domenica 14 dicembre 2014

Pandoro #1 a lievitazione naturale

Dite la verità, ve lo stavate immaginando! Tutti quei rinfreschi al lievito erano sospetti e presagivano una golosa motivazione..era solo questione di tempo che su questi schermi comparisse lui, il protagonista delle feste: il pandoro!
Ammetto che non sono mai stata una gran consumatrice di questi grandi lievitati delle feste, non li ho mai comprati e gli unici che entravano in casa nostra negli scorsi anni facevano parte di "cesti regalo aziendali". 
Da quando ho iniziato ad accudire la mia pasta madre, però, la voglia di sperimentare è andata oltre alle solite abitudini. Come per Pasqua ho fatto le mie prime colombe, adesso mi stavo preparando psicologicamente al mio primo panettone. 
Ero addirittura arrivata a fare la lista degli ingredienti per fare la spesa che mio marito mi ha bloccata (giusto in tempo!) chiedendomi di fare il pandoro. Avevo rimosso il suo innato amore per questo dolce natalizio e tale dimenticanza mi ha causato un ritardo sulla tabella di marcia e una corsa contro il tempo per cercare la ricetta perfetta.
Si sa bene che la fretta è una cattiva consigliera, soprattutto quando si ha a che fare con un prodotto a lievitazione naturale e il risultato non è stato soddisfacente al 100%.
Sono riuscita ad ottenere lo stesso profumo e il vero sapore quando si scioglie in bocca caratteristico del pandoro ma la consistenza non era quella giusta. Intendiamoci, è squisito e in meno di una settimana è sparito ed ha riempito casa di una fragranza indimenticabile, ma il mio perfezionismo (soprattutto quando si tratta di un lievitato) mi ha costretta ad un secondo tentativo che è già in fase di lievitazione!
Oggi voglio comunque rendervi partecipi di questa versione semplice e veloce. Con un unico impasto e le giuste ore di lievitazione, otterrete un prodotto da far invidia a qualunque pandoro su mercato! Fa tutto da solo, voi dovrete solo metterci la vostra pazienza, aspettare che cresca ed il gioco è fatto!

Ricetta liberamente tratta da qui

Dosi x stampo da 1kg:

impasto
280 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
100 g di lievito madre attivo*
4 uova extra grandi (circa 65g cadauna)
200 g di burro di ottima qualità
130 g di zucchero a velo
5 g di sale fino marino
1 g di vanillina pura o i semi di 1/2 bacca di vaniglia*

aroma
40 g di cioccolato bianco
10 g di burro di cacao
20 g di miele millefiori
5 g di rum
2 scorzette di limone non trattato

stampo e lavorazione
30 g di burro morbido
30 g di farina di tipo 1 macinata a pietra

servire
Zucchero a velo q.b.

*Rinfrescato nei 2 giorni precedenti con intervalli di 5 ore. E' pronto ad essere utilizzato quando raddoppia di volume in meno di 3 ore.

Lavorazione avvenuta nella planetaria con gancio K.


Sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco con il burro di cacao e il miele. Aromatizzare il rum con le scorze di limone. Togliere il cioccolato dal fuoco e unire il rum e il limone. Far completamente raffreddare a temperatura ambiente.



Prima di iniziare la lavorazione pesare tutti gli ingredienti e portarli a temperatura ambiente.



Setacciare la farina con lo zucchero a velo e la vanillina* in una capiente ciotola. Spezzettare il lievito madre nella ciotola della planetaria e unire le uova.

Lavorare a bassa velocità fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire un cucchiaio alla volta del mix di farina e zucchero, lasciandolo perfettamente assorbire prima di unire il successivo. 
Aggiungere il sale e l'aroma dopo aver eliminato le scorze di limone (se utilizzate di semi di vaniglia* uniteli in questa fase). Far perfettamente incorporare aumentando la velocità.
Infine incorporare il burro, un dadino alla volta facendolo perfettamente assorbire prima di unire il successivo. In questa fase di lavorazione mantenere una velocità media.
Trasferire il composto in una ciotola leggermente unta e coprire con pellicola trasparente.



Far riposare per 2 ore nel forno spento con la luce accesa. Poi trasferire in frigo per 18-20 ore.



Spolverare il piano di lavoro con la farina e rovesciarci l'impasto. Praticare una serie di pieghe a libro e pirlare la palla ottenuta. Trasferire quindi nello stampo preventivamente unto con il burro morbido.

Coprire con pellicola trasparente e mettere nel forno spento con la luce accesa fino a che l'impasto raggiunge 2 cm dal bordo dello stampo (io ho impiegato 27 ore).



Eliminare la pellicola e posizionare la teglia con lo stampo nel ripiano più basso del forno. Accendere a 180°C e cuocere per 15 minuti. Poi abbassare la temperatura a 160°C e proseguire la cottura per altri 35-40 minuti.

Sfornare e far raffreddare su una gratella.


Appena è tiepido, può essere tolto dallo stampo. Appena è freddo decorare con abbondante zucchero a velo.


La degustazione ottimale sarebbe da effettuare dopo 2 giorni di riposo...
...ma noi non abbiamo resistito nemmeno alla sera stessa!  


In teoria si conserva per 1 mese, ben chiuso in un sacchetto di plastica vaporizzato al suo interno con alcool puro...purtroppo (o per fortuna..) non posso darvi la conferma di questa affermazione!


Posso garantirvi che per una settimana il suo profumo, il suo sapore e la sua fragranza rimangono invariate..poi si è magicamente volatilizzato!

68 commenti:

  1. oddio svengo!
    il pandoro! lui...il mio preferito! il mio dolce di natale..l'unico tra l'altro che amo!
    e l'altro anno ci hanno regalato una cosa come 10 panettoni e nessun pandoro.... e io volevo piangereeeee :°°°(
    ma quest'anno non mi faccio fregare, e se non me lo regalano ti rubo la ricetta e me lo preparo! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..non immaginavo di questa tua passione e mi fa piacere di averti dato il giusto spunto x provvedere ad eventuali mancanze :-)
      Grazie Vale e buona giornata <3

      Elimina
  2. Ma brava Consuelo...complimenti!! Io ancora non ho mai osato neanche tentare.
    Troppo lungo il procedimento...mi spaventa assai. E poi io non uso lievito madre e non so ....con il lievito di birra il risultato è simile??? Mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Moni x aver apprezzato il mio primo esperimento ^_^
      Ti assicuro che si ottengono ottimi risultati anche con il lievito di birra e il procedimento è lungo ma non difficile...sono certa che prima o poi ti butterai pure tu ^_*

      Elimina
  3. Ha un aspetto meraviglioso! Non oso immaginare il profumo che invade la cucina durante la cottura…
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il profumo è davvero inebriante ed irresistibile :-P
      Grazie Giulia e buon inizio settimana <3

      Elimina
  4. Che spettacolo! Mi hai lasciata letteralmente a bocca a aperta. Ora un solo pensiero mi passa per la testa: provare provare provare! Grazie! Ti faccio sapere... Mia Chef!
    Bacioni grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, mi fa davvero piacere...aspetto il tuo responso ^_*

      Elimina
  5. e' una meraviglia anche se io non amo ne' pandori ne' panettoni, ma tu sei stata bravissima!!!!Io non credo riusciro' mai a farlo, mi manca il coraggio, per ora mi cimento in altri dolcetti e biscotti!!!!Un bacione tesoro!!!!Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io sono mai stata una grande amante di questi dolci..ma la soddisfazione che danno in lavorazione è stupefacente e compensativa :-)
      Grazie Sabry e buon inizio settimana <3

      Elimina
  6. Solo una parola : SPETTACOLARE ! Sei stata bravissima Consu ! Ti abbraccio <3

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. Grazie di cuore Silvietta..ora aspetto il tuo ^_*

      Elimina
  8. Mi sono cimentata anche io, quest'anno, Consu. Con qualche errorino di percorso e tanta tensione, sono riuscita ad ottenere un risultato discreto (le foto le ho postate sulla pagina Fb), ma voglio riprovarci con meno ansia. Il tuo è, neanche a dirlo, bellissimo e, parlandone da "presente" ^_^ deve essere molto buono!
    Baci!!!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie MariG, sono felice che ti sia piaciuto ^_^
      Non vedo l'ora di assaporare virtualmente anche il tuo..sono certa che sarà perfetto ^_^

      Elimina
  9. è il mio dolce italiano preferito! Complimenti per la preparazione e le foto! Ti auguro buon inizio settimana cara! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angelica, mi fa molto piacere :-)
      Buon inizio settimana anche a te <3

      Elimina
  10. Cara Consuelo, ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti, BRAVISSIMA!!!!! sono rimasta incantata davanti a questo capolavoro, è PERFETTO A DIR POCO, MERAVIGLIOSO di sicuro buonissimo, niente a che vedere con i prodotti industriali che non amo....vorrei provarci..ma mi manca il coraggio...dovrei iniziare a cimentarmi con il lievito madre..prima o poi...
    un bacione e ancora complimenti:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy e non lasciarti spaventare dalla lunga lavorazione, ti assicuro che è più semplice di quello che sembra :-)
      Prova e vedrai che la fatica sarà ricompensata ^_^

      Elimina
  11. Bello ma ho due consigli per il prossimo (perchè sono certa che ci riprovi)
    - dovevi far arrivare almeno al bordo prima di infornare
    - secondo me il forno era troppo alto.
    Grazie mille per aver avuto fiducia nella mia ricetta Consu, sei stata bravissima! Vorrei rifarlo anche io con la farina che mi hanno mandato, però non ho lo stampo, lo farò in un altro stampo, tanto l'importante è il sapore, no?
    Un abbraccio enorme ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consu, complimenti per esserti inoltrata in questa avventura! Che soddisfazione! C'é una cosa che forse a Terry é sfuggita e secondo me é il motivo principale per cui il risultato non é quello aspettato ossia la farina. Per i grandi lievitati e per il pandoro in particolare così ricco di grassi e idratato va utilizzata assolutamente la manitoba o una farina 0 di forza equivalente cioé W 400 o li intorno, le altre farine non possono farcela... Baci!

      Elimina
    2. x Terry:
      Grazie a te x questa splendida ricetta ed i tuoi preziosi consigli, li custodirò con grande cura e non vedo l'ora di vedere cosa combini x il tuo primo Natale a Funchal :-)

      Elimina
    3. x Silvia:
      Grazie Silvia, anch'io avevo pensato a questo aspetto ma ho verificato e questa farina è adatta..ad esempio le colombe mi sono venute perfette ugualmente! Cmq non mi do per vinta e rifarò un tentativo..in fondo sbagliando si impara, giusto?!

      Elimina
    4. Non hai sbagliato affatto tesoro! Non è perfetto ma è un signor pandoro di tutto rispetto. Conosco la farina che hai usato e va bene anche quella in effetti, non mi è sfuggito Silvia.
      Ti faccio di nuovo i miei complimenti, il pandoro e' uno degli impasti più difficili, perché molto ricco di grassi. Un bacio

      Elimina
    5. Grazie di nuovo Terry, 6 un vero tesoro <3

      Elimina
    6. Ma certo Consu che sbagliando si impara! Non volevo mica puntare il dito eh! Volevo solo dare un consiglio visto che la faccenda é impegnativa! Baci!

      Elimina
    7. Grazie Silvia, è sempre un piacere potersi confrontare...e vuoi sapere una cosa??? Alla fine ho vinto io con il secondo tentativo ^_* EVVAI :-)))))

      Elimina
  12. ecco adesso si che è Natale!!anche io sono una grande amante del pandoro ma quest'anno ho comprato gli stampi per panettone e sono alla ricerca della perfetta per mettermi all'opera ma purtroppo senza pasta madre.
    intanto mi sogno una fetta di questo pandoro che sarà sicuramente buonissimo!!
    ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara, sono felice di essere riuscita a conquistarti ^_^
      Non vedo l'ora di gustarmi i tuoi panettoni..sono sicura che saranno una favola :-)
      Buon inizio settimana <3

      Elimina
  13. ooooh! che meraviglia! mi autoinvito ad assaggiarlo, posso???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..volentieri Linda, 6 sempre la benvenuta ^_^
      Grazie e buona giornata <3

      Elimina
  14. Consu a me sembra perfetto però ora sono curiosa di vedere quello che hai in cantiere. Baci e complimenti per la pazienza ed il grande lavoro fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, non preoccuparti, ne vedrai delle belle ^_*

      Elimina
  15. Bellissimo!! Ti è venuto uno splendore!! Bravo al marito che ti ha suggerito l'idea.. Hai creato un capolavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, 6 sempre troppo carina <3<3<3<3

      Elimina
  16. Cara Consu, ho appena comprato un forno nuovo, per cui questa ricetta cade a fagiolo! Voglio subito sperimentarla, spero esca bello o buono almeno la metà del tuo!

    Un bacione,

    Benedetta

    http://www.daddysneatness.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Benedetta x la fiducia, mi fa molto piacere :-)
      Anch'io dovrei ricomprare il forno..ormai ad anno nuovo mi metterò alla ricerca, intanto aspetto con ansia il tuo pandoro ^_* fammi sapere!

      Elimina
  17. Lo sapevo che avevi in cantiere qualcosa di magico, figuriamoci se tu rimani ferma qualche giorno per riposare e dedicarti a qualcosa di diverso!
    Cara Consu, quando ho visto questo meraviglioso pandoro ho avuto un tuffo al cuore, é bello, sicuramente delizioso ed é un vero spettacolo!
    Sei stata bravissima!
    Buon inizio di settimana, un abbraccio Laura:-):-):-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, sono sicura che non eri l'unica a sospettare che qualcosa di grande "bolliva in pentola" ^_^ Il lavoro è stato lungo ma indubbiamente compensativo :-)
      Buon inizio settimana anche a te <3

      Elimina
  18. woow chissà quanta soddisfazione!!! io un anno provai a fare un lievitato per natale e ricordo ancora la mia emozione!! bravaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, questi lievitati riempiono il cuore di gioia e soddisfazione :-)
      Grazie Silvia e a presto <3

      Elimina
  19. complimenti, un vero capolavoro.
    Chapeau!
    Un abbraccio grande e buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, 6 troppo gentile <3
      Buon inizio settimana anche a te <3

      Elimina
  20. Mamma che brava!!!
    E' perfetto!
    Giuro..prima o poi ci provo anche io!!
    nel frattempo però me ne mangerei una fetta del tuo!!!
    ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..golosona :-P
      Grazie Jess e spero di vedere presto il tuo ^_^

      Elimina
  21. tesoro mio posso solo dirti WOW oggi!!!! sei un mito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele, sono felice di averti conquistata ^_^

      Elimina
  22. Mille mille mille complimenti con tutto il mio cuore...sei stata grande!!!!!!!!! Non poteva certo mancare brava come sei .....ti voglio bene baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinzia, 6 un tesoro (come sempre..)
      TVB <3

      Elimina
  23. che meraviglia, quanto mi piacerebbe riuscire a farmi il pandoro da sola!

    Nameless Fashion Blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova Elisa e ti stupirai di quanto sia facile..basta solo un minimo di pazienza e attenzione..grazie x aver gradito il mio e buona giornata <3

      Elimina
  24. Ciao zia Consu!!!! E' favoloso!!!! Bravissima! Io preferisco aspettare l'anno prossimo, intanto mi diverto a fare le mie prime sperimentazioni con il pupetto, devo dire che è soddisfacente! Complimenti sempre piu' brava! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approvo perfettamente la tua scelta...quando avrai imparato a conoscerlo sarà tutto in discesa :-)
      Grazie Annalisa e buon lunedì :-)

      Elimina
  25. Nuuuua anche tu alle prese con il Pandoro e te la sei cavata alla grande direi.
    Mi hai messo una voglia di provare.....non so se prima o dopo Natale, ma qualcosa tenterò....va boh mi stai a mettè una fame con tutti questi post Consuè.....se ti prendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...grazie Vale ^_^ vedrai tu e Amelia quante ne combinerete ^_*

      Elimina
  26. che spettacolo!!! E' perfetto... ma come fai??? Grazie cara... <3

    RispondiElimina
  27. Bello bello... la prossima volta provo ad adeguare la tua ricetta alle mie farine, anche se non so quanto possano sopportare lievitazioni così lunghe!
    Complimenti davvero,cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tentare non nuoce ^_^
      Grazie Angela, sono felice che ti sia piaciuto ^_^

      Elimina
  28. Ma guarda che spettacolo di pandoro!!!! Io non credo riuscirò mai a trovare il coraggio di farlo o anche solo il tempo. Per ora mi sono fissata con il panettone con lievito di birra ma i tempi sono davvero lunghi e riuscire a trovare 3 gg libere da dedicargli non è così facile. Ci penserò durante le vacanze natalizie!!!
    Ti abbraccio forte mentre cerco di immaginare il delizioso profumo che ha avvolto la vostra casetta! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, questi lievitati richiedono tempo e cure..ma poi ti assicuro che sanno ampiamente ripagare ^_^
      Grazie tesoro, aspetto con ansia il tuo panettone :-)

      Elimina
  29. il primo che dice, oltre a te, che non è un bel pandoro lo passo a fil di lama personalmente! ma come, una fa una fatica dannata, impasta, incorda, stai in ansia, controlla la lievitazione, guarda... e non ti sembra bello?
    MA E' BELLISSIMO TESORO!!! è un signor pandoro come dice la Terry, è uno stupendevolissimo pandoro e lo hai fatto tu. il prossimo sarà come tu lo vorrai perchè ci sono trucchi e accorgimenti che se non si provano non si possono conoscere, giusto? e comunque è uno spettacolo! lo voglio a panissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, sai sempre regalarmi la parola giusta al momento giusto..6 unica <3
      Ho vinto la mia sfida con il pandoro con il #2 seguendo spudoratamente la tua ricetta :-P ma per ovvi motivi nessuno dei due arriverà a Panissimo..ll 1° non mi soddisfa al 100% ed il 2° la ricetta non è mia!
      Ma non temere ho altro in serbo x te ^_^

      Elimina