mercoledì 3 giugno 2015

Cappellacci emiliani alla salsiccia e Lambrusco

Prima che esploda l'estate e le temperature torride impediscano anche solo lontanamente di pensare ad impastare, fare lunghe cotture ai fornelli e nutrirsi di cibi sostanziosi, devo assolutamente farvi assaggiare questo piatto.
L'ho pensato e realizzato in uno degli ultimi giorni di pioggia della scorsa settimana. Ormai sapete bene che il mio miglior rimedio alla tristezza è affondare le mani in qualche pacco di farina e anche stavolta le cose non sono andate diversamente. Niente pane, però, ma pasta fresca ripiena! Dopo il corso seguito ad Aprile, mi ero ripromessa di provare almeno una delle ricette proposte dallo Chef ma c'era sempre un motivo che mi obbligava a rimandare, almeno fino a qualche giorno fa. Confesso che alla fine tra una modifica e l'altra la sua ricetta sia stata completamente stravolta ma ho cercato di mantenere una forma che rispecchiasse la tradizione emiliana sfumando tutti i sapori con un delizioso Lambrusco!


Gli ingredienti sono stati dettati da "esigenze di copione" per poter partecipare al contest indetto dalle Cantine Settecani situate nel cuore della provincia di Modena, dove si produce il vino simbolo di tutta l'Emilia: il celeberrimo Lambrusco Gasparossa.  
E' stato davvero piacevole scoprire sapori e tradizioni diverse dalla mia e spero di avergli reso giustizia (...e a giudicare dal gradimento dei miei commensali, posso reputarmi più che soddisfatta!).

Ingredienti x60 cappellacci / 6-8 porzioni:

Pasta fresca all'uovo
200 g di farina di tipo 1 macinata a pietra*
100 g di semola rimacinata di grano duro*
3 uovo medie bio
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 pizzico di sale fino marino
Ripieno
3 salsicce fresche di suino italiano
2 carote
1 scalogno
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 piccola patata novella lessata e schiacciata con l'apposito attrezzo
Salsa al Lambrusco
100 ml di brodo vegetale
35 g di farina di tipo 1 macinata a pietra*
30 g di burro di ottima qualità
1 cucchiaino di zucchero di canna integrale

*Farine di cui vi ho già parlato qui.


Pelare le carote, spuntarle e grattugiarle finemente. Sbucciare lo scalogno e tritare al coltello. Spellare le salsicce e sbriciolarle con le mani.
Raccogliere tutto in una capiente pentole e cuocere a fiamma dolce fino a far tostare gli ingredienti. 
Non ci sarà bisogno di aggiungere olio per il soffritto in quanto la salsiccia cuocendo butta fuori il suo grasso e questo sarà sufficiente. 
Versare il vino e il concentrato di pomodoro. Far restringere mescolando spesso.


Far raffreddare il ragù a temperatura ambiente, quindi unire la patata schiacciata.
Mescolare e riporre in frigo per almeno 4 ore, meglio tutta la notte.
Per la pasta fresca procedere a mano o a macchina come vostra abitudine. Io ho utilizzato la planetaria con il gancio a foglia per l'impasto e la spianatrice per stendere.
Setacciare la farina, mescolare con la semola ed il sale. Unire le uova e iniziare ad impastare. Aggiungere i liquidi e proseguire energicamente fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. 
Formare una palla e far riposare coperta con pellicola per 20 minuti.
Stendere poca pasta alla volta partendo dalla tacca 1 fino alla 7. Tagliare le strisce ottenute in quadrati da circa 6 cm per lato aiutandosi con una rondella per pizza. Posizionare al centro di ognuno una pallina di ripieno.
Unire le estremità formando un triangolo, quindi unire le punte ottenendo la classica forma del cappellaccio.



Spolverare un vassoio di semola e adagiarci i cappellacci che a mano mano sono pronti. Proseguire in questo modo fino a terminare gli ingredienti.
Suddividere la pasta già in porzioni, calcolando 10 cappellacci a persona come piatto unico o 5-6 pezzi come primo piatto. Riporre in freezer per 3-4 ore.

Poco prima di cuocerli, preparare la salsa di accompagnamento.
Sciogliere a fiamma media il burro, unire la farina e cuocere per 2-3 minuti mescolando spesso. Togliere dal fuoco e versare il vino. Mescolare energicamente con una frusta fino ad ottenere una crema liscia e setosa. Rimettere sul fuoco e versare a filo il brodo, continuando a mescolare. Appena la salsa raggiunge la consistenza desiderata, incorporare lo zucchero e farlo sciogliere.
Togliere dal fuoco e far intiepidire.
A parte portare a bollore abbondante acqua e unire 1 cucchiaio di Lambrusco ogni 500 ml. Gettare i cappellacci congelati** e cuocere per 5-6 minuti. Scolarli e servirli su un velo di salsa.
**Io faccio sempre così e non si sono mai aperti, provate e non ve ne pentirete!


A piacere si possono scolare su una grande vassoio e ricoprire con la salsa al Lambrusco.


Ho adorato questo abbinamento in quanto la sapidità e la pienezza della pasta ripiena veniva sgrassata dal retrogusto leggermente acido e dolciastro della salsa.


Ottimi anche serviti con burro e salvia o un leggero sugo di pomodoro ed una grattugiata di Parmigiano Reggiano.


Ovviamente il tutto è da degustare con un fresco bicchiere di Lambrusco secco Grasparossa di Castelvetro!

Con questa ricetta partecipo al contest di Cucina Semplicemente Lambrusco cantina Settecani
http://www.cucinasemplicemente.it/lambrusco-settecani/

54 commenti:

  1. La maestria pura tesoro, sono bellissimi a vedersi e senza dubbio da urlo al palato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Letizia, 6 troppo carina..non sai come mi rilassa fare la pasta fresca :-)

      Elimina
  2. Adoro i cappellacci Consuelo. Mia mamma è emiliana e ci ha trasmesso la tradizione dei cappelletti in brodo di cappone tipici del Natale emiliano. La pasta ripiena è una delle mie passioni spassionatissime e questi cappellacci ti sono venuti a regola d'arte. Sto assaporando il profumo del lambrusco.
    Bel piatto, ciao!
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da un'intenditrice come te, è un vero complimento :-)
      Grazie di cuore cara <3

      Elimina
  3. SONO DAVVERO PERFETTI, TANTI TANTI COMPLIMENTI, NON POTEVI FARLI MEGLIO!!!!BRAVISSIMA COME SEMPRE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. cara mia oggi ti sei superata, un signor piatto, dai grandi sapori, ricco, saporito, amo la pasta fresca, forse più farla che mangiarla, hai fatto benone a regalarceli prima del caldo che oggi almeno a milano è presente! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..ti confesso che anch'io amo + farla che mangiarla..mi limito all'assaggio e questo è stato un vero piacere x le mie papille gustative ^_*
      Grazie tesoro <3

      Elimina
  5. Un piatto elegantissimo e delizioso zietta. Complimenti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica, sono felice che ti sia piaciuto :-)

      Elimina
  6. Uau che piatto raffinato consu!! Quella salsa al lambrusco deve essere deliziosa. Complimenti, un piatto bellissimo che mi piacerebbe proprio assaggiare!
    Tanti baci♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La salsa è da provare anche senza la pasta..io l'ho finita con delle verdure grigliate e ti garantisco che è stato un pasto golosissimo :-P
      Grazie cara e a presto <3

      Elimina
  7. Complimenti Consu, davvero favolosi!!!
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. Che buoniiiiiii!! Sai quanto amo la pasta fresca, se poi è ripiena non ti dico! Brava Consu ma perchè tu d'estate niente pasta? io non so rinunciare, magari una porzione piccola ma mi piace troppo. Bravissima tesoro, ti sei davvero superata con questo piatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry, sono davvero felice che questo piatto sia stato di tuo gradimento :-)
      ps: anch'io continuo a mangiare pasta ma prediligo sapori più freschi e possibilmente senza cottura ^_*

      Elimina
  9. Belli i tuoi cappellacci e tanto gustosi !

    RispondiElimina
  10. Complimenti sono meravigliosamente invitanti, devono essere buonissimi con un gusto tutto da provare!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, se li provi non li molli più ^_*

      Elimina
  11. Sei proprio bravissima!!! Complimenti!!! ^_^

    RispondiElimina
  12. le temperature torride qui sono già arrivate, 35° oggi, ma questa deliziosa ricetta me la salvo e la proverò a fine estate!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, ti garantisco che ne vale la pena..me lo saprai ridire post assaggio ^_*

      Elimina
  13. Cara Consuelo, ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti per questo meraviglioso primo piatto, perfetto ,dall'aspetto invitantissimo e sicuramente troppo gustoso, mi hai fatto venire una voglia incredibile di assaggiare i tuoi cappellacci...nonostante qui sia già iniziata l'Estate ( ma ancora le temperature sono ancora sopportabili...) bravissima come sempre:)))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, mi fa molto piacere averti incuriosita con questo piatto e questi sapori :-) Un assaggio è inevitabile anche a 35°C :-P

      Elimina
  14. Uhmmmm.... devono essere saporitissimi e quella salsina? Sublime!!!
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
  15. Devono essere squisiti ...bravissima!!!
    Baci<3

    RispondiElimina
  16. Una meraviglia, Consu, sono perfetti e un impiattamento da grande chef, complimenti e in bocca al lupo per il contest ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, non sai quanto c'ho ragionato per rendere questo piatto chic..e sono felice di essere riuscita nell'impresa ^_*

      Elimina
  17. Sei stata bravissima Consu, il ripieno è gustosissimo e la salsa al lambrusco, completa il tutto in maniera sublime!!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, mi fa piacere che tu abbia gradito <3

      Elimina
  18. Ciao Consuelo che meraviglia questo piatto di "casa mia", poi con il Lambrusci che amo particolarmente per il suo gusto frizzanti o, perfetto fresco di frigo...anche se qualche sommelier avrebbe da ridire sul vino messo in frigo :)! Qui il caldo e' davvero già scoppiato, ma in alcune situazioni non rinuncio al forno ;)! Buona serata Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono una vera amante del Lambrusco e, detto tra noi, lo adoro appena uscito dal frigo, fresco, fresco :-P
      Grazie Luisa :-)
      ps: anch'io non rinuncio al forno..anche oggi è acceso :-P

      Elimina
  19. Sono perfetti i tuoi cappellacci, e con la salsa al lambrusco devono essere deliziosi.... mi fai venire fame :-)
    Ciao a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...mi fa molto piacere aver incontrato i tuoi gusti ^_^
      Grazie Silvia <3

      Elimina
  20. qui il caldo è già arrivato , ma i tuoi cappellacci li mangerei lo stesso moooolto volentieri!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, ti garantisco che si lasciano mangiare con gusto anche a temperature torride ^_*

      Elimina
  21. Anche qui caldo torrido 35 gradi....non li ho mai assaggiati cosi' mi salvo la ricetta....ps i panini li faccio non mi sono dimenticata ma con la scuol stiamo impazzendo ...aspetto giornate in cui non devo studiare con lui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinzia, non vedo l'ora di avere il tuo parere :-)
      In bocca al lupo x gli esami ^_^

      Elimina
    2. no,non ha gli esami ,ha finito la seconda media ma aveva il delirio di verifiche e interrogazioni ....finalmente e' finitaaaaaa

      Elimina
    3. Anche x me era sempre un periodo stressante questo, quando andavo a scuola :-( Ora godetevi del tempo di qualità insieme e l'estate :-)
      Un abbraccio amica mia <3<3<3

      Elimina
  22. E così ecco che ci impiatti anche un bel cappellaccio! L'aspetto è decisamente delizioso e immagino la bontà della sfoglia che, ruvida quanto basta, sa assorbire i sapori di un condimento da urlo!! Ebbrava zietta ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica, troppo carina :-) Confesso che è un piatto fuori dalla mia concezione di alimentazione..ma ogni tanto fa piacere assaggiare sapori diversi ^_*

      Elimina
  23. Ohhh dovevano essere davvero saporiti e gustosi. La salsiccia e il lambrusco sono di casa dalle mie parti, qua piacciono i sapori decisi Hai reso davvero un omaggio meraviglioso a questi prodotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele, non sai che piacere sapere di aver reso degno omaggio a questa regione e alle sue tradizioni ^_^

      Elimina
  24. Wow, i cappellacci sono buonissimi se fatti in casa! Sai che io non mangio la pasta ripiena industriale perché non mi piace? Questi invece sono favolosi e tremendamente chic....
    Un baciotto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tatiana...io consumo poca pasta in generale e quando posso amo farmela in casa :-)
      Mi fa molto piacere che tu abbia gradito :-)

      Elimina
  25. Hai una grande manualità Consu, anche gli abbinamenti da te scelti sono ottimi. In bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale :-) sono sicura che mi porterai fortuna ^_^

      Elimina
  26. Così mi tenti, Consu!! Anche col caldo ad un buon piatto di cappellacci non posso di certo resistere! Sono meravigliosi! Un bacione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anita, detto da te è un vero complimento :-)

      Elimina