mercoledì 24 settembre 2014

Se non ti vuoi stressare, il Soda Bread ti devi fare!

Oggi ho avuto la conferma che tutto è possibile, anche le cose più impensabili e remote!
Predispongo gli ingredienti per la cena, in modo che dopo la mia seduta di allenamento (e la conseguente fame famelica..) abbia già tutto pronto e possa mettermi all'opera senza addentare la prima cosa che mi capiti sotto tiro!
Tutto ok, questo con quello, dopo cuocio al volo quell'altro, una bella fetta di pane e sono pronta..aspetta...torno indietro sulla "bella fetta di pane"..quale pane?!
Non posso credere ai miei occhi, sono rimasta completamente senza!
Tutta presa dallo smaltimento delle pere del nostro albero, non ho sfornato nemmeno una misera pagnotta! Gli ultimi rinfreschi del mio "pupetto" (alias il mio lievito madre) li ho regalati (su commissione..) e nel congelatore non è rimasta nemmeno una briciola delle ultime infornate!
Bene, niente panico!
Ricordavo che già una volta avevo risolto con questo procedimento rapido ed indolore. 
Lo yogurt in frigo c'è, quindi non mi resta che tirare un sospiro di sollievo!
Premettendo che il Soda Bread non può essere paragonato di certo ad un pane a lievitazione naturale (il mio palato si sta facendo sempre più esigente..), costituisce una valida soluzione quando ci si trova alle strette e di acquistare il pane proprio non ne volete sapere o non ne avete la possibilità (per me la prima opzione..).
Utilizzando farine di qualità e un pizzico di fantasia, il risultato potrebbe sorprendervi!



Ingredienti x una pagnotta:


350 g di yogurt bianco magro

350 g di farina di tipo 1 macinata a pietra*
1 cucchiaino colmo di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino scarso di sale fino marino
1 cucchiaino scarso di zucchero
1 cucchiaio di olio e.v.o.


*Sostituibile con altra farina a piacere. Considerare che ne serviranno circa altri 2 cucchiai per il piano di lavoro.



Preriscaldare il forno a 220°C.

Mescolare la farina con il bicarbonato, il sale e lo zucchero. A parte sbattere lo yogurt con l'olio. Lavorare tutto insieme fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo come quello di una pizza (io mi sono fatta aiutare dalla planetaria, ma si otterrà un buon risultato anche impastando a mano).
Spolverare il piano di lavoro di farina, rovesciarci l'impasto e con l'aiuto di altra farina dare la forma al pane.
Sistemarlo su una teglia rivestita di carta da forno e cuocere per 30 minuti. Poi abbassare la temperatura a 200°C e terminare la cottura per altri 20 minuti.
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella.
Una volta freddo, tagliare a fette ed utilizzare come un qualunque pane!

Quello avanzato, consiglio di conservarlo in frigo e passare sotto il grill caldo del forno prima di gustare nuovamente. Tenuto a temperatura ambiente tenderà nei giorni a diventare molto "gommoso".

Il giorno stesso in cui viene sfornato, si presenterà con una leggera ed invitante crosticina ed un interno morbido e compatto, quasi da sciogliersi in bocca. L'aggiunta dei semi di papavero ha enfatizzato questo contrasto in modo straordinario! 


Un pane no lievito, no stress e anche no foto del procedimento..vi rimando a questo post per i dettagli! 
Perdonatemi ma non era previsto che apparisse su questi schermi!

54 commenti:

  1. Wow che bel trucchetto per far lievitare il pane!!! da prendere nota subito, anche perchè con la pasta madre (già sperimentato) sono una frana!! grazie. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...non ci credo, sono sicura che con un po' di pratica diventeresti una perfetta panettiera ^_^
      Ad ogni modo, prova questa ricetta e fammi sapere, qui il successo è garantito sempre e comunque ^_*
      Grazie Mari e a presto <3

      Elimina
  2. E dico che e' il pane che fa per me, io un giorno si e uno no rimango senza e non c' ho alcuna voglia di andarlo a comprare.Grazie per la ricetta zietta !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te :-D Mi fa molto piacere esserti stata d'aiuto, ora non mi resta che aspettare il tuo responso ^_*

      Elimina
  3. Eh eh, non l'ho mai fatto ma mi capita eccome di rimanere senza pane quindi...da provare!! E se lo dici tu mi fido ciecamente!! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvietta, vedrai che non ti deluderà, anche se devi tener conto che il pane fatto con il lievito madre è tutt'altra cosa...

      Elimina
  4. eccolo!!!! non vedo l'ora di vederlo, ma soprattutto di scoprire la ricetta! XD
    te la ruberò prima o poi (ovviamente citando la fonte!) per vedere se finalmente riesco a non sentirci questo benedetto bicarbonato!
    ti farò sapere quando riuscirò nell'impresa!
    cmq bellissima l'idea di aggiungere i semi di papavero! e dimmi una cosa! cos'è che da questo colore nocciola al pane? la farina macinata a pietra?
    perché di farina integrale non ce n'è a quanto vedo...
    sai....non mi intendo di farine macinate strane :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vabbè...vedevo l'ora...non vedo l'ora.
      ma com'è che non si può correggere il commento?
      maledetto viziaccio si scrivere e rileggere solo dopo l'invio :P

      Elimina
    2. ahahah...troppo simpatica ^_^ consolati, capita sempre anche a me di premere "invio" prima della rilettura U.U
      Il colore del pane è dato dalla reazione tra gli acidi dello yogurt ed il bicarbonato..a me è sempre venuto così, anche con la farina di kamut che è bianca!
      Dai, provalo che voglio sapere che ne pensi ^_*
      Grazie Vale e buona giornata :-)

      Elimina
  5. Tutti i trucchi del mestiere conosci tu?!?!?!?Bravissima!!!!
    Ciao bellissima!!!
    Expressyourself

    My Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo e ili condivido senza parsimonia ^_*
      Grazie Paola, questo pane lo devi assolutamente provare ^_^

      Elimina
  6. Sei riuscita a risolvere in maniera egregia con questo strabuono soda bread, brava Consu!!!
    bacioni...

    RispondiElimina
  7. Anche se indirettamente, la pera colpisce ancora! Ma ormai tu il pane lo faresti anche senza ingredienti, hai una buona bacchetta magica! Sei veramente bravissima!

    RispondiElimina
  8. Un pane buonissimo! Certo, non si può paragonare ad un pane lievitato, ma ha la sua particolarità, con la tua confettura di pere sarà fantastico. ;)
    Un abbraccio cara, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, ormai il mio palato è "viziato" dal sapore del buon pane a lievitazione naturale, quindi qualunque altro lievitato non regge il confronto!
      Però questa ricetta è davvero troppo furba x i casi di estremo bisogno ^_*
      Grazie cara e buona giornata <3

      Elimina
  9. Cara Consuelo, innanzitutto ti volevo ringraziare tantissimo per essere passata subito a vedere il post relativo alla preparazione della conserva di pomodoro, sei stata troppo gentile e carinissima:)) (ho risposto anche a tuo commento nel mio blog:)..ti faccio tantissimi complimenti per questo pane,utilissimo in
    situazioni di emergenza ma sicuramente troppo buono:l'aspetto è bellissimo,
    invitante e la consistenza delle fette è perfetta e soffice:)))
    bravissima come sempre,e grazie mille per questa utilissima ricetta:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy è stato un vero piacere ed il post mi è piaciuto davvero tantissimo :-D
      Grazie x aver gradito anche questo pane, è da tenere presente nei momenti di necessità :-D
      Buona giornata e a presto <3

      Elimina
  10. Ma questa soluzione e' geniale davvero...va' subito in forno senza lievitare ,ma in ogni caso esce una meraviglia ,anche la porosita' .... lo devo provare assolutamente ...sei troppppo brava ma davvero....baciiii a prestissimo...abbi cura di te e dei tuoi pensieri... <3 <3 <3 <3

    RispondiElimina
  11. sei bravissima!!! un'altra ricetta da segnare!!!
    L'ARMADIO DI VENERE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa davvero piacere Barbara :-D
      Grazie e a presto!

      Elimina
  12. E' vero il soda bread si prepara in un attimo e dà comunque tante soddisfazioni!!!:)
    Un bacione Consu! Buona giornata!!!

    PS oggi forse mi cimento con il pane...speriamo in bene!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo e in bocca al lupo x la panificazione..non vedo l'ora di vedere la tua splendida "creatura" :-D
      Buona giornata anche a te <3

      Elimina
  13. il mio lievitino è passato a miglior vita... pertanto questa tua proposta è quello che fa al caso mio.... complimenti Consu, sei bravissima!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-(((( non sai quanto mi dispiace!
      Grazie Michela x aver apprezzato, non vedo l'ora che tu faccia la prova :-D

      Elimina
  14. Sai quante volte mi capita di rimanere senza pane? potrebbe essere l'occasione giusta da cogliere al volo per provare la tua ricetta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto mi faccia piacere :-D Fammi sapere com'è andata :-D
      Grazie cara e buona giornata <3

      Elimina
  15. Mi sono sempre ripromessa di provarci, ma non essendo una grande mangiatrice di pane (anzi!!) non vi ho mai ceduto. Certo è che il risultato è stato meraviglioso, se conti che non c'è un solo grammo di lievito. Ebbrava la zietta dal palato esigente ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...grazie Erica :-D
      In casa mia invece il pane va via..come il pane :-P

      Elimina
  16. Io dico sempre che bisogna ogni tanto smatire tutti gli avanzi del freezer, così poi si sfornano queste delizie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..mi piace questa visione della cosa :-D
      Grazie Mila :-D

      Elimina
  17. Consuelo!!!!riesci sempre a risolvere tutti i problemi!bravissima!buonissimo questo pane:)baciiii e buona giornata simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, sono felice che ti sia piaciuto ^_^
      Buona giornata anche a te <3

      Elimina
  18. E sono d'accordissimo con te! Non ha lo stesso sapore di un pane 'normale' ma quando si è senza ci si può accontentare...
    E poi che buoni i semini di papavero!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I semi di papavero ci stavano proprio bene, pensare che ce li ho messi x caso :-P
      Grazie cara e a presto <3

      Elimina
  19. Rimanere senza pane a casa mia è una tragedia. Io rimedio con i crakers, ma senza grandi sorrisi . Ora tu mi hai dato una grandissima idea. Grazie Consu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te :-D non vedo l'ora di vedere anche il tuo esperimento in merito ^_^

      Elimina
  20. Lo sai che da una vita lo vorrei provare? Userò la tua ricetta sicuramente. Bravissima come sempre cara! Smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro, ne sono davvero onorata :-D

      Elimina
  21. Anche io ricorro spesso al soda bread tesoro!
    Però non sono brava come te, mi limito a usare la farina di segale... questa aggiunta dei semi di papavero è meravigliosa!!
    Una domanda, anche il tuo pane il giorno dopo è decisamente meno buono? Io ho notato che il mio cambia sapore :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, il giorno dopo il sapore del bicarbonato prende il sopravvento :-(( ma se conservi le fette in frigo e le passi sotto il grill prima di servire, vedrai che migliorerà :-D
      Grazie Marghe e spero di esserti stata utile ^_^
      Buona giornata <3

      Elimina
    2. Grazie, provo senz'altro il tuo trucco la prossima volta :*

      Elimina
  22. un'idea fantastica quella del bicarbonato!!! me la segno per una mia amica allergica al lievito!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa davvero piacere e sono certa che la tua amica apprezzerà :-D
      Grazie Mimma e fammi sapere!

      Elimina
  23. Che sei una maestra della panificazione lo sapevamo già.. ma con questo pane hai fatto proprio una magia! Avessi te come vicina di casa verrei sempre a chiederti una fettina di pane.. un bacione Cara!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...magari abitare vicine, sarebbe un sogno ^_^
      Grazie Anita e felice giornata <3

      Elimina
  24. DIVINO ,SEI STRAORDINARIA!!!!HAI RAGIONE CHE NON BISOGNA MAI MOLLARE, CHE PRIMA O POI LA FORTUNA GIRA PER TUTTI, HO TROVATO LAVORO, DA LUNEDI' INIZIO A LAVORARE A SCUOLA, ALLE MEDIE E ALLE ELEMENTARI CON DUE RAGAZZINI DISABILI GRAVI SULLA SEDIA A ROTELLE!!!!GRAZIE PER AVER CREDUTO IN ME!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiii :-D sono felicissima Sabry, non ne hai idea :-D
      Grazie a te e in bocca al lupo x questa nuova avventura :-D

      Elimina
  25. Consuelo questo pane è adorabile. Sai è davvero una valida alternativa per chi come si è rassegnata all'idea di non comprare più il pane ma è troppo pigro per metter su una panetteria in casa. E poi i semi di papavero sono gustosissimi e così croccanti!
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, mi fa davvero piacere che tu abbia apprezzato la ricetta e spero vivamente che la proverai ^_^

      Elimina
  26. Anche io l'ho provato tempo fa, non ci speravo per nulla invece mi era lievitato tantissimo! Ottima l'aggiunta dei semi di papavero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..questa è magia ^_*
      Grazie cara, sbizzarrisciti con i semi, stemperano il sapore del bicarbonato e lo rendono molto + goloso ^_*

      Elimina