pressione dei polpastrelli nelle due teglie leggermente unte d'olio. Far riposare per 1 ora a temperatura ambiente.
Sgranare i grappoli e lavare accuratamente gli acini. Asciugarli in un telo pulito. Ricoprire la superficie delle focacce e schiacciarle delicatamente per farle affondare nell'impasto. Ricoprire con lo zucchero e infornare.
Cuocere in forno preriscaldato statico a 240°C per 20 minuti. Poi abbassare la temperatura a 220°C e proseguire la cottura per altri 20 minuti. Infine attivare la ventilazione a 180°C e far evaporare tutto il liquido con lo sportello a spiffero (altri 10-15 minuti circa). 
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella. 


Una volta fredda, toglierla dalla teglia e tagliare a quadrotti.



Si conserva a temperatura ambiente per 5-6 giorni. Per prolungarne la durata, meglio conservala in frigorifero.


Deliziosa anche gustata a colazione con una fumante tazza di the, per un buongiorno carico di sapore e benessere. Provatela anche dopo pasto con un vino liquoroso, i vostri ospiti ne rimarranno piacevolmente conquistati!

Con questa ricetta partecipo:

Contest "Di cucina in cucina" di Ottobre

Raccolta "SweetLove-La ragazza delle torte" di La cascata dei sapori in collaborazione con AntoCrea 
Panissimo di Ottobre

64 commenti:

  1. nno ho mai assaggiato l'uva fragola, nno credo qui da me di averla mai vista, ma sono sicura che la tua schiacciata e' imbattibile, tu fai le magie con i lievitati!!!Bravissima cara!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry, te ne spedisco virtualmente una bella fetta :-)

      Elimina
  2. Ricordo benissimo anche quella dello scorso anno. Comunque cara Consu, semi o non semi, a me sembra bellissima anche questa. Ti ringrazio tanto per il dono che mi hai fatto a Panissimo ma ero certa che potevo contare su di te. Sei una grande appassionata di lievitati, proprio come me. Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry :-) non possiamo che andare d'accordo io e te ^_^

      Elimina
  3. Che meraviglia !!! Sai che non l' ho mangiata devo assolutamente rifarla poi la tua versione è quella originale quindi meglio di così !!! Buon w e cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica, provala e sono certa che te ne innamorerai :-)

      Elimina
  4. Ciao zia Consu! :-) che bella questa schiacciata...e che sapore divino che deve avere!! Se ti va, anche questa potrebbe andare bene per la raccolta di ottobre (c'è anche l'uva tra gli ingredienti)...un abbraccio, Leti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti x l'invito :-) ci penso e ti faccio sapere!

      Elimina
  5. io verrei subito a impastare con te questa meraviglia, adoro l'uva fragola e la schiacciata mi ricorda l'infanzia, brava continua a sfornare! buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lilli, seguirò il tuo suggerimento ^_*

      Elimina
  6. Carissima Consuelo, che meraviglia questa schiacciata, sicuramente carica di valore affettivo in quanto legata a ricordi d'infanzia:))hai fatto benissimo a riproporla e a condividere questo dolce sano e sicuramente buonissimo che mi piacerebbe davvero poter assaggiare, ha un aspetto meraviglioso, bravissima come sempre, ti faccio i miei migliori complimenti:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, sono felice che ti sia piaciuta :-)

      Elimina
  7. Ma che delizia zia Consu! La schiacciata deve essere di una bontà superlativa, è così appetitosa, irresistibile! complimenti anche per il bellissimo post!
    Buon fine settimana, a presto ....

    RispondiElimina
  8. Anche io ho preparato la schiacciata con l'uva, qualche volta la faceva mio nonno, mia nonna era una pessima cuoca! Leggendo la ricetta ho visto che non usi i semi di finocchio, qui a Firenze è un ingrediente immancabile! Un abbraccio grande grande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero??? Non sapevo di quest'aggiunta e mi hai davvero incuriosita!! Prossima volta ce li metterò :-)
      Grazie Bea <3

      Elimina
  9. Immagino che buona questa schiacciata all'uva fragola e che buon profumino. Io sono cresciuta con l'uva fragola, i miei genitori avevano qualche vigneto, non tanto, giusto per poter mangiare un pò e faceva un pò di mosto che era dolcissimo . Quest'anno non l'ho fatto ancora la schiacciata, ma la devo fare, ho l'uva bianca e la farò con quella, non può passare inosservata, è troppo buona !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia, sono felice di averti invogliata a provare..vedrai che non ti deluderà :-)

      Elimina
  10. Stamattina mi é arrivato un sacchetto di uva fragola... E secondo te cosa ci farò?? L'ho vista già l'anno scorso da te, ora me ne proponi una nuova versione... Non posso sottrarmi! ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi..ne sono onorata e aspetto con trepidazione il parere post assaggio ^_^

      Elimina
  11. Non sapevo ch ein Toscana fosse addirittura di tradizione questa schiacciata!
    L'uva fragola l'ho sempre mangiata come futto di fine estate, ma innaginarlo su un lievitato in effetti mi fa "strano"! Mi affido però al tuo gusto... e menomale che ci sei ancora tu a parptare avanti queste belle tradizioni! Grazie infatti per averla condivisa! :)
    Un bacino, cara Consu! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..io amo la focaccia con la frutta e nel mio archivio di ricette ce ne sono di tutti i tipi quindi non poteva mancare nemmeno questa ^_^
      Strano che tu non ne abbia mai sentito parlare..se ti capita provala, te ne stupirai!
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  12. Ciao Consu, io adoro la schiacciata e la preferisco originale con i semi.
    Questa tua schiacciata originale è davvero bella.
    Mi hai fatto tornare la voglia di farla ancora ... mi sa mi sa che non potrò esimermi.
    Ti farò sapere. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana, aspetto di sapere se hai provato la mia ricetta :-)

      Elimina
  13. E a me piace da morire... quanti anni che non la mangio mi sa che bisogna rimediare!
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...vedrai Tati che ti torneranno alla mente tutti i bei ricordi legati a quel periodo...la schiacciata ha questo potere ^_^

      Elimina
  14. Merhabalar, çok lezzetli ve iştah açıcı olmuş. Ellerinize sağlık.

    Saygılar.

    RispondiElimina
  15. Sono secoli che non ne mangio una e mi viene pure un po' di nostalgia perchè la tua è esattamente quella che mangiavo da piccola. grazie consu di questa preziosa ricetta. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Lisa, le tue parole mi hanno fatto un immenso piacere <3

      Elimina
  16. Risposte
    1. ahahah..non avevo dubbi che ti sarebbe piaciuta :-P

      Elimina
  17. Tu sei una tentazione continua.... adoro l'uva fragola!!!!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene a sapersi, così saprò come prenderti x la gola in futuro :-P

      Elimina
  18. Mamma quanti ricordi la mia nonna di 93 anni la faceva sempre sempre sempre e anche io odiavo tutti quei semetti e l'ho rifatta senza ...la tua e' stupenda con tutti quei BUCONI TI ADORO...BRA
    VISSSIMA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinzia :-) anch'io preferisco la versione senza semi ma che pazienza a toglierli tutti U.U

      Elimina
  19. Ciao tesorino,grazie di cuore per questo meraviglioso lievitato, deve essere una vera delizia golosa! Come sempre sai rendere ogni cosa perfetta! Mi hai fatto una bellissima sorpresa,io adoro questo dolce perché ad esso sono legati dei bellissimi ed emozionanti ricordi,che me lo fanno amare ancora di più! Bravissima!
    Ti auguro uno splendido week-end!
    Un abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto mi faccia piacere il tuo gradimento :-)
      Grazie di cuore a te Lauretta x la tua dolcezza <3<3<3

      Elimina
  20. Ecco, anch'io ho sempre avuto questo problemi con l'uva fragola per via dei semini...in questo periodo, al mercato, l'uva fragola la troviamo facilmente, chissà che, armata di buona volontà, non riesca a eliminare i semini, come nella tua precedente ricetta, e prepararla anch'io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di pazienza ce ne vuole tanta ma ti assicuro che poi è ampiamente ripagata :-)
      Fammi sapere cara e a presto <3

      Elimina
  21. Grazie, cara, per questa preziosa ricetta! Ho assaggiato solo una volta la schiacciata toscana ed ancora ne ricordo profumo e sapore... sublimi! L'unico mio cruccio è aver perso per l'ennesima volta la pasta madre. Quindi opterò per il lievito di birra, sperando che il risultato somigli almeno un po' a questa meraviglia che hai fatto :) complimentissimi!
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che verrà perfetta anche con il lievito di birra :-) Usane poco circa 6g e fai lo stesso procedimento che ho indicato io ^_* non te ne pentirai ^_*
      Tienimi aggiornata!!!

      Elimina
  22. E' meravigliosa!!!!! Buon we Consu!!!

    RispondiElimina
  23. non l'ho mai assaggiata, sembra davvero deliziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..devi rimediare Linda, sono certa che te ne innamorerai ^_*
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  24. non l'ho mai assaggiata anche perchè dalle mie parti è difficile anche reperire questo particolare tipo di uva, ma sembra ottima!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala con un altra uva da tavola..il risultato potrebbe sorprenderti ^_^

      Elimina
  25. Consuelo ma che meraviglia, ottima!complimenti!
    buona domenica simona:)

    RispondiElimina
  26. Ciao Consu, io non l'ho mai assaggiata questa meraviglia, ma dopo aver visto le tue immagini ne ho una gran voglia!
    Complimenti e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala Silvia e poi fammi sapere se ne è valsa la pena ^_*
      Grazie della visita <3

      Elimina
  27. Deve essere buonissima, non l'ho mai assaggiata se trovo l'uva fragola la provo
    altrimenti il prossimo anno, mi segno la ricetta complimenti un bacio<3

    RispondiElimina
  28. Ciao Consu, che buona questa schiacciata, l'uva fragola mi piace moltissimo, è un dono veramente prezioso della natura e questa focaccia la esalta davvero! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come darti torto Carla! Io ne vado pazza e la schiacciata in questo periodo non può mancare in casa mia ^_^

      Elimina
  29. Il profumo dell'uva che quasi ricorda il mosto arriva fin qui... la schiacciata è una ricetta che da tempo vorrei provare, l'uva fragola è un ricordo d'infanzia perchè cresceva nel pergolato del giardino dei miei nonni materni e quando la vedo inevitabilmente mi trasmette un bel senso di ricordo e tenerezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti trasmesso emozioni :-) Grazie Francesca x averli condivisi con me <3

      Elimina
  30. Per farla con il lievito di birra, mantenendo la stessa procedura, qualche grammo?? E' veramente BELLA e APPETITOSA ma non ho lievito madre.
    Cosa mi consigli?
    Grazie e complimenti per il tuo lavoro...ricette sempre interessanti.
    Samantha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Samantha, grazie della visita. Puoi sostituire il lievito madre con 6 g di lievito di birra FRESCO (non quello in bustina!!!) e seguire lo stesso procedimento che descrivo io. Vedrai che il risultato sarà molto simile :-)
      Tienimi aggiornata e a presto!

      Elimina
  31. Io non lo mai assaggiata e sarei così curiosa. ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..e posso garantirti che ti piacerebbe :-P

      Elimina
  32. Una combinazione davvero appetitosa con due ingredienti che adoro! Sei bravissima Consuelo, un abbraccio!

    RispondiElimina