mercoledì 6 febbraio 2013

Bietole agrodolci

Gli accostamenti dolce-salato-agro-piccante mi piacciono molto e spesso nelle mie sperimentazioni nasce qualcosa di insolito e gustoso. Di solito preparo il radicchio con una ricetta simile ma stavolta avevo un bel cesto di bieta fresca e del porro nel frigo ed ho voluto provare..i sapori si sposano alla perfezione ed il leggero retrogusto acido dell'aceto dona al piatto un gusto molto originale! Si presta come contorno a carni bianche cotte alla griglia.


Per un contorno abbondante:
1 cesto di bieta non troppo grande
1 cuore di porro
2 cucchiai di uvetta
1 cucchiaio di pinoli
1 tazzina di aceto balsamico
1/2 bicchiere di vino bianco

Per prima cosa preparare le bietole, separando le foglie verdi dal gambo e tagliando tutto a listarelle. Sciacquare abbondantemente sotto l'acqua corrente e mettere in una capiente pentola. Aggiungere il porro anch'esso tagliato a listarelle per la lunghezza e cuocere a fuoco molto basso per circa 15 minuti, aggiungendo acqua se necessario. Nel frattempo mettere l'uvetta in ammollo con l'aceto e il vino. Verso fine cottura versare in pentola l'uvetta con tutto il suo liquido e i pinoli. Appena tutto il liquido si è assorbito spegnere il fuoco.
Far raffreddare completamente e poi metterlo in frigo coperto con pellicola trasparente per almeno 2 ore in modo che tutti i sapori si fondano insieme creando la giusta armonia.
Togliere dal frigo almeno mezz'ora prima di servire.
Per ottenere il risultato migliore consiglio di prepararlo il giorno prima.

Nessun commento:

Posta un commento