giovedì 2 ottobre 2014

Pane bianco semplice

Voglia di semplicità, cose vere, sincere e concrete.
Trascorrere molto del mio tempo con persone anziane, mi sta facendo apprezzare tante piccole cose che forse prima davo per scontate o ancora peggio le ritenevo banali.
Trovarli tutti i giorni ad attendermi al mattino presto per una passeggiata sotto i tiepidi raggi del sole di fine estate; vedere un miglioramento quasi impercettibile nell'andatura; scoprire, nascosto sotto i baffi, un sorrisetto di soddisfazione nell'appurare che lo stesso tragitto è stato percorso in 2 minuti meno rispetto al giorno prima.
Questa è la felicità!
Preparare una crostata insieme e vedere che il giorno dopo ne manca già metà.
Questa è la felicità!
I racconti di gioventù enfatizzati dal tempo, i ricordi un po' sbiaditi che acquisiscono nuove sfumature ogni volta che vengono riportati alla luce, con nuovi ed esilaranti dettagli, per poi esplodere in una sincera risata.
Questa è la felicità!
Spesso rincorriamo la felicità nei posti più improbabili quando basta davvero poco per trovare quel calore che profuma di casa, famiglia e serenità.


Ho voluto ritrovare questa semplicità anche in cucina e con questa ricetta credo di esserci riuscita!
Un pane semplice, basico, dove il gusto della farina buona rimane protagonista assoluta!
Ho resistito alla tentazione di aggiungere i miei adorati semini ovviando con una forma un po' più elaborata del solito, giusto per lasciare il "mio segno"! Voi fate tranquillamente la forma classica a pagnotta, tanto le emozioni arriveranno lo stesso dritte, dritte al cuore!


Dosi x 1 forma da circa 1 kg:

500 g di farina di tipo 1 macinata a pietra*
190 g di lievito madre attivo**
300 g di acqua a t.a.
1 cucchiaino di sale fino marino
1 cucchiaino di miele di acacia
2 cucchiaini di olio e.v.o. (+ 1 per la superficie)

*Se si utilizza una farina diversa, 0 o 00, valutare il grado di assorbimento dell'acqua ed eventualmente diminuirla o aumentarla rispetto alle mie dosi.
**Rinfrescata da almeno 4 ore o al raddoppio.

Ho effettuato l'impasto nella planetaria ma si otterranno ottimi risultati anche impastando a mano.

Sciogliere il lievito madre nell'acqua con il miele. Unire la farina e il sale. Far incordare e per ultimo incorporare l'olio. Lavorare energicamente fino ad ottenere un impasto bello liscio ed elastico.

Rovesciare sul piano di lavoro, fare una serie di pieghe a libro e formare una palla. Inciderla sulla superficie e riporre in una ciotola coperta con un canovaccio umido. 



Far lievitare fino al raddoppio (circa 4 ore).


Dividere l'impasto in 4 parti uguali da circa 260 g. Con le mani leggermente unte d'olio formare dei filoncini.
Unire un'estremità ed intrecciare. Chiudere le estremità e riportarle sotto la treccia.


Posizionare su una teglia rivestita di carta da forno.


Spennellare la superficie con un cucchiaino d'olio.


Far riposare per 1 ora.


Preriscaldare il forno a 220°C ponendo sul fondo una ciotola colma d'acqua. Infornare la teglia nel ripiano intermedio e cuocere per 15 minuti. Abbassare la temperatura a 200°C e proseguire la cottura per latri 30 minuti. Infine completare la cottura per altri 15 minuti a 180°C.
Sfornare e far raffreddare su una gratella.


Una volta freddo è pronto per essere tagliato a fette.


Per conservarle più a lungo è possibile congelarle in sacchetti da alimenti. Basterà passare le fette ancora congelate sotto il grill caldo del forno per pochi minuti.


Io non ho resistito e l'ho assaggiato da tiepido, spezzandolo con le mani..il profumo inebriante ha riempito i miei polmoni e il sapore ancora forte di farina ha fatto impazzire le mie papille gustative..da svenimento!!!


Un pane che si presta ad ogni abbinamento, è gradito sempre da tutti e non deve mai mancare in casa.


Le fette tostate sono ottime basi per bruschette o da abbinare a calde zuppe.


Provatele anche a colazione con confetture di frutta, non vi deluderanno!!!

Con questa ricetta partecipo a Panissimo di Ottobre

58 commenti:

  1. bellissimo!
    La treccia è forse la forma più bella per una pagnotta!
    e poi la semplicita di sapore premia sempre, non delude mai XD
    sono felice di vedere che le nubi che addensavano l'orizzonte dei tuoi pensieri si sono un po' schiarite :*
    un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, sono felice che ti sia piaciuto:-D anche se imperfetto nella forma è ottimo nella sostanza ^_^
      ps: le nubi ci sono ma adesso sono più alte e mi permettono di vedere meglio la strada da percorrere...

      Elimina
    2. perché imperfetto? a me sembra bellissimo!
      il giorno che riesco a fare un pane così grido al miracolo!

      Elimina
    3. ahahah...la treccia a 4 capi è sempre stato il mio tallone di Achille..la inizio perfetta e poi mi perdo U.U
      Cmq grazie, 6 sempre troppo carina <3

      Elimina
  2. infatti io lo vedo proprio bene a colazione: mi hai fatto venire voglia di mettere le mani in pasta! Consu, sei diventata proprio brava con i lievitati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, non sai quanto mi faccia piacere :-))))

      Elimina
  3. spesso inseguiamo la felicita' senza sapere cos'e', solo vedendo queste cose s'impara ad apprezzare la vita!!!Io vengo ogni giorno a casa ringraziando Dio per cio' che mi ha dato e pregando per chi e' meno fortunato e soprattutto per i ragazzini che mi sono stati affidati, che sono meno fortunati di me, dico sempre ai miei figli di essere contenti e dire grazie. Oggi ho visto la felicita' in faccia: il mio ragazzino disabile comunicava con un altro ragazzino disabile, a versi e poi a baci e abbracci, ti giuro e' stato molto entusiasmante e commovente!!!!
    A proposito, scusami ma oggi sono euforica, il tuo pane e' simbolo di semplicita' e freschezza, e' meraviglioso fatto a treccia e ne sento il fantastico profumino!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso nemmeno immaginare che turbinio di emozioni tu possa aver provato..io mi commuovo al solo pensiero :-D Grazie x aver condiviso con me questo momento così speciale <3<3<3<3

      Elimina
  4. Quanto hai ragione !!!!! La felicità sta proprio nelle cose semplici.
    Questo pane è davvero bellissimo . Per me non c'è niente di più buono !!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa, mi fa piacere che la pensi come me <3

      Elimina
  5. Io adorto gli anziani, ho veramente un debole per loro.
    Sanno insegnarci tanto, anche in modo indiretto, come la tua riscoperta della semplicità :)
    Buono e bello il tuo pane amica cara <3 sei proprio speciale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marghe ma 6 tu ad essere speciale ed aver espresso in parole quello che io ho voluto trasmettere con il profumo del pane ^_^

      Elimina
  6. Nel tuo post c'è tenerezza allo stato puro!!!
    Sei davvero speciale Consu così come lo è il tuo pane!!!
    Un bacio enorme e auguri a tutti i nonni del mondo
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Immaginare la gioia di queste persone nel preparare una crostata insieme a te mi commuove profondamente, Consu. Sei straordinaria! Come un'altro dei tuoi magnifici esiti della tua panificazione.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mari x aver apprezzato <3<3<3
      6 davvero una persona molto sensibile <3

      Elimina
  8. bellissimo...anzi divino!!!! questa forma mi ricorda i pani antichi...della mia infanzia!!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, è una forma che piace moltissimo anche a me e poi rende proprio bene in cottura ^_^

      Elimina
  9. Cara Consuelo, dico sempre che le cose più semplici sono le migliori. Il tuo pane ne è la prova!
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, se tu potessi sentirne un pezzetto ne avresti la conferma :-D

      Elimina
  10. Hai proprio ragione! E certo che col pane ci sei riuscita, oramai sei una maga con queste cose :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauretta, 6 sempre troppo carina <3

      Elimina
  11. mamma mia come sei brava, io ho provato a farlo ma è uscito un po' duro....devo provare la tua ricetta x forza!!!
    Grazie cara per le belle parole :)

    RispondiElimina
  12. Si, tante volte la felicità è dietro l'angolo, bisogna solo saperla vedere!! Grande Consu, fai le crostate assieme alle nonnine, mitica!! Sarai diventata il loro idolo!! Il pane bianco è il preferito di mio marito, brava con la treccia, io ancora mi ci picchio un po' con le forme!! Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..anch'io mi ci "picchio" :-P infatti anche questa treccia è finita un po' "sbilenca" :-P meno male che dopo la cottura si nota poco ^_*
      Grazie Silvietta e buona serata <3

      Elimina
  13. E' vero certe volte presi dalla frenesia ci dimentichiamo che le cose semplici,quelle che viviamo tutti i giorni le diamo per scontate ,invece sono proprio queste che ci rendono felici....oggi sono andata a trovare una persona che sta passando un bruttissimo momento ,anche se e' giovane quasi non riconosce piu' nessuno appena sono entrata mi ha preso la mano ,gli sono scese le lacrime ( a me anche ) e sono stata quasi 40 minuti cosi senza dire una parola..perche' lei non parla piu' soltanto pensando a quanto ingiusta sia la vita con certe persone e ti quanto dobbiamo gioire di quel che abbiamo ....come questo bellissimo pane intrecciato....e la fortuna di poterlo fare ....con le nostre mani ...mah !!!! ti abbraccio amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho le parole giuste x confortarti...posso solo dirti che mi dispiace tantissimo e ti sono vicina con il mio pensiero <3
      Grazie Cinzia, conta sempre su di me <3

      Elimina
  14. hai introdotto il post con bellissime parole che condivido pienamente. Sono anch'io una panificatrice compulsiva, posso capirti benissimo.
    Grazie per averci portato il tuo pane
    Un bacione
    Maria Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x aver gradito ^_^
      A presto <3

      Elimina
  15. Mi piace questa tua "ricetta" di felicità, fai proprio bene! E che dire del pane. Quando ho letto che lo hai assaggiato tiepido spezzandolo con le mani mi è venuta voglia di farlo!
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...posso crederci ^_^
      Grazie cara e buona giornata <3

      Elimina
  16. Cara Consuelo, un post bellissimo e pieno di dolcezza e tenerezza che denota la persona speciale che sei:)))
    le persone anziane hanno tanto da trasmetterci e il tempo che passiamo con loro è prezioso...i loro racconti di vita vissuta a me affascinano tantissimo e starei ore ad ascoltare episodi di vita passata:)) grazie a loro impariamo ad apprezzare le
    cose che sembrano piccole ma in realtà sono grandi e importantissime:)))
    ti faccio i miei migliori complimenti per questo favoloso pane, sei veramente troppo brava, una vera maga nella panificazione:)))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, mi fa davvero piacere trovarti d'accordo con le mie parole ed il fatto che tu abbia gradito anche la ricetta mi riempie di gioia :-D

      Elimina
  17. E' proprio vero... la felicità è nelle cose più semplici.... come nel tuo pane!!!
    Ciao bellissima!!!
    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
  18. Sei davvero dolcissima e speciale cara Consuelo! Complimenti per il tuo magnifico pane, è veramente fatto benissimo e treccia a 4 favolosaaaa bravissimaaaaaa!
    Ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro, mi fai davvero arrossire così...

      Elimina
  19. Perché sì, la felicità la si ritrova nelle piccole cose, in ciò che ha descritto e in ciò che facciamo per i nostri cari, ultimamente io l'ho ritrovata pensando un po' più a me stessa, perché a volte, un po' di ano egoismo aiuta, a migliorarsi con se stesse e con gli altri, ad essere meno disponibile e migliore nei rapporti, e non solo, secondo me la felicità risiede anche quando lavori il pane, impastando e sentendo sotto le tue dita la farina e il lievito madre fare il loro dovere....una felicità intrinseca direi!
    Ottimo pane, ottima forma, proprio ciò che ci voleva, segno io, eh? Prima o poi arrivo....più prima che poi comunque!
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sano, volevo scrivere SANO, scusami, la fretta!

      Elimina
    2. però sicuramente ti ho strappato un sorriso, dopo questa chiudo va... ^_^

      Elimina
    3. ahahah...infatti non capivo se era una nuova espressione o cosa :-P
      6 troppo forte Vale!
      Fai benissimo a coccolarti, io sono dell'idea che prima di stare in armonia con gli altri è necessario che stiamo bene con il nostro "io" interiore!
      Grazie e buona giornata <3

      Elimina
  20. Gli anziani sono le persone che ci fanno ricordare come basta poco per raggiungere uno stato di piena felicita', se non ci fossero a guidarci con la loro saggezza il mondo sarebbe perso. Bellissime parole le tue zietta e il tuo pane, confortante, un nido sicuro dove poter gustare un attimo di serenita' <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vero x essere riuscita a percepire tutto questo, la tua sensibilità non ha pari <3

      Elimina
  21. Pure io sono alla ri-conquista della semplicità, specialmente nelle persone...
    Non è un periodo felice per me questo...e l'unica cosa che mi rende serena è la semplicità delle cose che ricerco anche nelle persone.
    Quello che fai con gli anziani è straordinario... e il calore umano vero che danno ti riempie il cuore, quasi da lasciarti ubriaca...
    e poi....come si fa a non amare la semplicità quando fai un pane così bello che ti viene voglia di assaggiare solo guardando le foto?
    uff, non potevi abitare più vicina?!?!?!?:)
    un bacione enorme!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale x la tua testimonianza, mi fa molto piacere trovarti in sintonia con me :-D
      Sarebbe un piacere condividere con te anche una bella fetta di questo goloso pane..raggiungeresti veramente la pace dei sensi ^_^

      Elimina
  22. Che bel post cara Consu, Hai proprio ragione, le piccole cose possono darci delle bellissime soddisfazione. E la solidarietà e l'aiuto a chi ne ha bisogno, ancora di più. Splendida treccia.

    RispondiElimina
  23. sembra ottimo già dalle foto!! :)

    http://fashi0n-m0de.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrica e pensare che le foto nemmeno mi piacevano :-P

      Elimina
  24. Brava zia Consu! La forma e' molto bella e l'interno e' soffice e ben alveolato! Stai diventando sempre piu' brava! Complimenti! Un bacio e Buon week!

    RispondiElimina
  25. Tiziana, mi sento di dire che questo è uno dei tuoi pani più belli. è semplicemente meraviglioso, quel colore della crosta, quella sofficità della mollica che si indovina, quella fragranza. e chissà che profumo!
    bella tu!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, spesso la semplicità conquista in tutti i sensi ^_^
      ps: mi piace molto il nome Tiziana ma mi chiamo Consuelo :-P

      Elimina